Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il corvo e tutte le poesie

Di

Editore: Newton & Compton

4.3
(140)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 303 | Formato: Altri

Isbn-10: 8882898458 | Isbn-13: 9788882898458 | Data di pubblicazione: 

Postfazione: Edgar Allan Poe

Ti piace Il corvo e tutte le poesie?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Tra tutte,quella simbolicamente più significativa, musicale e suggestiva
    Il corvo
    ....................................................................
    "E sia questa tua parola per noi ora segno d' addio, uccello o
    demonio!" gridai e balzai in piedi.
    Ritorna alle tu ...continua

    Tra tutte,quella simbolicamente più significativa, musicale e suggestiva Il corvo .................................................................... "E sia questa tua parola per noi ora segno d' addio, uccello o demonio!" gridai e balzai in piedi. Ritorna alle tue tempeste e alle plutonie rive della Notte! Non lasciarmi nessuna tua nera piuma a significar la tua menzogna! La mia solitudine lascia a me intoccata, e tu lascia il busto sopra la mia porta! Porta via il tuo becco, dal mio cuore, porta via la tua figura da quella mia porta! Disse il corvo: "Mai più"

    E mai più volando via di lì, il corvo ancora lì posa, ancora lì siede, sul pallido busto di Pallade, sopra la porta della mia stanza; e sembrano i suoi gli occhi d' un demonio che sogni; e la luce della lampada che l' investe ne getta l' ombra sul pavimento; e la mia anima da quell' ombra che fluttua e tremola sul pavimento non sarà sollevata - mai più!

    ha scritto il 

  • 5

    Poe è stata una mia fissazione giovanile, lo adoravo. Lo adoro tutt'ora, in effetti. Così macabro e spaventoso da riempire la tua mente di immagini mutevoli e spaventose; elettrizzante e sublime piacere nelle notti invernali.

    ha scritto il 

  • 4

    Uno splendido romanticismo d'oltreoceano, avvolto in un alone di mistero
    Inquietanti atmosfere, pervase da un fascino tetro, seducono il lettore, accompagnandolo ad un culmine conclusivo, spesso solenne e ineluttabile, da cui permane una sensazione di profonda malinconia.
    Alcune ricercatezze nel ...continua

    Uno splendido romanticismo d'oltreoceano, avvolto in un alone di mistero Inquietanti atmosfere, pervase da un fascino tetro, seducono il lettore, accompagnandolo ad un culmine conclusivo, spesso solenne e ineluttabile, da cui permane una sensazione di profonda malinconia. Alcune ricercatezze nel verso (in qualche caso forme metriche pseudosperimentali, nate da adattamenti di canoni ufficiali), una buona ritmica e numerose felici allitterazioni, conferiscono una certa originalità che comunque non strabilia.

    No footstep stirred: the hated world all slept, save only thee and me. (Oh, Heaven! Oh, God! How many heart beats in coupling those two words!) Save only thee and me. I paused - I looked - and in an instant all things disappeared.

    Rilasciato da .•.•´*`•.•. LaFigliaDelPittore .•.•´*`•.•. con licenza CC Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia. http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/

    ha scritto il 

  • 5

    Dreamland - Terra di Sogno

    Per un ermo ed oscuro cammino
    che solo è battuto da angeli malvagi
    dove un Eidolon regna, che ha nome notte
    assiso altero su un nero trono
    son ritornato, non è molto, a questi luoghi
    da un'ultima e tetra Thule
    da una strana e selvagg ...continua

    Dreamland - Terra di Sogno

    Per un ermo ed oscuro cammino
    che solo è battuto da angeli malvagi
    dove un Eidolon regna, che ha nome notte
    assiso altero su un nero trono
    son ritornato, non è molto, a questi luoghi
    da un'ultima e tetra Thule
    da una strana e selvaggia contrada
    che altissima si stende
    fuori di spazio-fuori dal tempo

    ha scritto il 

  • 5

    "I recessi ombrosi dove in sogno io vedo
    i più vaghi uccelli canori,
    son come labbra - e tutta la tua melodia
    di parole cui il labbro dà forma.
    I tuoi occhi, gemme nel cielo del cuore,
    desolati si posano allora,
    o Dio!, sulla mia mente funerea
    luce di stelle su ...continua

    "I recessi ombrosi dove in sogno io vedo
    i più vaghi uccelli canori,
    son come labbra - e tutta la tua melodia
    di parole cui il labbro dà forma.
    I tuoi occhi, gemme nel cielo del cuore,
    desolati si posano allora,
    o Dio!, sulla mia mente funerea
    luce di stelle sul un nero drappo."

    ha scritto il