Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il cuore avventuroso

Figurazioni e capricci

Di

Editore: Guanda

3.8
(30)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 180 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8877468289 | Isbn-13: 9788877468284 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Non-fiction , Philosophy

Ti piace Il cuore avventuroso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Letto in estate e sofferto, trascinato faticosamente sino alla fine. Lo ammetto, non ho più voglia di libri simili, densi - troppo densi, onirici e stratificati. L'ho iniziato all'ombra del ricordo piacevole che ancora serbavo del sestetto di diari parigini, flusso di incontri e di infinite rifle ...continua

    Letto in estate e sofferto, trascinato faticosamente sino alla fine. Lo ammetto, non ho più voglia di libri simili, densi - troppo densi, onirici e stratificati. L'ho iniziato all'ombra del ricordo piacevole che ancora serbavo del sestetto di diari parigini, flusso di incontri e di infinite riflessioni di un tedesco molto parigino e per nulla hitleriano nella Parigi occupata degli anni '40, la Parigi di Picasso, Cocteau e Colette, fra i tanti. Juenger mi suggerì Bloy, autore che tuttora ho caro, perché qui è un Juenger immerso nelle letture numerosissime e altrettanto astratto nella realtà, nella ricerca dei suoi amati insetti al Bois de Boulogne, come nelle conversazioni letterarie ai caffè parigini. Ecco, questo mi ricordavo di Juenger, e questo mi ha spinto a leggerlo di nuovo. Ebbene, non ho trovato nulla di simile, nel 'cuore avventuroso' si passa da riflessioni quasi aforistiche alla Cioran su qualsiasi argomento, a sogni borgesiani che non riesco proprio a seguire o a farmi piacere. Forse sono stato troppo cattivo, ma questi sono i motivi. Genova, una domenica di tramontana d'ottobre.

    ha scritto il 

  • 3

    L'originale è uno dei miei libri preferiti. Ma come tutte le traduzioni di Quirino Principe anche questa è scadente. Devo togliere due stelle. Vorrei toglierne tre, ma ci tengo che si legga lo stesso, tenendo presente che Quirino Principe non solo non è uno stilista buono, ma sfalsa a volte anche ...continua

    L'originale è uno dei miei libri preferiti. Ma come tutte le traduzioni di Quirino Principe anche questa è scadente. Devo togliere due stelle. Vorrei toglierne tre, ma ci tengo che si legga lo stesso, tenendo presente che Quirino Principe non solo non è uno stilista buono, ma sfalsa a volte anche il senso fraintendendo l'originale e spesso pur non fraintendendo non sa trasmettere il senso originale. Insomma, non è all'altezza.

    ha scritto il