Il codice del quattro !! SCHEDA DOPPIA !!

Di ,

Editore: Mondolibri

3.2
(2958)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Catalano , Tedesco , Portoghese , Olandese , Svedese , Turco , Finlandese , Polacco

Isbn-10: A000011900 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Mistero & Gialli

Ti piace Il codice del quattro !! SCHEDA DOPPIA !!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Scheda DOPPIA, da non aggiungere nella propria libreria.

La scheda corretta dell'edizione Mondolibri si trova qui:

http://www.anobii.com/books/Il_codice_del_quattro/0175a22b3369168b18/
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Ottimo passatempo, finale inaspettato.

    Storia di un'amicizia di un paio di universitari, tra i quali uno di loro eccelle particolarmente.
    Nonostante il passato che lega in modo più specifico due di loro continui a ripresentarsi, il mistero ...continua

    Storia di un'amicizia di un paio di universitari, tra i quali uno di loro eccelle particolarmente.
    Nonostante il passato che lega in modo più specifico due di loro continui a ripresentarsi, il mistero che avvolge un testo in particolare sul cui studio il ragazzo sta scrivendo la sua tesi di laurea, aleggia nell'aria e quasi ossessione chiunque se ne avvicini.
    Il tutto verrà poi sciolto, ma il finale è di certo inatteso e dal risvolto dolciastro.

    ha scritto il 

  • 3

    Sono perplessa.....ho fatto molto fatica a continuare la lettura,....lenta e noiosa per almeno la metà del libro....poi ho continuato volentieri.
    Trama un po' contorta. Nonostante tutto mi è piaciuto ...continua

    Sono perplessa.....ho fatto molto fatica a continuare la lettura,....lenta e noiosa per almeno la metà del libro....poi ho continuato volentieri.
    Trama un po' contorta. Nonostante tutto mi è piaciuto.

    ha scritto il 

  • 3

    Un misterioso libro del Rinascimento italiano viene passato al vaglio da due studenti universitari di Princeton che cercano di svelarne l’arcano. Ma non sono i soli a cui interessa. E ben presto si ac ...continua

    Un misterioso libro del Rinascimento italiano viene passato al vaglio da due studenti universitari di Princeton che cercano di svelarne l’arcano. Ma non sono i soli a cui interessa. E ben presto si accorgeranno che invidia e brama possono spingere le persone a gesti insensati.
    Un libro che parla dell’amore per i libri che può tramutarsi in ossessione, ma soprattutto di rapporti umani. Amicizia, amore, ossessione, sono i temi centrali di questo libro, che ci condurrà in un viaggio nel tempo dalla Firenze rinascimentale al giorno d’oggi, attraverso i grandi pensatori del passato in una caccia alla verità senza pari.

    ha scritto il 

  • 4

    Una bella sorpresa!

    Ne ho sentito parlare anni e anni fa, e subito me ne dimenticai. Me lo sono ritrovato su una bancarella, a 1 euro, un'occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire, e 1 euro tutto sommato è un val ...continua

    Ne ho sentito parlare anni e anni fa, e subito me ne dimenticai. Me lo sono ritrovato su una bancarella, a 1 euro, un'occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire, e 1 euro tutto sommato è un valore irrisorio anche per il peggiore dei libri. Si è rivelato l'euro meglio speso in tutta la mia vita, per un libro che segue un filone ormai scadente, trito e ritrito, a cui resto ben poco da dire, ma facendolo in un modo originalissimo! Lo spunto è originale, la trama è semplice, banalotta, senza particolari sorprese o colpi di scena, ma per essere uno di quei thriller da spiaggia, è dannatamente ben scritto! Con tanti aneddoti interessati, un'ottima introspezione dei personaggi, e un amore vero e viscerale per la materia raccontata. Una bella sorpresa, da leggere per chi ama il Rinascimento italiano.

