Il cortile dei girasoli parlanti

Voto medio di 72
| 22 contributi totali di cui 16 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
La bambina che giocava con il soldatino ussaro; il prete che andava a dir messa in un eremo di monaci bizantini; Zia Anja e zia Nini, le migliori sferruzzatrici del paese; Gabriel Attarian, l'armeno che voleva imparare l'italiano... I personaggi di ... Continua
Ha scritto il 25/01/15
La Arslan sfrutta il successo de La Masseria delle allodole ma il risultato è molto inferiore.
  • Rispondi
Ha scritto il 02/04/14
Una raccolta di pensieri, brevi racconti di una pagina. A volte sintesi brillanti, a volte semplici note.
Non ho trovato una grande caratterizzazione nel complesso, ma è stata ugualmente una lettura piacevole, non impegnata.
  • Rispondi
Ha scritto il 20/12/12
Tanti piccoli e simpatici racconti
  • Rispondi
Ha scritto il 28/11/12
non è neanche una raccolta di racconti; sono pensieri, ricordi....
da leggere mentre aspetti l'autobus.
  • Rispondi
Ha scritto il 28/08/12
Un libro di brevi racconti attraverso cui l'autrice rievoca, con scrittura fluida e armoniosa, memorie personali, caldi ricordi d'infanzia, piccoli eventi incisi nel cuore e nella mente, sapori, odori, immagini che richiamano singole storie e ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Sep 11, 2014, 21:27
"Sui treni ci si fa compagnia, e s'intrecciano buffi, vaghi discorsi, privati racconti e amicizie di un'ora; poi ognuno va per la sua strada, ma a volte resistono piccole forme di cortesia, biscotti o caramelle offerti in giro, circospetti ... Continua...
Pag. 4
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 11, 2014, 21:20
"Ciò che è fatto non può essere disfatto, dicevano bene, nel loro robusto latino, i nostri padri; ma forse anche a tutti noi serve ricordare che il tempo non ha proprio la marcia indietro. Mai."
Pag. 3
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 11, 2014, 21:16
"Crediamo di fare le nostre scelte, di essere razionalmente signori del nostro destino; e invece non siamo mai noi a decidere i momenti in cui ci sentiamo vivi nel profodo, in cui conosciamo davvero la gioia, e ci inebriamo di felicità.È un dono ... Continua...
Pag. 2
  • Rispondi
Ha scritto il Sep 11, 2014, 21:12
"Capii improvvisamente, in un abbagliante momento, qualcosa della vita e della morte, e della nostalgia per gli esseri che abbiamo amato, e di cui cerchiamo di conservare piccoli ricordi, come il verso di una canzone."
Pag. 1
  • Rispondi
Ha scritto il Jan 10, 2012, 13:06
"Un cortile pentagonale, con alti muri intorno; fuori c’era la campagna e dentro c’è la casa, col suo brolo chiuso, qualche albero da frutto, una forsizia e un calicanto, che fioriranno in primavera, uno dopo l’altro, come nei poderi di un ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi