Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

By Jonas Jonasson

(2676)

| Paperback | 9788845266522

Like Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il titolo più venduto in Svezia nella corsa stagione. Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare l'evento: Allan, però, è di un'altra idea e decide di punto in bianco di scappare. Con le pantofo Continue

Il titolo più venduto in Svezia nella corsa stagione. Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare l'evento: Allan, però, è di un'altra idea e decide di punto in bianco di scappare. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige alla stazione degli autobus. Lì ruba la valigia a un giovane biondo dall'aria feroce, sale sul primo autobus che gli capita e inizia così, sbarcando in uno sperduto villaggio svedese sconosciuto, una serie esilarante di equivoci e di incontri, anzitutto con Julius Jonsson - un settantenne ladro e truffatore. I due dovranno sfuggire al biondo che li insegue, e finiranno col farlo fuori dandogli una botta in testa con un asse. Poi, aprendo la valigia rubata, scopriranno che è piena di 52 milioni di corone svedesi, e inizieranno quindi la loro fuga dalla polizia e da una gang criminale che vuole recuperare il denaro, in un viaggio rocambolesco tra Mercedes, camion e donne fatali. Finiranno nell'esotica Bali, dove Allan troverà l'amore: l'ottantenne Amanda.

825 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La verdad es que me ha costado bastante leerlo. Me lo esperaba más divertido y ameno.

    Allan Karlsson acaba de cumplir 100 años y mientras esta esperando en la habitación de la residencia en la que está a que llegue el momento de asistir a su fiesta ...(continue)

    La verdad es que me ha costado bastante leerlo. Me lo esperaba más divertido y ameno.

    Allan Karlsson acaba de cumplir 100 años y mientras esta esperando en la habitación de la residencia en la que está a que llegue el momento de asistir a su fiesta de cumpleaños, decide escaparse por la ventana y vivir una aventura.

    Desde que sale por la ventana se encuentra con una serie de acontecimientos de lo más estrafalario, desde el inicio de la aventura que consiste en llegar a una parada de autobús y robarle una maleta llena de dinero a un maleante, a ser perseguido por toda la banda para recuperarla y encontrarse por el camino con otros personajes que se uniran a él en su huida, la cual se vuelve cada vez más descabellada.

    Durante el transcurso del libro, tambien se explica la vida de Allan, un niño sueco experto en explosivos, que tambien, por circunstancias de la vida conoce a personajes como Franco, Mao Tse Tung, Winston Churchill, Oppenheimmer y tanto otros, influyendo de una manera notable en los acontencimientos de la histora.

    La verdad es que dicho asi, suena bastante divertido, pero a mi el autor no me ha sabido transmitir esa ligereza que esperada en el relato, a parte de lo absurdas que llegan a ser algunas situaciones.

    Is this helpful?

    Maribel said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Decisamente Divertente

    Un libro divertente, con scene davvero esilaranti. Personaggi ben caratterizzati. La sconcertante accettazione della realtà da parte del Centenario ( una sorta di Forrest Gump svedese) da' un tono e un ritmo interessante alla narrazione. Ottime le ri ...(continue)

    Un libro divertente, con scene davvero esilaranti. Personaggi ben caratterizzati. La sconcertante accettazione della realtà da parte del Centenario ( una sorta di Forrest Gump svedese) da' un tono e un ritmo interessante alla narrazione. Ottime le ricostruzioni storiche.

    Is this helpful?

    pingu said on Aug 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Le stelle di Anobii non consentono giudizi meno categorici, per cui "bello" no, ma neanche "così così".
    Bello no perché ho trovato l'accavallarsi di vicende e personaggi un po' disordinato, frettoloso direi; ma neanche così così, perché resta comunqu ...(continue)

    Le stelle di Anobii non consentono giudizi meno categorici, per cui "bello" no, ma neanche "così così".
    Bello no perché ho trovato l'accavallarsi di vicende e personaggi un po' disordinato, frettoloso direi; ma neanche così così, perché resta comunque una lettura piacevole e che fa sorridere.
    Non esprimo giudizi sui personaggi storici che si intrecciano alla trama, mi pare evidente che quello storico/politico non sia fra gli scopi dell'autore (ovvio che le idee trapelano, ma discretamente e senza sollevare polemiche), credo servano più che altro a dare un ulteriore tocco di "straordinarietà" al protagonista.

    Is this helpful?

    Barone di M. said on Aug 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Se si prende questo romanzo per una favola, come ho fatto io, allora devo dire che mi è piaciuto. Questo vecchietto, in stile Forrest Gumpp, che attraversa la storia, quella con la S maiuscola, che vive eventi straordinari senza mai esserne consapevo ...(continue)

    Se si prende questo romanzo per una favola, come ho fatto io, allora devo dire che mi è piaciuto. Questo vecchietto, in stile Forrest Gumpp, che attraversa la storia, quella con la S maiuscola, che vive eventi straordinari senza mai esserne consapevole, alla fine mi p risultato simpatico; come tutta la allegra combriccola che si porta dietro. Mi è piaciuta molto anche quella sottile ironia, quel fine umorismo lasciato cadere tra le pagine quasi a caso, ma che ha dato quel tocco in più a questa bella favola moderna.

    Is this helpful?

    Iltiro said on Aug 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Geniale!inaspettatamente tragicomico...un romanzo che consiglierò a molti

    Is this helpful?

    Cherryberry said on Aug 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    piacevolissimo

    Esilarante e ironico come pochi altri. Jonasson ha una bella penna, intrisa di autoironia e grande intelligenza. Non si prende mai sul serio il protagonista di questa bizzarra vicenda, e forse il bello sta proprio in questo. Ho trovato esilaranti i p ...(continue)

    Esilarante e ironico come pochi altri. Jonasson ha una bella penna, intrisa di autoironia e grande intelligenza. Non si prende mai sul serio il protagonista di questa bizzarra vicenda, e forse il bello sta proprio in questo. Ho trovato esilaranti i punti in cui nei dialoghi il dare del lei è quasi macchiettato, parlando dell’interlocutore in terza persona. Bello anche come Jonasson cerchi di sdrammatizzare certi eventi tragici della storia del 20esimo secolo senza però cadere nell’inopportuno o nello stucchevole. A me è piaciuto molto, una lettura di pura evasione col sorriso sulle labbra.

    Is this helpful?

    Germano Dalcielo said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book