    "Come tutte le cose dell'universo, sin dalla nascita, anche noi siamo destinati ad allontanarci gli uni dagli altri. Il tempo è il solo metro con cui misuriamo la separazione. Se siamo solo particelle fluttuanti nel mare della distanza, esplose da un nucleo originale, ci deve essere una spiegazione scientifica per la nostra solitudine".

    ha scritto il 

  • 4

    Il codice del quattro

    Un thriller complesso e atipico dove il gioco viene gestito tutto da un libro scritto da un principe 500 anni fa. Inutile cercare di interpretare gli indovinelli e i disegni che ci vengono proposti, l ...continua

    Un thriller complesso e atipico dove il gioco viene gestito tutto da un libro scritto da un principe 500 anni fa. Inutile cercare di interpretare gli indovinelli e i disegni che ci vengono proposti, l'unica è goderci l'estenuante ostinata ricerca della soluzione di Paul e Tom (studenti di Princeton).

    ha scritto il 

  • 1

    Il codice della noia

    Difficile trovare un testo più slegato, insulso, statico e soporifero di questo, soprattutto se lo si è affrontato pensando ad una lettura intelligente e veloce.
    Personaggi monodimensionali, che non s ...continua

    Difficile trovare un testo più slegato, insulso, statico e soporifero di questo, soprattutto se lo si è affrontato pensando ad una lettura intelligente e veloce.
    Personaggi monodimensionali, che non si riesce a visualizzare, tanto sono privi di consistenza psicologica e persino fisica.
    Eventi irragionevoli, paradossali, privi di continuità temporale e di coerenza emozionale e logica.
    Un pasticcio velleitario, insomma, visto anche lo stile sofisticato e cerebrale che viene utilizzato dagli autori, dove si mescolano episodi da romanzo di formazione (in ambito claustrofobicamente scolastico) e momenti di indagine storico-misterica sulla falsariga di altri altrettanto sciagurati "codici" che hanno infestato la letteratura popolare degli ultimi anni.
    Un libro da evitare, per la sua piattezza e per la mancanza assoluta di stimoli, convinto come sono che in questo insulso sottogenere di thriller si possano facilmente trovare titoli meglio concepiti, a partire da quelli dello stesso Dan Brown, se poprio ci vogliamo così poco bene.

    ha scritto il 

  • 2

    ....un mese e mezzo per finirlo, dà già indicazioni circa quanto l'ho apprezzato, comunque cito dalle ultime pagine:
    "Immagina che il presente sia semplicemente il riflesso del futuro. Immagina di pas ...continua

    ....un mese e mezzo per finirlo, dà già indicazioni circa quanto l'ho apprezzato, comunque cito dalle ultime pagine:
    "Immagina che il presente sia semplicemente il riflesso del futuro. Immagina di passare tutta la vita a fissare uno specchio in cui si riflette il futuro che si trova alle tue spalle, vedendolo solo come riflesso del presente. Qualcuno potrebbe pensare che sia più facile guardare il domani direttamente, voltando le spalle allo specchio. ma così facendo, senza neppure accorgersene, perderebbe il punto di vista con cui ha osservato il mondo sino a quel momento. Infatti non vedrebbe mai il proprio rriflesso. Se volgiamo le spalle allo specchio, nel nostro futuro non incontreremo mai noi stessi.".........per carità! Probabilmente il mio pragmatismo o, ancora più probabilmente il mio egocentrismo mi impedisce di vedere altro altro che me stessa quando mi rifletto in uno specchio............ :-)

    ha scritto il 

  • 4

    Strano

    Cioè, all'inizio volevo liberarmene, era lento e poco coinvolgente, poi leggendolo la trama si è fatta via via più scorrevole, ricca di colpi di scena ed appassionante. A 1/3 del libro avrei dato fors ...continua

    Cioè, all'inizio volevo liberarmene, era lento e poco coinvolgente, poi leggendolo la trama si è fatta via via più scorrevole, ricca di colpi di scena ed appassionante. A 1/3 del libro avrei dato forse e dico forse 2 stelline ma ora che l'ho finito mi manca parecchio.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per