Il curioso caso di Benjamin Button

Di

Editore: Donzelli

3.5
(1249)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 59 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8860363470 | Isbn-13: 9788860363473 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Bianca Lazzaro ; Illustratore o Matitista: Calef Brown

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Il curioso caso di Benjamin Button?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La vita scorre all'indietro, per Benjamin Button. In un giorno d'estate del 1860, per un inspiegabile scherzo del destino, lui nasce già vecchio: un uomo dell'apparente età di settant'anni, dentro una culla. E poi comincia a ringiovanire, muovendosi controcorrente rispetto alla Storia. Mentre la buona borghesia di Baltimora, a cui appartiene anche suo padre, osserva con un misto di meraviglia, imbarazzo e riprovazione.
Ordina per
  • 3

    Per fortuna non ho visto il film prima, altrimenti l'assenza di significato avrebbe scoraggiato la mia intenzione di leggere il libro. L'ho visto dopo per curiosità. Secondo me, oltre l'idea originali ...continua

    Per fortuna non ho visto il film prima, altrimenti l'assenza di significato avrebbe scoraggiato la mia intenzione di leggere il libro. L'ho visto dopo per curiosità. Secondo me, oltre l'idea originalissima, il pregio di questo racconto è dato anche dalla brevità: riuscire a comunicare qualcosa di importante in modo chiaro e completo sinteticamente è una virtù, è prova di un'abilità rara.

    ha scritto il 

  • 4

    Crudo e "cattivo" quanto il film è tenero e romantico.
    Devo dire che con Fitzgerald difficilmente ci si sbaglia! Un racconto brevissimo che vi regalerà un bel pomeriggio (anche meno) assolutamente con ...continua

    Crudo e "cattivo" quanto il film è tenero e romantico.
    Devo dire che con Fitzgerald difficilmente ci si sbaglia! Un racconto brevissimo che vi regalerà un bel pomeriggio (anche meno) assolutamente consigliato!

    ha scritto il 

  • 0

    "You're just the romantic age," she continued—"fifty. Twenty-five is too wordly-wise; thirty is apt to be pale from overwork; forty is the age of long stories that take a whole cigar to tell; sixty is ...continua

    "You're just the romantic age," she continued—"fifty. Twenty-five is too wordly-wise; thirty is apt to be pale from overwork; forty is the age of long stories that take a whole cigar to tell; sixty is—oh, sixty is too near seventy; but fifty is the mellow age. I love fifty."
    Fifty seemed to Benjamin a glorious age. He longed passionately to be fifty.
    "I've always said," went on Hildegarde, "that I'd rather marry a man of fifty and be taken care of than many a man of thirty and take care of him."

    Read it in English, 'cause reading was not enough. I had to take my brain away and be carefull to words alone.

    ha scritto il 

  • 3

    Un piccolo libro con un grande significato. Crudo, quasi elementare, ma di grande ed immediato impatto emotivo. Una storia apparentemente assurda e altamente metaforica che parla di vita, esclusione, ...continua

    Un piccolo libro con un grande significato. Crudo, quasi elementare, ma di grande ed immediato impatto emotivo. Una storia apparentemente assurda e altamente metaforica che parla di vita, esclusione, diversità e solitudine.

    ha scritto il 

  • 4

    Da un'osservazione di Mark Twain, cioè "è un peccato che la parte migliore della nostra vita venga all'inizio e la peggiore alla fine", Fitzgerald ha preso l'idea per questo racconto (circa 50 pagine) ...continua

    Da un'osservazione di Mark Twain, cioè "è un peccato che la parte migliore della nostra vita venga all'inizio e la peggiore alla fine", Fitzgerald ha preso l'idea per questo racconto (circa 50 pagine), reso arcinoto dal film di Fincher del 2009 con Brad Pitt nei panni del protagonista. Quest'ultimo nasce a Baltimora nel 1960 con le sembianze di un anziano di circa 70 anni; ma la cosa più curiosa, per richiamare il titolo, è che con il passare degli anni Benjamin ringiovanisce, ritrovandosi quindi a vivere la sua vita al contrario rispetto a tutti quelli che lo circondano (a 10 anni passa le giornate a chiacchierare con il nonno in poltrona, a 65 si diverte un mondo all'asilo con suo nipote).
    Peccato che si tratti solo di un racconto, di una sola ora di lettura, perché la storia nel suo essere paradossale fa riflettere e sorridere, ma scivola troppo in fretta e, di conseguenza, lascia un po' insoddisfatti.
    In sintesi? Lettura più che consigliata. Voto: 7,5/10

    Passate sulla mia pagina Facebook se vi va! www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 3

    Un racconto che, purtroppo, e' rimasto tale

    Un racconto che si legge velocemente, e che trasmette, altrettanto velocemente, palpabile tristezza e senso di vuoto interiore.
    Benjamin invecchiando (ops, ringiovanendo) rimane sempre più solo.
    E' u ...continua

    Un racconto che si legge velocemente, e che trasmette, altrettanto velocemente, palpabile tristezza e senso di vuoto interiore.
    Benjamin invecchiando (ops, ringiovanendo) rimane sempre più solo.
    E' un "diverso" che non viene accettato da nessuno, men che meno da coloro che dovrebbero amarlo incondizionatamente; e' un uomo succube di un destino beffardo che, suo malgrado, divenendo sempre più bambino, deve affrontare inerme ed in solitudine.
    Il racconto ha una "prospettiva a volo d'uccello" che, in relazione ai temi trattati, delude; il tono (malgrado la tristezza trasmessa) rimane leggero, scanzonato; il testo manca di approfondimenti, il rapporto madre-figlio per esempio e' saltato a piè pari.

    ha scritto il 

  • 5

    E' un racconto....

    Questo è stato il mio primissimo approccio con il Sig. Fitzgerald, direi che è stato particolarmente buono, ma è solo un racconto....

    L'ho sentito molto come non finito, tagliato corto, quando magari ...continua

    Questo è stato il mio primissimo approccio con il Sig. Fitzgerald, direi che è stato particolarmente buono, ma è solo un racconto....

    L'ho sentito molto come non finito, tagliato corto, quando magari sarebbe stato un bel romanzo più dettagliato.
    Sicuramente però, nonostante la sua (breve) lunghezza, è molto triste.
    Un po' come se tutto il mondo vivesse in modo normale, mentre lui va indietro nel tempo, anche se il tempo scorre normalmente...Una specie di paradosso...ma pensare che si spegnerà da neonato, è molto triste.

    Nonostante tutto il racconto è molto bello, scorrevole, e scritto molto bene, in modo semplice, facilmente comprensibile..

    Visto che la mia versione ha il testo originale a fronte, credo che lo leggerò di nuovo, ma in inglese...

    Ve lo consiglio =D Buone letture!!!

    ha scritto il 

Ordina per