Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il corpo

Di

Editore: Giulio Perrone

4.0
(3)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 141 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8863160686 | Isbn-13: 9788863160680 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Il corpo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Una donna che non riesce a guardare le proprie mani; un giovane professore in grado di ascoltare la musica generata dalle persone che lo circondano. E ancora un uomo oppresso dal rumore prodotto dai piedi dei suoi compagni di viaggio. Frammenti di corpo si trasformano, in questa raccolta di racconti, per raccontare uno squarcio di vita, per osservare da un punto di vista privilegiato e inconsueto le ossessioni, le paure e le follie di un'umanitá spaesata.
Ordina per
  • 4

    Il corpo

    Si tratta di una raccolta di racconti ciascuno dei quali dedicato ad una parte del corpo umano.
    Contariamente a quanto ci si aspetterebbe, la fisicità è però quasi del tutto assente, dal momento che all'autore interessa mettere a fuoco le nevrosi dell'io narrante,di volta in volta diverso n ...continua

    Si tratta di una raccolta di racconti ciascuno dei quali dedicato ad una parte del corpo umano.
    Contariamente a quanto ci si aspetterebbe, la fisicità è però quasi del tutto assente, dal momento che all'autore interessa mettere a fuoco le nevrosi dell'io narrante,di volta in volta diverso nei contesti narrativi, e la sua incapacità di ricostituire un unicum.
    Le parti del sè protagoniste dei racconti appaiono quasi sempre drammaticamente impossibilitate a svolgere il proprio compito, che è quello di rapportare il soggetto alla realtà esterna, la quale viene percepita in maniera distorta e colta negli aspetti ostili e inquietanti.
    L'autore prende come riferimenti letterari i grandi maestri dell'introspezione, le pietre miliari del Novecento, ma ricorda a tratti anche Pirandello per quel continuo e centrifugo interrogarsi dei personaggi, che l'eccesso di analisi condanna all'impotenza comunicativa ed affettiva.

    ha scritto il 

  • 5

    sensi e sensibilità

    una raccolta di racconti che girano intorno, appunto, al tema del corpo, declinato nelle sue parti più visibili e comuni, le mani, le gambe, le orecchie....basta scorrere l'indice per capire subito di che cosa si tratta.
    ma in realtà è un pretesto per indagare la parte più intima di noi, la ...continua

    una raccolta di racconti che girano intorno, appunto, al tema del corpo, declinato nelle sue parti più visibili e comuni, le mani, le gambe, le orecchie....basta scorrere l'indice per capire subito di che cosa si tratta.
    ma in realtà è un pretesto per indagare la parte più intima di noi, la più nascosta, la più misteriosa e segreta, che si nasconde dietro a quella più fisica e visibile.
    e allora le mani di una donna bellissima diventano l'ossessione che le impedisce di godere della propria bellezza, una serie di manie e gesti scaramantici distraggono un uomo dal male che si fa strada in una gamba, un insegnante sente la musica del mondo....
    sono tutti pretesti sensoriali che permettono di superare la dimensione fisica per approdare alla realtà più profonda. sono piccole manifestazioni fisiche che però invitano all'indagine interiore.
    infatti noi possiamo sia farci travolgere dalla sensorialità, sia indagarla, scomporla, usarla, invece di venirne usati, per penetrare la realtà del mondo e quella di noi stessi.

    continua qui:

    http://lagattasultetto.spaces.live.com/blog/cns!614178B9CDB09F6!7545.entry

    ha scritto il