Il corpo

Antropologia, psicoanalisi, fenomenologia

Voto medio di 148
| 17 contributi totali di cui 10 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Stefano Pagliuca
Ha scritto il 19/01/15
Un cordiale buonasera a tutti e all'uopo un felice riposo. Ho appena finito di leggere un saggio forse un po' datato di Galimberti, l'ermeneuta dei nostri giorni che dietro le tracce della fenomenologia e del pensiero debole qua e là si diverte a dem...Continua
Blackholesun
Ha scritto il 06/09/11
Un'opera esaustiva sulla visione del corpo (e del mondo) attuale, paragonata a quelle delle antiche tribù, non influenzate dalla scissione corpo/anima (e più in generale reale/equivalente generale) introdotta da Platone. Il pensiero di Galimberti ent...Continua
Bido
Ha scritto il 10/01/11
un saggio poderoso e ponderoso, saldamente radicato nella fenomenologia (filosofica e psichiatrica, ammesso che si possa distinguere), nel pensiero tedesco e francese. con tutte le relative scomposizioni di parole con trattino, alcune rivelatrici, al...Continua
Kudra K23
Ha scritto il 04/09/10
Potente e ostico
AL secondo tentativo di lettura, dopo tanti anni sono arrivata alla fine di questo viaggio nel corpo vivente, apertura originaria e relazione con il mondo. Oltre ogni dualismo, oltre il pensiero cartesiano, oltre la logica disgiuntiva della cultura o...Continua
Schnier
Ha scritto il 24/07/10
SPOILER ALERT
che sia stato scritto prima di Internet, della caduta del muro di Berlino, dei cellulari, del computer, fa veramente impressione. Un'opera difficile e geniale, il cui senso si apprezza più oggi ai tempi di Avatar. Fondamentale per capire il corpo olt...Continua

Kudra K23
Ha scritto il Sep 03, 2010, 14:01
Tacendo del corpo e mandando all'inferno Pan, il dio della carne, dello stupro, della masturbazione, la parola di Dio abbandona il corpo alle sue immagini silenzione che da quel momento non possone essere che impure. Qui la distanza dagli dei dell'Ol...Continua
Pag. 277
Kudra K23
Ha scritto il Aug 30, 2010, 13:44
Ma al di là della mostruosità e dell'aspetto caricaturale del corpo, il luogo privilegiato della traduzione dei simboli e della distribuzione dell'eccedenza semantica è sempre stato, fin dalle epoche primitive la danza in cui il corpo incarna le prod...Continua
Pag. 245
Kudra K23
Ha scritto il Aug 30, 2010, 12:57
Il corpo non si oppone a nulla, vive in un mondo che il potere codifica, ma al cui codice è possibile sottrarsi attraverso una lettura differente delle cose. Ma la differenza (Derrida) non basta perchè è una variazione all'interno dell'identità; qui...Continua
Pag. 239
Kudra K23
Ha scritto il Aug 30, 2010, 12:35
Per comprendere la natura di questo debito bisogna abbandonare la concezione diffusa che vede nel potere una struttura repressiva, una legge che dice no, e che non conosce altra espressione che non sia l'interdizione. Se il potere non fosse altro che...Continua
Pag. 219
Kudra K23
Ha scritto il Aug 29, 2010, 15:25
Come dice Baudrillard "ciò che caratterizza i mezzi di comunicazione è il fatto che essi impediscono ogni comunicazione: essi sono intransitivi". Se infatti la comunicazione è uno scambio, è lo spazio reciproco di una parola e di una risposta, i mezz...Continua
Pag. 235

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi