Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cervello

Istruzioni per l'uso

Di

Editore: Bollati Boringhieri

4.0
(43)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 315 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 883392047X | Isbn-13: 9788833920474 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giuliana Olivero

Genere: Education & Teaching , Health, Mind & Body , Science & Nature

Ti piace Il cervello?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Per convenzione, la linea Homo comincia con Homo habilis – creatura di cui non sappiamo quasi nulla, se non che la sua massa cerebrale aveva più o meno le dimensioni di un’arancia – e termina con Homo sapiens, cioè noi. Non siamo a conoscenza di nessuna ragione convincente che possa spiegare perché, all’incirca due milioni di anni fa, il nostro cervello abbia improvvisamente incominciato a crescere. Come che sia, un cervello voluminoso è un organo molto esigente. Il nostro, in particolare: pur costituendo appena il 2 per cento della massa corporea, divora il 20 per cento dell’energia disponibile. Sappiamo molte cose, sul nostro cervello, ma è ancora troppo poco. Come funziona? Di che cosa ha bisogno per funzionare al meglio? Perché è in grado di imparare perfettamente le cose più disparate? Perché è così facile dimenticarle? La maggior parte di noi non lo sa. John Medina, biologo molecolare di fama internazionale, per anni ha svolto ricerche sulle misteriose connessioni tra cromosomi e funzioni mentali, tra geni e comportamento. La ricerca in questo specifico campo, cioè dentro il più sofisticato sistema di trasferimento di informazioni a noi noto (stiamo sempre parlando del nostro cervello), corrisponde all’attraversamento di uno dei più affascinanti territori intellettuali che si conoscano.
In questo suo libro sorprendente, sulla base delle cognizioni più avanzate e dell’analisi di casi concreti, John Medina vi si aggira con vivacità narrativa presentandoci vari aspetti, o «regole» – dodici, per l’esattezza –, relative al funzionamento del cervello. Ogni argomento (esercizio fisico, sopravvivenza, connessioni neurali, attenzione, memoria a breve e lungo termine, sonno, stress, integrazione sensoriale, vista, genere, esplorazione), che Medina presenta con humour garbato nei passaggi più tecnici, fornisce idee di applicazione nella vita di tutti i giorni, in particolare sul lavoro e a scuola. Alla fine, ci accorgeremo che questo libro tiene fede alle promesse e che rende conto delle immense potenzialità del nostro cervello e dei modi più efficaci per utilizzarle.
Ordina per
  • 4

    Geniale come è tradotto in semplice qualcosa di molto complesso

    E' un libro che parla di cervello, psicologia e neuroscienze. La cosa spettacolare di questo libro è il miracolo di John Medina, ovvero la capacità di fare passare concetti assolutamente complicati come concetti semplici, con esempi e metafore. http://goo.gl/XgKSvz


    Il libro è suddiviso in ...continua

    E' un libro che parla di cervello, psicologia e neuroscienze. La cosa spettacolare di questo libro è il miracolo di John Medina, ovvero la capacità di fare passare concetti assolutamente complicati come concetti semplici, con esempi e metafore. http://goo.gl/XgKSvz

    Il libro è suddiviso in 12 regole:

    ■ esercizio fisico
    ■ sopravvivenza
    ■ connessioni
    ■ attenzione
    ■ memoria a breve termine
    ■ memoria a lungo termine
    ■ sonno
    ■ stress
    ■ integrazione sensoriale
    ■ vista
    ■ genere
    ■ esplorazione

    ha scritto il 

  • 5

    Brillante pubblicazione sul funzionamento del cervello

    Una utilissima pubblicazione. Pur basandosi su solidi riferimenti scientifici, si tratta di un agile e chiaro strumento divulgativo sul funzionamento del cervello umano. Particolarmente efficaci i capitoli centrali sui meccanismi legati alla memoria. Davvero brillante.

    ha scritto il 

  • 4

    Panoramico

    Il libro è una semplice panoramica, poi se si vuole approfondire bisogna cercare altri libri. Sull'apprendimento dei bambini a cui è dedicato un capitolo lo stesso autore ha scritto un libro.
    Direi che ogni capitolo meriterebbe un libro.
    Ad ogni modo la lettura è molto interessante e ...continua

    Il libro è una semplice panoramica, poi se si vuole approfondire bisogna cercare altri libri. Sull'apprendimento dei bambini a cui è dedicato un capitolo lo stesso autore ha scritto un libro.
    Direi che ogni capitolo meriterebbe un libro.
    Ad ogni modo la lettura è molto interessante e scorrevole.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante

    “Dopo i primi dieci minuti di una lezione o di una presentazione, il cervello stacca la spina. È dunque importante sapere che ogni dieci minuti bisogna lanciare all’uditorio un ‘amo’, per esempio un aneddoto, che susciti emozioni come il riso, l'incredulità o la paura”.


