Chesterton non è solo l'inventore del popolarissimo Padre Brown, ma anche il creatore della figura centrale del Club dei Mestieri Stravaganti: Basil Grant. Questi è un ex giudice che abita in una soffitta e che indaga su tutti i sei casi ... Continua
Ha scritto il 23/11/15
All' inizio molto originale e divertente...poi si ripete molto ed ogni capitolo diventa prevedibile e scontato. Non aggiungo altro.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 10/02/15
Nessun delitto nelle storie raccolte qui da Gilbert K. Chesterton, ma mistero, suspense, intelligenza e tanta ironia grazie ad agenti immobiliari arborei, attaccabottoni professionisti, fornitori di avventure romanzesche, giudici di tribunali morali ..." Continua...
  • 1 commento
Ha scritto il 24/08/12
Qualcuno avrebbe dovuto ricordare al traduttore che, in italiano, l'uso del pronome personale soggetto è facoltativo...
Ha scritto il 09/07/12
...I misteri/mestieri stravaganti svelati dall'ex giudice Basil Grant, personaggio enigmatico a volte preso per matto ma con uno spirito d'osservazione fuori dal normale. Un libro che si legge volentieri e senza fatica, il cui linguaggio ricco di ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/03/12
Veramente stravagante! L'anti Sherlock Holmes per eccellenza...solo che quest'ultimo è insuperabile! Storie parecchio assurde e pure abbastanza noiose, un peccato perchè l'idea alla base è simpatica...Chesterton però credo abbia peccato un po' ..." Continua...

Ha scritto il Aug 02, 2016, 12:39
"La sua logica è straordinariamente lucida e fredda e invariabilmente lo porta fuori strada. Ma all'improvviso interviene la poesia in lui a riportarlo in carreggiata" .
Pag. 121
Ha scritto il Aug 02, 2016, 12:38
"la vostra tesi non presuppone soltanto che esista una verità [...] separata dai fatti, ma implica anche che la scoperta di questa verità sia completamente preclusa a causa dei fatti stessi".
Pag. 106
Ha scritto il Aug 02, 2016, 12:38
"Non vedo che ci sia di stupido o di rozzo nell'ululare alla luna o nell'aver paura degli spiriti maligni di notte. Mi sembra anzi molto filosofico. Perché mai chi intuisce il mistero, l'abisso stesso dell'esistenza, deve essere tenuto in conto ... Continua...
Pag. 104
Ha scritto il Aug 02, 2016, 12:37
E' della nostra natura inseguire sempre ciò che svanisce e tanto più apprezzare le cose quanto più esse ci sfuggono.
Pag. 91
Ha scritto il Aug 02, 2016, 12:37
"La verità deve necessariamente essere più strana della finzione", disse Basil placidamente, "perché la finzione è una creazione della mente e dunque le è congeniale".
Pag. 77

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi