Ste Gent
Ha scritto il 09/11/18
Un negoziante ebreo povero Morris Bober nella New York del dopoguerra ha un piccolo negozio sull'orlo del fallimento. La vita sua e della famiglia è triste, bigia, oppressa dalla disillusione e dall'amarezza. In un momento storico in cui l'unica pos...Continua
Artemisia
Ha scritto il 02/11/18
La vera protagonista è la bottega di alimentari. Le sorti e la vita dei protagonisti sono legati alla speranza di vedere entrare clienti e ai ritmi di aprire e chiudere bandone e conti. Romanzo interessante con trama non banale. Come audiolibro si se...Continua
Tonino
Ha scritto il 30/10/18

Bellissimo! Un vero capolavoro. La storia di uomini normali, dimessi, tristi. Una quotidianità che lega il lettore ai personaggi fino ad un finale di riscatto. Una scrittura magistrale.

Ccriss
Ha scritto il 19/10/18
Amato Malamud che mai tradisce
Il libro è la storia di una lunga iniziazione, il tono è dimesso, pacato, triste e struggente. Credo che sia un libro (e uno scrittore) che non può piacere a tutti. E' necessario arrendersi alla malinconia del testo, farsene penetrare e "sposarla" pe...Continua
Simone Malizia
Ha scritto il 28/07/18
C'era una volta in America

Sono rimasto sorpreso da questo romanzo. Una storia di povertà e di riscatto, narrata in maniera magistrale. Malamud ha la capacità di tenerti incollato alle pagine.


Ivan
Ha scritto il Jun 14, 2018, 20:08
Lui poteva guardare fuori di sé, ma nessuno poteva vedergli dentro.
Pag. 253
Ivan
Ha scritto il Jun 14, 2018, 20:07
Comunque non poteva smettere di pensare alla rapidità con cui andavano in rovina le vite di certe persone che non riuscivano a decidersi ad agire in un determinato modo al momento giusto; lo turbava il pensiero della facilità con cui un uomo poteva d...Continua
Pag. 152
Ivan
Ha scritto il Jun 14, 2018, 19:59
«Quando una persona è giovane, è privilegiata», osservò Helen, «è piena di possibilità. Ti possono capitare cose meravigliose, e quando ti alzi al mattino senti che andrà di sicuro così. Vuol dire questo, essere giovani, ed è ciò che ho perduto. Ades...Continua
Pag. 71
mauromazzeo
Ha scritto il Jan 21, 2018, 21:44
Si può continuare a vivere quando si è già morti?
matela
Ha scritto il Dec 30, 2017, 17:31
"La sofferenza, pensava, è come una merce. Scommetto che gli ebrei riuscirebbero a cavarne un vestito. L'altra cosa curiosa è che ce ne sono in giro, di ebrei, più di quanto non si creda:"

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Mstislava Alojzy
Ha scritto il Jul 20, 2015, 08:20
Street of Crocodiles excerpt
Autore: directed by the Brothers Quay

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi