Il colosso di New York

Voto medio di 81
| 22 contributi totali di cui 17 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Personalità di spicco della giovane narrativa americana, segnalatosi con due romanzi ("L'intuizionista" e "John Henry Festival"), Colson Whitehead volge ora il suo sguardo sulla città più mitica al mondo, la città che "non dorme mai" e che più eccita ...Continua
giadona
Ha scritto il 11/07/16

Sara' che non ho un animo poetico e la poesia non la capisco... ma lo stile di questi libro, poetico appunto come ha detto qualcuno, fatto di frase allineate, pennellate forse, ma che non mi hanno preso per niente.

Smile 82
Ha scritto il 28/02/14
Inizialmente l'ho odiato, con questo stile a metà strada tra la guida turistica e il saccentone metropolitano, quello che è un misto tra un parvenu e un alternativo intellettuale che prende la metro perchè è più popolana. Superato questo odio che sta...Continua
Romanzi a New York
Ha scritto il 10/02/13

La recensione sul mio blog Romanzi a New York:

http://romanzianewyork.blogspot.it/2013/02/romanzi-new-york-98-il-colosso-di-new.html

Novecento
Ha scritto il 27/05/12
Indispensabile, da leggere prima di arrivare a NY, perche' non sempre si ha qualcuno sul posto a guidarci nella citta' mondo per eccellenza. Non sembra un romanzo. Non ti racconta UNA storia. Non e' una guida turistica. Non e' impassibile agli umori...Continua
Paolo Gibellini
Ha scritto il 26/09/11
Descrizioni asciutte, minuziose, a raffica che lasciano la sensazione di essere passati di fretta (non altrimenti) negli angoli della Grande Mela in cui vive la gente, fra gli odori, i rumori e la brezza della città. Non è un libro scorrevole, per fo...Continua

sara
Ha scritto il Nov 11, 2011, 07:09
La solitudine è la cosa peggiore, perché è una consapevolezza che può essere soltanto patita, non condivisa.
Pag. 146
sara
Ha scritto il Nov 08, 2011, 21:49
Chissà di cosa puzzo e se questo odore si sprigiona dai miei pori. Ti annusi con discrezione. Hanno tutti qualcosa che aspettando uscire dai pori. Un senso di inadeguatezza non metabolizzato, la paura, la speranza, anche se nessuno ti ha mai detto ch...Continua
Pag. 38
sara
Ha scritto il Nov 08, 2011, 21:47
Il cielo, quando ti permettono di vederlo tra un palazzo e l'altro, ha così tanti metri quadrati. Ripetiamolo in coro: Siamo stati derubati. Ma a questo punto rompere il contratto è impossibile.
Pag. 78
sara
Ha scritto il Nov 08, 2011, 21:46
Se avesse i soldi farebbe pubblicità della propria debolezza su ogni cartellone, lungo i mattoni di edifici prebellici, e ingaggerebbe poveri pazzi per distribuire volantini agli angoli più trafficati: questo sono io, ma nessuno comprerebbe la merce...Continua
Pag. 83
sara
Ha scritto il Nov 08, 2011, 21:43
La fortuna altrui è il pane che ti viene rubato, l'abbraccio mai ricevuto da qualcuno che avrebbe dovuto amarti di più.
Pag. 114

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi