Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il colombre

e altri racconti

Di

Editore: Mondadori Scuola

4.1
(432)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo

Isbn-10: 8804252588 | Isbn-13: 9788804252580 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Erica Gadola

Disponibile anche come: Tascabile economico , Copertina rigida , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il colombre?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Buzzati è sempre Buzzati

    Che io adoro. Quindi sono di parte!!!

    Una raccolta di racconti. L'ennesima.
    Fra tutti spicca IL COLOMBRE, ma ce ne sono di altrettanto belli. Faccio fatica a preferire questo o quello.

    Solita scrittura semplice e molto incisiva di Buzzati, ciò c ...continua

    Buzzati è sempre Buzzati

    Che io adoro. Quindi sono di parte!!!

    Una raccolta di racconti. L'ennesima.
    Fra tutti spicca IL COLOMBRE, ma ce ne sono di altrettanto belli. Faccio fatica a preferire questo o quello.

    Solita scrittura semplice e molto incisiva di Buzzati, ciò che sempre colpisce e stupisce nel mondo dell'editora in cui, spesso, la bravura di uno scrittore si misura dal numero di paroloni e di concetti difficili che troviamo nelle pagine lette.
    Qui la semplicità è invece segno di profondità, d'intelligenza sopraffina, di sensibilità e di idee intriganti e modernissime.
    Una delizia per gli occhi, il cuore ed il cervello.

    ha scritto il 

  • 5

    Buzzati non delude!

    Dino Buzzati non delude mai, soprattutto quando scrive racconti brevi: questa raccolta contiene oltre cinquanta storie, che spaziano per genere, protagonisti e vicende: dalla parabola della creazione dell'uomo alla comparsa del mostro marino alla Melville, dalle angosce del giornalista alla terza ...continua

    Dino Buzzati non delude mai, soprattutto quando scrive racconti brevi: questa raccolta contiene oltre cinquanta storie, che spaziano per genere, protagonisti e vicende: dalla parabola della creazione dell'uomo alla comparsa del mostro marino alla Melville, dalle angosce del giornalista alla terza guerra mondiale, dall'infanzia dell'uomo più crudele del mondo alla giacca magica, dalla sconvolgente violenza che si cela nella natura alle storie di santi in Paradiso, fino ai divertissements sull'amore totale, sulla vecchiaia e sull'ambizione umana.
    Tante sono le suggestioni che questo libro contiene, così come variegati sono i registri utilizzati e la molteplicità di trame. Il colombre è uno di quei libri da tenere sempre sul comodino e, periodicamente, riaprire per respirarne i contenuti.

    La mia recensione completa su http://librisucculenti.blogspot.it/2013/03/il-colombre-anno-ii-lettura-16.html?showComment=1362991869709#c1621145781231234011

    ha scritto il 

  • 4

    Letto a scuola in seconda media (con Suor Liana che era una grande!) non l'ho amato tanto all'epoca, forse era un po' presto, però ne conservo un ricordo piuttosto vivo.
    Scrittore interessante, Buzzati, anche se di suo non ho letto altro (un tentativo con Il deserto dei tartari l'avevo fatt ...continua

    Letto a scuola in seconda media (con Suor Liana che era una grande!) non l'ho amato tanto all'epoca, forse era un po' presto, però ne conservo un ricordo piuttosto vivo.
    Scrittore interessante, Buzzati, anche se di suo non ho letto altro (un tentativo con Il deserto dei tartari l'avevo fatto, ma mi metteva angoscia!)
    Forse prima o poi però riproverò, in ogni caso questi racconti li consiglio: si leggono bene, lasciano a volte un po' confusi, ma in maniera piacevole.

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro amaro, angosciante. Via via che scorri i racconti inizi ad individuare una trama di fili: richiami tra le varie storie accomunate spesso da un sottile umorismo e da un destino feroce che toglie ogni speranza.
    Nella mente restano scolpite delle immagini in modo indelebile: la ragazz ...continua

    Un libro amaro, angosciante. Via via che scorri i racconti inizi ad individuare una trama di fili: richiami tra le varie storie accomunate spesso da un sottile umorismo e da un destino feroce che toglie ogni speranza.
    Nella mente restano scolpite delle immagini in modo indelebile: la ragazza che precipita, la macchina che si schianta... E' come se ogni racconto fosse un dipinto che con la sua immediatezza penetra nel lettore.

    L'ultimo racconto "Viaggi agli inferni del secolo", decisamente più lungo degli altri, è come un sigillo di chiusura: la speranza è tagliata fuori, resta l'amaro in bocca e la sensazione del fiato che viene a mancare.

    ha scritto il 

  • 4

    Un Buzzati più anziano, più cupo, che si sente prossimo alla morte e che ci vuol lasciare le sue ultime parole.
    Questo si evince dalla lettura dei racconti, i più belli, del Colombre.
    Altri racconti invece un po' sottotono rispetto alle alte vetta a cui Dino ci ha abituato.
    Nel ...continua

    Un Buzzati più anziano, più cupo, che si sente prossimo alla morte e che ci vuol lasciare le sue ultime parole.
    Questo si evince dalla lettura dei racconti, i più belli, del Colombre.
    Altri racconti invece un po' sottotono rispetto alle alte vetta a cui Dino ci ha abituato.
    Nel complesso però il libro è molto bello, leggero e toccante.

    ha scritto il 

  • 5

    Il colombre
    La creazione
    La lezione del 1980
    Generale ignoto
    L'erroneo fu
    L'umiltà
    E se?
    Riservatissima al signor direttore
    L'arma segreta
    Un torbido amore
    Povero bambino!
    Il seccator ...continua

