Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il codice Rebecca

Di

Editore: Mondadori

3.7
(2578)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Norvegese , Portoghese , Olandese , Danese , Polacco , Ungherese

Isbn-10: 8804518383 | Isbn-13: 9788804518389 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. Bonomi

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il codice Rebecca?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nord Africa, estate 1942. Il generale Rommel, la "volpe del deserto", ha accerchiato le truppe britanniche e sembra a un passo dalla vittoria finale. Ha un'arma segreta: una spia assolutamente fuori dal comune, Alex Wolff, che gli comunica direttamente i piani segreti dell'esercito di Sua Maestà servendosi di un invincibile sistema cifrato, il codice Rebecca. La Germania nazista avrà dunque il sopravvento? Così sembra, a meno che non si riesca a bloccare Wolff e a carpirgli la chiave del codice. L'unico che può farlo è un ufficiale inglese, il maggiore Vendam, nelle cui mani sono le sorti dell'umanità...
Ordina per
  • 2

    Il mio primo Ken Follett. Piuttosto deludente, mi aspettavo di più. Avvincente all'inizio, ma a lungo andare piuttosto banale e scontato. Nei dialoghi amorosi troppa melassa per i miei gusti. E in generale uno stile che non mi ha convinta.

    ha scritto il 

  • 5

    The Key to Rebecca

    Siamo nel 1942, in estate, e Rommel soprannominato la “volpe del deserto” sta mietendo successi ripetuti attraverso i posti più sperduti del nord Africa.
    Questo generale tedesco sembra a dir poco imbattibile, ma a quanto pare la sua arma segreta è una spia davvero particolare che si fa chia ...continua

    Siamo nel 1942, in estate, e Rommel soprannominato la “volpe del deserto” sta mietendo successi ripetuti attraverso i posti più sperduti del nord Africa.
    Questo generale tedesco sembra a dir poco imbattibile, ma a quanto pare la sua arma segreta è una spia davvero particolare che si fa chiamare Alex Wolff.
    Questa spia ha un compito davvero importante, si deve impadronire di tutti i piani strategici dell’esercito britannico e comunicarli per tempo al generale attraverso un codice segreto che ha come chiave un romanzo intitolato “Rebecca”.
    La Germania nazista sta per prendere il sopravvento, e solo l’aiuto di un valoroso ufficiale inglese di nome Vandam può far cambiare le sorti della guerra altrimenti saranno davvero disastrose.
    Vandam dovrà provarle tutte per poter impedire il peggio e cercherà in tutti i modi di rubare ad Alex la chiave del codice segreto.
    Si tratta di un thriller ricco di suspense e magnificenza.
    Lo stile è sempre impeccabile e la storia è stata ben congeniata.
    L’ambientazione è a dir poco stupenda ed a tratti sembra quasi di trovarsi tra le vie del Cairo o tra le dune del deserto.
    Ken Follett con la sua bravura riesce a far immergere completamente il lettore nella scena.
    L’autore inoltre è riuscito ad inserire una piccola storia d’amore che fa scoprire il suo lato migliore proprio alla fine del romanzo.

    Un libro tutto da gustare, magari sdraiati in spiaggia con una buona bibita fresca di fianco.

    Buona lettura a tutti!

    ha scritto il 

  • 4

    E' il primo libro di Ken Follett che ho letto ma posso dire che l'autore è riuscito perfettamente a tenere desta la mia attenzione: una bella trama ricca di colpi di scena e anche se è un po' sbrigativa nella parte finale si tratta comunque di un bel libro che tiene incollati alle sue pagine. Spl ...continua

    E' il primo libro di Ken Follett che ho letto ma posso dire che l'autore è riuscito perfettamente a tenere desta la mia attenzione: una bella trama ricca di colpi di scena e anche se è un po' sbrigativa nella parte finale si tratta comunque di un bel libro che tiene incollati alle sue pagine. Splendida l'ambientazione e la descrizione dei personaggi.

    ha scritto il 

  • 5

    Il Codice Rebecca, dal famoso romanzo di Daphne Du Maurier, è il linguaggio cifrato con il quale una spia dei tedeschi, Alex Wolff - nome arabo Achmed Rahmaha - trasmette le sue preziose informazioni al proprio comando. Esse saranno utilissime per rendere ancor più travolgente l'avanzata del Gene ...continua

    Il Codice Rebecca, dal famoso romanzo di Daphne Du Maurier, è il linguaggio cifrato con il quale una spia dei tedeschi, Alex Wolff - nome arabo Achmed Rahmaha - trasmette le sue preziose informazioni al proprio comando. Esse saranno utilissime per rendere ancor più travolgente l'avanzata del Generale Rommel che, nella Seconda Guerra Mondiale, si sta coprendo di gloria nel deserto nordafricano a danno degli inglesi. Dopo il feroce assassinio di un caporale, a dargli la caccia è l'ufficiale William Vandam il quale si mette sulle tracce di prostitute, di beduini, di denaro falso e di tutta la rete di coperture e complicità di cui gode il proprio inafferrabile nemico. Un romanzo thriller bellissimo e mozzafiato, che non smette mai di riservare sorprese di ogni tipo e che affianco all'abilità di stupire, mostra anche la capacità di descrivere mirabilmente e fedelmente situazioni e luoghi, soprattutto in Egitto, degli anni Quaranta del secolo scorso.

    ha scritto il 

  • 2

    Deserto, amore, avventura e una spruzzata di sesso

    Ai livelli del peggiore Wilbur Smith; c'è persino un accenno delle 50 sfumature di grigio ante litteram, ovviamente.
    In una parola, come diciamo qui in Piemonte, una boiata.
    Peccato, è la prima volta che questa collana, che è stata diretta da Dazieri, mi riserva una delusione così coc ...continua

    Ai livelli del peggiore Wilbur Smith; c'è persino un accenno delle 50 sfumature di grigio ante litteram, ovviamente.
    In una parola, come diciamo qui in Piemonte, una boiata.
    Peccato, è la prima volta che questa collana, che è stata diretta da Dazieri, mi riserva una delusione così cocente. Si vede che l'autore davvero non riesce a fare di meglio.
    D'altronde anni fa avevo letto The hornet flight ed era anch'esso poco più di un fumetto (scadente, con tutto il rispetto per i fumetti che talvolta nascondono capolavori)

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo abbastanza noioso, che ricalca, mutatis mutandis, la cruna dell'ago. I colpi di scena che ci conducono a un previsto finale tengono il posto degli effetti speciali laddove la storia inizia a perdere di spessore. Interessanti gli inserti sugli ufficiali egiziani ribelli (cenno a Nasser, sp ...continua

    Romanzo abbastanza noioso, che ricalca, mutatis mutandis, la cruna dell'ago. I colpi di scena che ci conducono a un previsto finale tengono il posto degli effetti speciali laddove la storia inizia a perdere di spessore. Interessanti gli inserti sugli ufficiali egiziani ribelli (cenno a Nasser, spot su Sadat che fu effettivamente imprigionato durante la seconda guerra mondiale per aver cercato un'alleanza con i tedeschi per cacciare gli inglesi dall'Egitto).

    ha scritto il 

Ordina per