Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Di

3.7
(4798)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 429 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Svedese , Francese , Olandese , Danese , Tedesco , Portoghese , Norvegese , Spagnolo , Catalano , Chi tradizionale , Inglese , Islandese

Isbn-10: 8858706323 | Isbn-13: 9788858706329 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Umorismo

Ti piace Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Una commedia umoristica, dal ritmo vivace, talvolta forsennato".
Ordina per
  • 4

    Libro davvero molto divertente che mi ha ricordato due film: "Forrest Gump" per la "capacità" del protagonista di essere presente/fautore di alcuni momenti chiave della storia e "The Big Fish" di Tim ...continua

    Libro davvero molto divertente che mi ha ricordato due film: "Forrest Gump" per la "capacità" del protagonista di essere presente/fautore di alcuni momenti chiave della storia e "The Big Fish" di Tim Burton perchè si resta sempre col dubbio che le storie raccontate dal protagonista sono vere o meno. La storia è incentrata su Allan Karlsson, un anziano svedese che nel giorno del suo centesimo compleanno, decide di scappare dalla casa di riposo in cui trascorre i suoi giorni e dove gli avevano preparato una "sontuosa" festa di compleanno. L'anziano Allan non ha un piano prestabilito e decide di andare verso la stazione degli autobus dove fa la "conoscenza" di un giovinastro provvisto di una "misteriosa" valigia. Questo incontro darà il via ad una serie infinita di avventure tragicomiche e che porteranno Allan a conoscere diversi personaggi ognuno molto particolare e durante questo viaggio rievoca il suo incredibile passato. Da leggere!

    ha scritto il 

  • 2

    Sarà che forse mi aspettavo di più da questo libro dopo tutto lo scalpore che ha dato, a tratti mi ha divertito ma sono stati piu i moneti in cui mi sono annoiata e ho trovato la lettura lunga. Sincer ...continua

    Sarà che forse mi aspettavo di più da questo libro dopo tutto lo scalpore che ha dato, a tratti mi ha divertito ma sono stati piu i moneti in cui mi sono annoiata e ho trovato la lettura lunga. Sinceramente non so se lo consiglierei.

    ha scritto il 

  • 3

    Divertente

    Il libro trae (pesantemente) ispirazione da Forrest Gump: il centenario del titolo è uno svedese che, per una serie di peripezie, attraversa alcuni tra i maggiori eventi storici del '900 (guerra ci ...continua

    Il libro trae (pesantemente) ispirazione da Forrest Gump: il centenario del titolo è uno svedese che, per una serie di peripezie, attraversa alcuni tra i maggiori eventi storici del '900 (guerra civile spagnola, messa a punto della bomba atomica - sia americana che russa -, guerra di Corea, rivoluzione cinese, ecc) e ai giorni nostri evade dalla casa di riposo, uccide un paio di improbabili delinquenti e ruba una valigia con i proventi di un traffico di droga. Brioso, divertente, sgangherato, spesso assurdo, con qualche strafalcione storico (la bomba atomica su Hiroshima sganciata da un B52...) vale la pena leggerlo per passare qualche ora di svago assoluto staccando il cervello.

    ha scritto il 

  • 3

    Divertente ma non così divertente da lasciare il segno. Una lettura leggera. Poteva tranquillamente contare un centinaio di pagine in meno senza scontentare nessuno.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Il Candido moderno

    Il paragone col sommo Voltaire sembrerà ai più irriverente, ma questo arzillo vecchietto che ha attraversato nazioni, epoche, ideologie ed incontrato i relativi grandi esponenti della storia, vedendo ...continua

    Il paragone col sommo Voltaire sembrerà ai più irriverente, ma questo arzillo vecchietto che ha attraversato nazioni, epoche, ideologie ed incontrato i relativi grandi esponenti della storia, vedendo accadere di tutto intorno a sè (morire amici e nemici e distruggere intere città e progettare bombe atomiche in ogni luogo) senza mai perdere aplomb ed ottimismo, non può non ricordare il suo illustre e sfortunato predecessore. Laddove però Candido realizzava che non viveva nel migliore dei mondi possibili e finiva per rassegnarsi a coltivare il proprio giardino, l'arzillo Allan Karlsson decide che il mondo ovatatto della sua casa di riposo non fa per lui e parte per nuove mirabolanti avventure proprio il giorno del suo centenario... per finire a sorseggiare drink (senza ombrellino) su un'assolata spiaggia indonesiana! Quando si dice essere artefici (o meglio "artificieri") del proprio destino!!

    ha scritto il 

  • 5

    Romanzo che narra le vicende accadute proprio al centenario del titolo.
    È stato davvero una rivelazione: ironico, divertente e surreale ma in fondo anche vagamente istruttivo, se ci si lascia incurios ...continua

    Romanzo che narra le vicende accadute proprio al centenario del titolo.
    È stato davvero una rivelazione: ironico, divertente e surreale ma in fondo anche vagamente istruttivo, se ci si lascia incuriosire da quando narrato si può approfondire la storia dell'ultimo secolo. Ovviamente per chi la storia l'ha studiata, può essere un modo divertente per rivederla. E adesso a noi il film! Sperando non deluda.

    ha scritto il 

  • 4

    Ci voleva!

    Ho finalmente trovato in questo romanzo il libro leggero, divertente ma non banale e frivolo che da tempo mancava nella mia libreria; è una mini-maratona di eventi assurdi e iresistibili che trasporta ...continua

    Ho finalmente trovato in questo romanzo il libro leggero, divertente ma non banale e frivolo che da tempo mancava nella mia libreria; è una mini-maratona di eventi assurdi e iresistibili che trasportano la mente in posti ben lontani dalla noiosa routine del mondo quotidiano, è davvero una bellissima lettura adatta a chiunque in qualunque momento. super consigliato!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per