    Questo è solo un es ...continua

    “Dopo i primi dieci minuti di una lezione o di una presentazione, il cervello stacca la spina. È dunque importante sapere che ogni dieci minuti bisogna lanciare all’uditorio un ‘amo’, per esempio un aneddoto, che susciti emozioni come il riso, l'incredulità o la paura”.

    Questo è solo un esempio delle tante cose interessanti citate in questo libro che tratta del cervello e del suo funzionamento.
    Si sanno ancora poche cose del cervello, ma negli ultimi anni sono state fatte molte scoperte interessanti, tra le quali il fatto che i neuroni possono continuare a formarsi anche in età avanzata se adeguatamente stimolati. Il segreto è tenere il cervello in allenamento: leggere, essere curiosi e pensare aiuta a rinforzare le connessioni neuronali.
    Un altro aspetto importante per il cervello è l’esercizio fisico. Medina consiglia di fare attività fisica almeno due o tre volte la settimana, per trenta minuti alla volta. Secondo gli studi fatti le persone che praticano attività fisica abbassano il rischio di demenza senile e di contrarre l’Alzheimer.
    Il sonno è un altro ingrediente importante per il cervello, tanto che non solo è necessario dormire abbastanza durante la notte, ma sarebbe utile anche un riposino pomeridiano per migliorare le nostre prestazioni cerebrali.
    Importante anche sapere che i ricordi sono legati alle emozioni e che quindi rimangono impressi nella nostra mente tanto più sono legati a fattori emozionali di un dato avvenimento. A distanza di molti anni si può ricordare perfettamente una giornata, o un episodio, in cui siamo stati coinvolti nei nostri affetti più cari.

    Interessante il discorso del multitasking, cui tutti noi siamo costretti durante le nostre giornate.
    “Il nostro sistema cognitivo non è per nulla adatto a questo. Se riceviamo una e-mail mentre stiamo scrivendo una relazione, la corteccia prefrontale anteriore deve disimpegnarsi delle ‘regole di scrittura della relazione’ che aveva attivato all'inizio del lavoro e lanciare al cervello un messaggio di attivazione delle ‘regole per leggere l'e-mail e rispondere’, compito che richiede alcuni decimi di secondo e che non può sovrapporsi all'altro, ma va eseguito in maniera sequenziale. Questo succede a ogni interruzione: alla fine impieghiamo il 50% in più del tempo per portare a termine un compito, con il 50% in più di errori”.
    Non facciamoci quindi interrompere dalle e-mail, dal telefono e dal cellulare, se possibile.

    Un bel libro interessante, scritto bene, divulgativo. Anche se a volte, applicando la regola della ripetizione per migliorare l’apprendimento, diventa un pochino noioso…

    ha scritto il 

  • 4

    Le frontiere della ricerca neuroscientifica

    in dodici capitoli che analizzano vari aspetti del funzionamento del cervello umano, con alcune regole chiave per utilizzarne al meglio le potenzialità. Il capitolo sulle differenze di genere vale da solo la lettura del libro. E l'ultimo, quello sull'apprendimento e la centralità della curiosità, ...continua

    in dodici capitoli che analizzano vari aspetti del funzionamento del cervello umano, con alcune regole chiave per utilizzarne al meglio le potenzialità. Il capitolo sulle differenze di genere vale da solo la lettura del libro. E l'ultimo, quello sull'apprendimento e la centralità della curiosità, a tratti, è riuscito perfino a commuovermi.

    ha scritto il 

  • 0

    tutto sommato, se si conosce un poco l'inglese, è meglio leggere il libro nella lingua d'origine: non si capirà tutto ma almeno si apprezzerà lo stile guizzante di medina (tra l'altro, anche la traduzione del titolo non mi convince: l'originale brain rules ha un double meaning: le regole del cerv ...continua

    tutto sommato, se si conosce un poco l'inglese, è meglio leggere il libro nella lingua d'origine: non si capirà tutto ma almeno si apprezzerà lo stile guizzante di medina (tra l'altro, anche la traduzione del titolo non mi convince: l'originale brain rules ha un double meaning: le regole del cervello ed il cervello governa, che nella resa italiana si perde completamente)

    ha scritto il 

  • 3

    Un titolo un po' fuorviante

    Leggete questo libro se vi interessa capire alcune basi del funzionamento del cervello: memoria, attenzione, riposo, stress, la sensorialità.
    Non aspettatevi invece una gran dotazione di consigli pratici, come il titolo lascia intendere.
    Più che per l'uso, si tratta di istruzioni per ...continua

    Leggete questo libro se vi interessa capire alcune basi del funzionamento del cervello: memoria, attenzione, riposo, stress, la sensorialità.
    Non aspettatevi invece una gran dotazione di consigli pratici, come il titolo lascia intendere.
    Più che per l'uso, si tratta di istruzioni per comprendere il funzionamento della mente.
    Medina è un capace divulgatore, e la lettura scorre facile malgrado la complessità della materia.
    Se però siete abituati alla lettura di saggi, la comunicativa e il divagare di esempi può risultare a volte stucchevole e dispersivo.
    Un'ottima introduzione alla materia comunque.

    ha scritto il