Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il conte di Montecristo

Di

Editore: Garzanti (I grandi libri)

4.6
(7221)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 1360 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Catalano , Svedese , Portoghese , Polacco , Russo , Olandese , Ungherese

Isbn-10: 8811379679 | Isbn-13: 9788811379676 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Rilegato in pelle , Tascabile economico , Cofanetto , eBook

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il conte di Montecristo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ambientato nella Francia della Restaurazione e della monarchia di Luigi Filippo, tra il 1815 e il 1839, “Il conte di Montecristo” è la storia di un'ingiustizia subita, riscattata da una vendetta portata alle sue estreme conseguenze. È anche una storia di onnipotenza: Edmond Dantès, vittima innocente dell'invidia dei suoi calunniatori, li distrugge sul loro stesso terreno, li «suicida» utilizzando gli stessi strumenti grazie ai quali sono diventati ricchi e potenti. Come un moderno super-eroe, nella sua vendetta riassume in sé il bene e il male, si confronta con i limiti stessi della condizione umana, superandola: la vittoria è giusta ma amara, la vera liberazione è sempre oltre, altrove. “Il Conte di Montecristo” è il romanzo più completo di Dumas, una sorta di testo vivente in cui si intrecciano e coesistono il contesto storico, le vicende individuali e l'immaginazione
Ordina per
  • 5

    Un capolavoro che ti affascina e ti rapisce in modo sorprendente dalle prime righe tenendoti incollata a lui fino alla fine... Non ho mai amato cosi tanto un libro e consiglio vivamente a tutti di leg ...continua

    Un capolavoro che ti affascina e ti rapisce in modo sorprendente dalle prime righe tenendoti incollata a lui fino alla fine... Non ho mai amato cosi tanto un libro e consiglio vivamente a tutti di leggerlo, perchè merita e perchè sono sicura, ne rimarrete estasiati

    ha scritto il 

  • 4

    All'ormai smaliziato lettore che riprende in mano questo colosso della letteratura dopo 30 anni non possono non apparire le smagliature, le situazioni stiracchiate, i coup-de-theatre e tutto l'armamen ...continua

    All'ormai smaliziato lettore che riprende in mano questo colosso della letteratura dopo 30 anni non possono non apparire le smagliature, le situazioni stiracchiate, i coup-de-theatre e tutto l'armamentario letterario che consentiva a un autore come Dumas di tirarla, per cosi' dire, lunga. Eppure per larghi tratti il Conte di Montecristo avvince, conquista, incatena alle sue pagine con quel personaggio, quell'Edmond Dantes che si pone a meta' tra gli eroi romantici dei Tre Moschettieri e gli uomini nuovi, positivisti, invasi dalla volontà di potenza e dalla fede nella scienza e della tecnica usciti dalla penna di Verne come Robur i conquistatore o il Capitano Nemo. O forse sara' che Dumas riesce a dipingere benissimo la società borghese che prospera in Francia negli anni 30 del XIX secolo, coi suoi banchieri, la sua nobiltà di toga, i suoi giovani avventurieri, le sue ipocrisie matrimoniali risultando persino disarmante nella sua modernità quando si azzarda a raccontare le esperienze psichedeliche con l'hascisc, quando sventola di fronte al lettore adulteri e relazioni lesbiche, coi suoi personaggi cinici e amorali oppure costretti alla perdizione dalla loro umana, umanissima avidità. Tanto moderno che nel finale Dumas prende la sua creatura, il meraviglioso Dantes, e lo riporta da eroe titanico a uomo qualunque che finalmente svuotato dello scopo della sua vita si decide finalmente a costruirsene un'altra senza inseguire il suo passato. Ed e' forse per questo che a distanza di 150 e passa anni lo si continua a leggere e credo che lo si farà ancora a lungo

    ha scritto il 

  • 5

    Fantastico!!!

    "Le ferite morali hanno questo di particolare: che si nascondono, ma non si rimarginano; sempre dolorose, sempre pronte a sanguinare quando si toccano, rimangono perennemente vive e aperte in fondo al ...continua

    "Le ferite morali hanno questo di particolare: che si nascondono, ma non si rimarginano; sempre dolorose, sempre pronte a sanguinare quando si toccano, rimangono perennemente vive e aperte in fondo al cuore"
    Romanzo travolgente con effetti a sorpresa, trovate narrative uniche per stile e genialità.
    Ogni personaggio o evento narrato incarna perfettamente i temi trattati: la vendetta, la giustizia, la misericordia e il perdono fino a toccare l’amore, il tutto visto da una prospettiva prettamente umana.
    Lettura fantastica, piacevole e molto avvincente!!!

    ha scritto il 

  • 4

    Sorprendente...

    ...avvincente, potente, lungo...
    Credo che la maggior ragione del successo di questo romanzo sia la facile disponibilità di chi lo legge nell'identificarsi col protagonista.
    A chi non piacerebbe diven ...continua

    ...avvincente, potente, lungo...
    Credo che la maggior ragione del successo di questo romanzo sia la facile disponibilità di chi lo legge nell'identificarsi col protagonista.
    A chi non piacerebbe diventare un'eroe vendicatore che tutto può e tutto vede? Un giustiziere nero?
    In tutto questo mare di buonismo forzato un po' di giusta giustizia,forse, non farebbe male di sicuro, ed è consolante pensare che qualcuno, almeno nella fantasia, sia riuscito ad ottenerla.

    ha scritto il 

  • 4

    CHAPEAU

    Avro' avuto si e no 16 anni quando lessi per la prima volta questo libro: non ricordo se mi piacque o meno, ma l'apprendista esigente lettore che ero, quello sempre alla ricerca del Libro Perfetto, me ...continua

    Avro' avuto si e no 16 anni quando lessi per la prima volta questo libro: non ricordo se mi piacque o meno, ma l'apprendista esigente lettore che ero, quello sempre alla ricerca del Libro Perfetto, me lo fece archiviare nello scaffale della memoria alla voce feuilleton borghese. Dopo tanti anni e molti libri l'ho riletto, e adesso che so che il libro perfetto deve ancora essere scritto, ho trascorso molte tranquille serate di questo lungo inverno, accanto al camino acceso, in compagnia di Edmond Dantes. Cosa chiedere di più ad un libro? Merci monsieur Dumas!

    ha scritto il 

  • 5

    “Solo chi abbia provato l’estremo dolore è in grado di percepire l’estrema felicità. Bisogna aver voluto morire per sapere quanto è bello vivere.”

    Vorrei ringraziare Giovanna, mia cara amica goodreadsiana, per avermi *coff coff* torturata *coff coff* incoraggiata nella lettura.
    Senza di lei probabilmente non lo avrei mai iniziato, non così prest ...continua

    Vorrei ringraziare Giovanna, mia cara amica goodreadsiana, per avermi *coff coff* torturata *coff coff* incoraggiata nella lettura.
    Senza di lei probabilmente non lo avrei mai iniziato, non così presto :)
    Indi per cui, grazie cara Gio, per avermi incitata a suon di minacce! xD

    Grazie buddyread, che mi hai permesso di leggere e di apprezzare uno dei più grandi classici mai scritti.

    Giovanna, Anna, è stato un vero piacere e un vero onore condividere insieme a voi la storia di Edmond Dantès ♥

    “Dio vi ha inviato a me per consolare l’uomo che non poteva essere padre e il prigioniero che non poteva essere libero.”

    ha scritto il 

  • 3

    Hollywoodiano!!!!

    Romanzone kolossal con tutte le caratteristiche del dozzinale moderno. Tutto torna, tutto funziona, I cattivi sono cattivi, i buoni sono vittime buone ma dopo lunghe tribolazioni avranno vendetta ed f ...continua

    Romanzone kolossal con tutte le caratteristiche del dozzinale moderno. Tutto torna, tutto funziona, I cattivi sono cattivi, i buoni sono vittime buone ma dopo lunghe tribolazioni avranno vendetta ed felicità... Dantes si trasforma da perseguitato in una sorta di supereroe che tutto sa e tutto vede, una sorta di infallibile burattinanio con un culo della madonna... Alla fine quello che leggiamo non è un bel romanzo, ma senza ombra di dubbio è un romanzo avvincente.

    ha scritto il 

Ordina per