Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il corvo

By Elmore Leonard

(89)

| Paperback | 9788835600190

Like Il corvo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

55 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    preciso

    come l'esecuzione di un canone jazz. Leonard è un maestro, e si vede, nell'intreccio, nel modo in cui crea la tensione, da come delinea i personaggi.
    Bravo, niente da dire.

    Is this helpful?

    Antoniocapurro said on Oct 22, 2013 | Add your feedback

  • 11 people find this helpful

    Si dice che Elmore Leonard sia lo scrittore preferito da Tarantino.
    Se lo è scelto con criterio il suo scrittore preferito, il buon Quentin. Anche se, a dir la verità, Killshot mi ha ricordato, più che "Le iene" o "Pulp Fiction", "Fargo" dei fratelli ...(continue)

    Si dice che Elmore Leonard sia lo scrittore preferito da Tarantino.
    Se lo è scelto con criterio il suo scrittore preferito, il buon Quentin. Anche se, a dir la verità, Killshot mi ha ricordato, più che "Le iene" o "Pulp Fiction", "Fargo" dei fratelli Coen, in particolare per la bislacca accoppiata di cattivi.
    Elmore Leonard a 80 anni suonati continua oggi a scrivere. Scrive un genere di romanzi decisamente inflazionato, il thriller, di cui siamo da tempo costretti a subire l'invasione nelle librerie, con tutto lo stucchevolissimo repertorio di investigatori con o senza impermeabile, con o senza fiaschetta di whisky, con o senza moglie che li ha piantati; e di ferocissimi serial killer, di piovosi pomeriggi americani, di autopsie e di alquanto prevedibili colpi di scena.
    Per fortuna Elmore Leonard i romanzi thriller, a differenza della gran parte dei suoi colleghi, li scrive molto bene. Niente cliché, niente personaggi preconfezionati, niente ambientazioni che ricalcano le locations di cartapesta dei telefilm.
    La tecnica di sviluppo dell'intreccio adottata da Leonard potrebbe in effetti ricordare quella di molti romanzi di Stephen King: creare dei tipi "normali" (qui i coniugi Colson, lui carpentiere, lei casalinga con una parentesi da agente immobiliare), rappresentarli intenti a vivere le loro vite "normali" nelle prime pagine, far entrare in scena l'elemento di disordine (qui la bislacca coppia cui accennavo sopra). Ma Leonard (il "re" - come lo chiamano i suoi lettori/adepti - non se ne abbia a male) ha un paio di marce in più. 
    I personaggi di Killshot sono personaggi vivi, vivissimi, nel senso che non retrocedono mai al rango di pedine che devono far andare avanti l'intreccio. Possono fare cose inaspettate. Possono fare cose che non hanno nulla a che fare con le regole del thriller. Possono sorprendere il lettore. E il bello è che questa regola vale per tutti i personaggi, proprio tutti.
    I dialoghi sono il terreno in cui l'abilità di Leonard ha modo di manifestarsi più pienamente. Molti lettori li celebrano come l'autentico marchio di fabbrica di Leonard, come l'elemento che da solo rende il romanzo meritevole di lettura. In effetti Leonard con i dialoghi ci sa fare, ma è tutto il romanzo Killshot a funzionare benissimo.
    Offrirei volentieri una cena a chi mi sapesse indicare - ma non credo proprio che esista - un Elmore Leonard italiano. 
    P.S. Pochi minuti dopo avere postato questa recensione, apprendo che tre giorni fa, il 20 agosto 2013, Elmore Leonard ci ha lasciati. Di anni ne aveva quasi novanta. Terra sit tibi levis, Elmore.

    Is this helpful?

    Io sono leggenda said on Aug 23, 2013 | 6 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Una fuga inaspettata

    Che dire...Leonard è un vero maestro.

    Is this helpful?

    Fabio Chiesa said on Apr 21, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    dal blog Giramenti

    Quando Lansdale era in forma e si occupava di Hap & Leonard – più per piacere che per dovere (d’incasso) –, scriveva più o meno così.

    Un bel romanzo d’azione, questo Killshot, coi cattivi che sono adeguatamente strambi e sanguinari: gente senza scru ...(continue)

    Quando Lansdale era in forma e si occupava di Hap & Leonard – più per piacere che per dovere (d’incasso) –, scriveva più o meno così.

    Un bel romanzo d’azione, questo Killshot, coi cattivi che sono adeguatamente strambi e sanguinari: gente senza scrupoli dai dialoghi sconclusionati e diabolicamente divertenti.
    I buoni hanno più strati di bontà, la polizia non vale un accidente e i protagonisti – e mi pare giusto, sennò sembrerebbe la cronaca locale sul giornalino del prete – si fanno giustizia a suon di botti e botte.

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2012/11/24/killshot-d…

    Is this helpful?

    Giramenti said on Nov 24, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    LIBRO TERRIBILE

    Trama sconclusionata, personaggi superficiali e privi di spessore, scrittura poco scorrevole e tediosa.
    Forse il secondo libro in vita mia che non sono riuscita a finire.
    Brutto e pessimo, fortunatamente l'ho preso in prestito in biblioteca e sarò b ...(continue)

    Trama sconclusionata, personaggi superficiali e privi di spessore, scrittura poco scorrevole e tediosa.
    Forse il secondo libro in vita mia che non sono riuscita a finire.
    Brutto e pessimo, fortunatamente l'ho preso in prestito in biblioteca e sarò ben felice di restituirlo per non vederlo mai più

    Is this helpful?

    YaYaOo - Thriller said on Oct 6, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Noia

    Storia semplice che si trascina troppo e che in alcune parti mi è sembrata poco credibile. I personaggi non mi hanno affascinato, anzi, ad un certo punto facevano a gara per sembrare uno più idiota dell'altro e forse per questo non vedevo l'ora finis ...(continue)

    Storia semplice che si trascina troppo e che in alcune parti mi è sembrata poco credibile. I personaggi non mi hanno affascinato, anzi, ad un certo punto facevano a gara per sembrare uno più idiota dell'altro e forse per questo non vedevo l'ora finisse. Lo so che è sacrilego dirlo ma questo Leonard mi quasi annoiato e la scrittura solitamente diretta di EL qui è monotona e monocorde. Mi spiace ma ...non lo consiglio ;)

    Is this helpful?

    Rael70 said on May 19, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection