Il circolo delle ingrate

Voto medio di 235
| 53 contributi totali di cui 50 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Anna coltiva un unico, profondo desiderio: essere indipendente. E invece, orfana e costretta a vivere a carico della ricca cognata - a sua volta mossa dal solo desiderio di maritarla al miglior partito su piazza e togliersela di torno -, Anna rifiuta ...Continua
Lisbeth*
Ha scritto il 28/08/17
Devo dire che mi è piaciuto. Il personaggio di Anna è costruito molto bene ed è davvero gradevole, così come quello di Axel (che ho amato dal primo momento). Ho dato 3 stelline e mezza e non 4 solo perchè è estremamamente, direi quasi insopportabilme...Continua
  • 1 mi piace
Erika
Ha scritto il 27/07/17
Con la Von Arnim è sempre un piacere

La prima parte deliziosa come nello stile della Von Arnim... Nella seconda qualche lungaggine che a mio parere avrebbe potuto essere evitata. Non quanto Un incantevole aprile, ma comunque piacevole.

La verde Monica
Ha scritto il 02/06/17
Si conferma essere una grande scrittrice ElizabethVon Arnim, almeno per me! In questo libro, con meno "leggiadria" rispetto ad altri, ritroviamo i temi cari all'autrice. Quel miscuglio di voglia di libertà ed indipendenza, ma anche il desiderio di am...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Danilibera
Ha scritto il 17/01/17
Letto curiosamente su consiglio. Piacevole e più arguto di quanto il tema e l'ambientazione facciano pensare. La Von Armin con la penna e con la descrizione dei tipi umani sa giocare di fioretto. E taglia senza pietà! Una Jane Austin con più senso de...Continua
Romina Angelici
Ha scritto il 03/07/16
Se il problema fossero state solo le ingrate...
Sono ancora indecisa su come definire questo romanzo: un libro sulla cattiveria umana e la crudeltà della vita o sulla gioia di vivere e i nobili sentimenti? So che fino ad un certo punto mi ero divertita poi con cinismo spietato sono stata disillusa...Continua
  • 2 mi piace

Camelia
Ha scritto il Aug 05, 2013, 10:50
In futuro sarebbe stata più saggia: avrebbe goduto di tutto ciò che c’era da godere, amato tutto ciò che c’era da amare e chiuso gli occhi davanti al resto.
Camelia
Ha scritto il Aug 05, 2013, 10:48
Ma che gelo e purezza celestiali là fuori! Si sporse dalla finestra respirando boccate avide, mentre il sole di marzo le batteva sul capo. Il giardino, uno spiazzo trascurato di erba incolta e grandi alberi, sfavillava di gocce di pioggia; ora la str...Continua
Camelia
Ha scritto il Aug 05, 2013, 10:47
Quando, all'etá di venticinque anni, Anna Estcourt cominciò a chiedersi se il piacere ricavabile dalla vita ne compensasse il tedio, accadde una cosa meravigliosa

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi