Il codice dell'anima

Carattere, vocazione, destino

Voto medio di 757
| 88 contributi totali di cui 84 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 24/07/17
La teoria esposta è interessante, ma quanto alle argomentazioni di sostegno talvolta le ho trovate traballanti e contradditorie.... e soprattutto mi ha infastidito che le esemplificazioni si basino sempre su personaggi famosi.
Ha scritto il 28/04/17
La ghianda
Non conoscevo Hillman prima di leggere questo libro. Mi interesso di psicologia e l'ho studiata molto all'università, così rientra spesso come scelta nelle mie letture. Con Hillman credevo di trovarmi di fronte ad un testo sui generis, ma mi sono ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 22/07/16
Del rapporto tra rifiuto e conoscenza
Non è facile scrivere una recensione di un saggio così denso e mosso da una motivazione così forte da parte dell'autore: forse ha a che fare con la sua ghianda verrebbe da pensare dopo averlo letto.La teoria che porta avanti è affascinante e ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 25/05/16
Uno strizzacervelli che spara a zero contro gli strizzacervelli, anteponendo Platone al Prozac (o al Ritalin) è decisamente suggestivo.Tutta la pars destruens del libro, del resto, è affascinante, specialmente là dove si proclama che noi non ..." Continua...
Ha scritto il 17/02/16
Sostituire una teleologia debole con una teleologia forte

Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:04
Lasciamoci dunque la Mamma alle spalle, dove peraltro sta sempre, grande idolo silenzioso al centro della scena sul cui sfondo si svolgono le biografie raccontate in questo libro.
Pag. 93
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:03
Il daimon svolge la sua funzione di ‘promemoria’ in molti modi. Ci motiva. Ci protegge.Inventa e insiste con ostinata fedeltà. Si oppone alla ragionevolezza facile, ai compromessi e spesso obbliga il suo padrone alla devianza e alla bizzarria, ... Continua...
Pag. 60
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:02
Lo spediscono in qualche avamposto della ricerca nelle remote colonie della magia, della religione e della follia.
Pag. 26
Ha scritto il Apr 05, 2017, 21:00
Non bisogna avere paura delle parole altisonanti. Esse non sono vuote; semplicemente, sono state abbandonate, e vanno riabilitate.
Pag. 25

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi