Il compagno don Camillo

Voto medio di 588
| 41 contributi totali di cui 38 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Le avventure di don Camillo e Peppone tornano in questo volume che riproponela copertina e il risvolto realizzati per la prima edizione del 1963. Il testoè corredato di 18 illustrazioni firmate dall'autore.
Diceros
Ha scritto il 18/04/18
Divertente e ferocissima satira del comunismo sovietico visto con gli occhi di fanatici militanti italiani capeggiati dal solito Peppone e dell’acerrimo rivale Don Camillo. Ovviamente in Urss non funziona nulla (cosa pressoché vera) e tocca a Peppone...Continua
Phobos Phobos
Ha scritto il 05/04/16

Anche qui, nonostante ci siano ancora tutte le caratteristiche dei racconti che lo precedono, le vicende dei due continuano ad essere cupe, con un Don Camillo quasi caustico

Elena ...A forza...
Ha scritto il 09/10/14
Bravo Guareschi!

Amo tutte le opere di Guareschi, ma "Il compagno Don Camillo" è la mia preferita. Mi ha fatto letteralmente sganasciare dalle risate. Adoro l'ironia di questo autore. Straconsigliato.

Metallo Urlante
Ha scritto il 07/08/14
Il compagno don Camillo si reca in Russia sotto mentite spoglie, pensieri del capocellula Camillo Tarocci: "Nessun vento, nessun gelo - laggiù alla Bassa - riuscivano a spegnere quel calore umano che emanava da tutte le cose toccate dall'uomo. Anche...Continua
Cartoscoiattolo
Ha scritto il 27/03/14

ci sono autori dal linguaggio prezioso e raro. Guareschi no. Egli è sangue e carne dell'Emilia. Montanelli diceva di lui che era uno scrittore che conosceva in tutto settecento parole. Vero. Ma che scrittore !


Taozo
Ha scritto il Feb 17, 2012, 09:31
L'attuale generazione d'italiani è quella dei dritti, degli obiettori di coscienza, degli antinazionalisti, dei negasti ed è cresciuta alla scuola delta corruzione politica, del cinema neorealista e della letteratura social-sessuale di sinistra. Pert...Continua
Taozo
Ha scritto il Feb 17, 2012, 09:27
La fabbrica di trattori era alla periferia di R. e si trattava d'un agglomerato di tristi e grigi baracconi di cemento, che sorgeva quasi di sorpresa, al limite nord del malinconico pianoro giallastro. Questa schifezza si chiama "civiltà industriale"...Continua
Pag. 44
Blanche Neige
Ha scritto il Feb 16, 2010, 23:00
"Spegni la luce, compagno" disse don Camillo. "Appena ci saremo spogliati e ci saremo messi a letto la riaccenderai." "Stupidaggini!" esclamò Peppone spegnendo la luce. "Stupidaggini un corno. Un senatore comunista non merita la soddisfazione di vede...Continua
Pag. 53

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi