Il conto dell'ultima cena

Il cibo, lo spirito e l'umorismo ebraico

Voto medio di 123
| 28 contributi totali di cui 28 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 15/12/12
complimenti, come al solito, a moni ovadia
Ha scritto il 18/08/12
Cinque giorni per leggerlo, ma solo perchè mi sono imposta di procedere lentamente. In realtà l'impulso primo sarebbe stato quello di trangugiarlo, letteralmente, come un piatto prelibato... Dopo avere letto "Se niente importa", di SAfran Foer, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/11/11
Simpatico ed istruttivo...
...va preso per quello che è, come sempre per i testi di Ovadia: un pout pourri di storielle ebraiche, ricette kasher e ricordi.Se non riponete nel libro aspettative particolari, vi farà passare una oretta divertente ed alla fine avrete anche ...Continua
  • 2 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 28/08/11
Arrivo a pagina 80..
... e scopro che mancano ben 30 pagine!!!!!!!!! Ed è un peccato perché il libro, come sempre attraverso l'umorismo, getta una luce tutta nuova, inedita, su un aspetto importantissimo dell'ebraismo: la cucina. Alla fine si possono addirittura ...Continua
Ha scritto il 13/07/11
etica del cibo e antidoto all'intolleranza
Premetto che, secondo me, Moni Ovadia va visto, più che letto. Dice lui stesso di non sentirsi dotato come scrittore. Trovo la seconda parte del libro un po' arraffazzonata (Genesi, interviste, ricette...). Bellissimo il capitolo sul gran banchetto ...Continua
  • 2 mi piace
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi