Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

Di

3.7
(4088)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 429 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Svedese , Francese , Olandese , Danese , Tedesco , Portoghese , Norvegese , Spagnolo , Catalano , Chi tradizionale , Inglese , Islandese

Isbn-10: 8858706323 | Isbn-13: 9788858706329 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Humor

Ti piace Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Una commedia umoristica, dal ritmo vivace, talvolta forsennato".
Ordina per
  • 3

    Questo libro mi è stato regalato e non è esattamente il mio genere, ma devo dire che è stato una lettura leggera e piacevole. Le avventure del protagonista sono assolutamente non realistiche, del rest ...continua

    Questo libro mi è stato regalato e non è esattamente il mio genere, ma devo dire che è stato una lettura leggera e piacevole. Le avventure del protagonista sono assolutamente non realistiche, del resto la trama è tutta giocata su una specie di domino di equivoci, ma devo dire che nel complesso mi ha divertita parecchio.

    ha scritto il 

  • 4

    Originale

    e anche divertente. L'unica pecca il saltare ogni tanto da un argomento all'altro, facendo perdere il filo grottesco insito nella tipologia narrativa.
    Da leggere. La prima parte fedelissima al film, p ...continua

    e anche divertente. L'unica pecca il saltare ogni tanto da un argomento all'altro, facendo perdere il filo grottesco insito nella tipologia narrativa.
    Da leggere. La prima parte fedelissima al film, poi completamente diverso

    ha scritto il 

  • 4

    Ecco come si fa ad arrivare a cent'anni

    ... con leggerezza, come Allan! dalla dinamite in poi, basta un goccetto e tutto si risolve! Lo stimo moltissimo! Questo libro mi ha fatto passare dei momenti sereni e leggeri, è divertentissimo e sur ...continua

    ... con leggerezza, come Allan! dalla dinamite in poi, basta un goccetto e tutto si risolve! Lo stimo moltissimo! Questo libro mi ha fatto passare dei momenti sereni e leggeri, è divertentissimo e surreale! Lo consiglio a tutti!

    ha scritto il 

  • 3

    Grottesco

    Libro grottesco e surreale, la storia di Allan Karlsson risulta decisamente assurda, ma è ottima per ridere e per svagarsi un po'. Ogni tanto c'è bisogno di evadere dalla realtà e prendere la vita con ...continua

    Libro grottesco e surreale, la storia di Allan Karlsson risulta decisamente assurda, ma è ottima per ridere e per svagarsi un po'. Ogni tanto c'è bisogno di evadere dalla realtà e prendere la vita con un po' di leggerezza. Consigliato.

    ha scritto il 

  • 5

    What a hilarious, crazy adventure! At first I thought it'd be just an absurd story of an old person being chased around by clumsy criminals and then pursued by ineffective police, but it turns out to ...continua

    What a hilarious, crazy adventure! At first I thought it'd be just an absurd story of an old person being chased around by clumsy criminals and then pursued by ineffective police, but it turns out to be much more than that. In fact it's like taking a tour of the world's major historical moments, in the style of Forrest Gump, but way more ambitious! Of course it's totally unbelievable, but what a joy reading the story!

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo, divertentissimo

    L'ho letto tutto di un fiato, mi ha fatto ridere e mi ha fatto riflettere.
    Ambientazioni al limite dell'inverosimile (forse già oltrepassato il limite) ma gli si perdona tutto per il senso, alla fine ...continua

    L'ho letto tutto di un fiato, mi ha fatto ridere e mi ha fatto riflettere.
    Ambientazioni al limite dell'inverosimile (forse già oltrepassato il limite) ma gli si perdona tutto per il senso, alla fine profondo, del messaggio che viene lanciato: la vita va vissuta con leggerezza, tanto le cose succedono tuo malgrado, e se le vivi con leggerezza potresti persino guadagnarci :)

    ha scritto il 

  • 4

    Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Jonas Jonasson

    Libro del Mese di Maggio 2015
    www.ilclubdellibro.it

    SINOSSI
    Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare la ricorrenza in pompa magna, con tutte l ...continua

    Libro del Mese di Maggio 2015
    www.ilclubdellibro.it

    SINOSSI
    Allan Karlsson compie cento anni e per l'occasione la casa di riposo dove vive intende festeggiare la ricorrenza in pompa magna, con tutte le autorità. Allan, però, è di un'altra idea. Così decide, di punto in bianco, di darsela a gambe. Con le pantofole ai piedi scavalca la finestra e si dirige nell'unico luogo dove la megera direttrice dell'istituto non può riacciuffarlo, alla stazione degli autobus, per allontanarsi anche se non sa bene verso dove. Nell'attesa del primo pullman in partenza, Allan si imbatte in un ceffo strano, giovane, biondo e troppo fiducioso che l'attempato Allan non sia capace di colpi di testa. Non potendo entrare nella piccola cabina della toilet pubblica insieme all'ingombrante valigia cui si accompagna, il giovane chiede ad Allan, con una certa scortesia, di vigilare bene che nessuno se ne appropri mentre disbriga le sue necessità. Mai avrebbe pensato, il biondo, quanto gli sarebbe costata questa fiducia malriposta e quella necessità fisiologica. La corriera per-non-si-sa-dove sta partendo, infatti. Allan non può perderla se vuole seminare la megera che ha già dato l'allarme, e così vi sale, naturalmente portando con sé quella grossa, misteriosa valigia. E non sa ancora che quel biondino scialbo è un feroce criminale pronto a tutto per riprendersi la sua valigia e fare fuori l'arzillo vecchietto. Un centenario capace di incarnare i sogni di ognuno, pronto a tutto per non lasciarsi scappare questo improvviso e pericoloso dono del destino.

    RECENSIONE
    Allan Karlsson compie 100 anni, e anziché partecipare alla festa organizzata dalla casa di riposo in cui vive, decide saltare dalla finestra e scappare. Da questo momento, per lui, inizia una serie di avventure incredibili e spiazzanti: ruba la valigia a un giovane biondo; sale sul primo autobus che gli capita; arriva in uno sperduto villaggio dove incontra Julius; scopre però che il giovane biondo a cui ha rubato la valigia è affiliato ad una banda criminale e lo sta inseguendo; i due per sfuggirgli lo uccidono e scoprono che la valigia rubata contiene 52 milioni di corone svedesi; dunque continuano la loro fuga fino a Bali, dove Allan troverà l’amore nell’ottantenne Amanda. Jonas Jonasson crea una favola moderna, anche attraverso l’uso continuo di flashback, nei quali si raccontano le avventure che il giovane Karlsson ha vissuto nel corso della sua vita, anch’esse al limite della realtà, e le quali, spesso, hanno avuto esiti imprevisti. Quello che ne esce è la descrizione di un vecchietto vivace che con simpatia e ironia ci spinge a pensare alla condizione della terza età, al fatto che non può essere sufficiente provvedere ai soli loro bisogni materiali ma è necessario cercare di far sentire queste persone ancora protagoniste della vita, far sentire loro che la vita è ancora nelle loro mani. Soprattutto oggi, in un mondo dominato dal valore del vigore e della forza fisica.

    RECENSIONE A CURA DI PORTHOSEARAMIS

    ha scritto il 

Ordina per