    Il colombre
    La creazione
    La lezione del 1980
    Generale ignoto
    L'erroneo fu
    L'umiltà
    E se?
    Riservatissima al signor direttore
    L'arma segreta
    Un torbido amore
    Povero bambino!
    Il seccatore
    Il conto
    Week-end
    Il segreto dello scrittore
    Storielle della sera
    Cacciatori di vecchi
    L'uovo
    Diciottesima buca
    La giacca stregata
    Il cane vuoto
    Dolce notte
    L'ascensore
    I sorpassi
    L'ubiquo
    Il vento
    Teddy boys
    Il palloncino
    Suicidio al parco
    Il crollo del santo
    Schiavo
    La Torre Eiffel
    Ragazza che precipita
    Il mago
    La barattola
    L'altare
    Le gobbe in giardino
    Piccola Circe
    Il logorio
    Quiz all'ergastolo
    Jago
    Progressioni
    I due autisti
    VIAGGIO AGLI INFERNI DEL SECOLO

    I - Un servizio difficile
    II - I segreti della <<MM>>
    III - Le diavolesse
    IV - Le accelerazioni
    V - Le solitudini
    VI - L'Entrümpelung
    VII - Belva al volante
    VIII - Il giardino

    ha scritto il 

  • 4

    [Ho appena ritrovato questa lista nei meandri di Google Docs, e ho pensato di pubblicarla qui, per averla sempre a disposizione.]

    Il colombre ★★★★★
    La creazione ★★★★
    La lezione del 1980 ★★★★
    Generale ignoto ★★
    L'erroneo fu ★★★★
    L'umiltà ★★
    E se? ★★
    ...continua

    [Ho appena ritrovato questa lista nei meandri di Google Docs, e ho pensato di pubblicarla qui, per averla sempre a disposizione.]

    Il colombre ★★★★★
    La creazione ★★★★
    La lezione del 1980 ★★★★
    Generale ignoto ★★
    L'erroneo fu ★★★★
    L'umiltà ★★
    E se? ★★
    Riservatissima al signor direttore ★★★
    L'arma segreta ★★★★
    Un torbido amore ★★
    Povero bambino! ★★★★
    Il seccatore ★★★
    Il conto ★★★
    Week-end ★★★
    Il segreto dello scrittore ★★★½
    Storielle della sera ★★½
    Cacciatori di vecchi ★★★½
    L'uovo ★★★★
    Diciottesima buca ★★★½
    La giacca stregata ★★★½
    Il cane vuoto ★★★★
    Dolce notte ★★★★
    L'ascensore ★★½
    I sorpassi ★★★
    L'ubiquo ★★★
    Il vento ★★
    Teddy boys ★★
    Il palloncino ★★★
    Suicidio al parco ★★★★
    Il crollo del santo ★★★★
    Schiavo ★★★½
    La torre Eiffel ★★★½
    Ragazza che precipita ★★★★
    Il mago ★★★★½
    La barattola ★★★½
    L'altare ★★
    Le gobbe nel giardino ★★★½
    Piccola Circe ★★★
    Il logorio ★★★
    Quiz all'ergastolo ★★★★
    Jago ★★★★
    Progressioni ★★
    I due autisti ★★★★
    Viaggio agli inferni del secolo ★★★★

    [P.S. All'epoca della lettura avevo dato solo ★★½ a Il cane vuoto. L'ho riletto da poco all'interno della raccolta Il panettone non bastò, e mi è piaciuto molto; le stelline, quindi, sono diventate quattro.]

    ha scritto il 

  • 4

    DA DOVE COMINCIO?

    Come si fa a recensire un libro così?
    Tanti racconti, uno più bello dell'altro...

    Il mio preferito: Il Vento
    Si insinua nelle pieghe della mente, il dubbio;
    cresce e diventa rumore assordante, ossessione;
    t'impedisce di sentire e di sentir ragioni,
    non può che ...continua

    Come si fa a recensire un libro così?
    Tanti racconti, uno più bello dell'altro...

    Il mio preferito: Il Vento
    Si insinua nelle pieghe della mente, il dubbio;
    cresce e diventa rumore assordante, ossessione;
    t'impedisce di sentire e di sentir ragioni,
    non può che finire in tragedia!

    Giusto per dirne uno...

    ha scritto il 

  • 5

    43 eccezionali racconti (e un romanzo breve)

    Pare forse ridondante un secondo commento a una raccolta di Dino Buzzati dopo quello ai "Sessanta racconti", ma voglio di nuovo sottolineare l'entusiasmo che ogni volta suscita in me l'incontro con il mio autore italiano preferito. I racconti di Buzzati sono tematicamente molto vicini a quelli di ...continua

    Pare forse ridondante un secondo commento a una raccolta di Dino Buzzati dopo quello ai "Sessanta racconti", ma voglio di nuovo sottolineare l'entusiasmo che ogni volta suscita in me l'incontro con il mio autore italiano preferito. I racconti di Buzzati sono tematicamente molto vicini a quelli di Borges, eppure conservano un gusto del tutto diverso e inconfondibile. Già avevo paragonato la lettura di un racconto di Buzzati all'osservazione di un dipinto di Magritte: l'atmosfera surreale è colonna portante di tutta la produzione dello scrittore, e l'impressione che rimane dopo aver letto il libro è piuttosto quella di aver visitato una mostra di pittura. Stile cronachistico, secco, ipnotico, inconfondibile: ogni racconto, tanto apparentemente semplice da entusiasmare un bambino quanto meravigliosamente plasmato da affascinare ognuno di noi, scivola a sfiorare sensazioni che solitamente vengono delineate non dalla scrittura ma dalle arti visive.
    Cinque stelle al volume, ma cinque stelle avrebbe meritato singolarmente quasi ognuno di questi minuscoli, deliziosi capolavori.

    ha scritto il 

Ordina per