Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il custode del faro

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.7
(326)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Svedese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8804551887 | Isbn-13: 9788804551881 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Chiara Spallino Rocca

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Ti piace Il custode del faro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Rimasta orfana, la piccola Silver viene adottata da Pew, un gentile e misterioso personaggio che vive nel faro di Cape Wrath. Nell'occuparsi teneramente di lei, Pew le racconta antiche storie incentrate sul desiderio, sullo sradicamento, sui legami e sulle assenze che segnano la nostra vita. Le racconta in particolare la storia di Babel Dark, un reverendo locale dell'Ottocento che ha vissuto due vite, una pubblica avvolta nell'oscurità e una privata immersa nella luce. Le storie di Pew si aprono sotto gli occhi di Silver come una mappa da seguire per penetrare nella propria oscurità. Piccola Ulisse dei nostri giorni, Silver comincia così un viaggio dentro le storie che ci raccontiamo, storie d'amore e privazione, di passione e desiderio.
Ordina per
  • 3

    Leggere questo libro in una giornata di vento e nuvole grigie che corrono veloci, mi ha fatto sentire nel faro a sentire le storie che si intrecciano, spostando si dal passato al presente, navigando tra onde e personaggi da leggende popolari.
    Letto in un solo giorno, cullata dalle onde del ...continua

    Leggere questo libro in una giornata di vento e nuvole grigie che corrono veloci, mi ha fatto sentire nel faro a sentire le storie che si intrecciano, spostando si dal passato al presente, navigando tra onde e personaggi da leggende popolari.
    Letto in un solo giorno, cullata dalle onde del libro e da questa prima grigia giornata d'estate.

    ha scritto il 

  • 4

    Ho ritrovato in questo libro la Winterson di "Scritto sul corpo". Una storia a metà tra il reale e il surreale, con una tecnica narrativa che trovo tipica della scrittrice, capace di trasmettere passione e sensazioni con un insolito intreccio di parole e accadimenti. Da rileggere

    ha scritto il 

  • 4

    Finora, dei libri della Winterson che ho letto, è di gran lunga il migliore.
    Credo di aver trovato il "momento giusto" per leggerlo. Un momento in cui avevo bisogno - come Babel Dark, come Sylver - di trovare una luce, un faro che mi indicasse la strada di casa.
    E questo libro è ...continua

    Finora, dei libri della Winterson che ho letto, è di gran lunga il migliore.
    Credo di aver trovato il "momento giusto" per leggerlo. Un momento in cui avevo bisogno - come Babel Dark, come Sylver - di trovare una luce, un faro che mi indicasse la strada di casa.
    E questo libro è un faro. Le storie sono fari per illuminare il mondo in tutti i suoi angoli. Le storie ci permettono di interpretarlo e spiegarlo per capirlo. Tutti siamo delle storie.
    Il filo come sempre è quello della Winterson, l'amore, narrato con una semplicità disarmante nella scena della capanna.

    ha scritto il 

  • 4

    Delicato e a tratti struggente, con alcune ipertrofie fantasy-simboliste: la casa dell'infanzia inclinata, Pew immortale o reincarnato, il faro stesso che è un non-luogo, nè mare nè terra.
    La scrittura è elegante e piacevole. I personaggi, caricati di elementi simbolici, hanno però poca vit ...continua

    Delicato e a tratti struggente, con alcune ipertrofie fantasy-simboliste: la casa dell'infanzia inclinata, Pew immortale o reincarnato, il faro stesso che è un non-luogo, nè mare nè terra.
    La scrittura è elegante e piacevole. I personaggi, caricati di elementi simbolici, hanno però poca vita.

    ha scritto il 

  • 3

    Squinternato e poetico

    Meravigliosamente poetico ma terribilmente squinternato: ci sono immagini fulminanti (avete mai pensato che il cielo è un immenso mare morto??), parole magiche e ipnotiche, ma la trama non c'è, o forse è solo un guscio per contenere il delicato mollusco dell'immaginario della Signora Winterson (a ...continua

    Meravigliosamente poetico ma terribilmente squinternato: ci sono immagini fulminanti (avete mai pensato che il cielo è un immenso mare morto??), parole magiche e ipnotiche, ma la trama non c'è, o forse è solo un guscio per contenere il delicato mollusco dell'immaginario della Signora Winterson (anche questa è sua)... da leggere, però.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro molto carino, si legge facilmente in un sol giorno, le storie che vengono raccontate dal vecchio Pew prima e da Silver dopo riescono a trascinare il lettore nel mondo un pò vecchio, un pò contemporaneo, nel quale la protagonista vive e sogna. L'unica pecca è che in una o forse due parti mi ...continua

    Libro molto carino, si legge facilmente in un sol giorno, le storie che vengono raccontate dal vecchio Pew prima e da Silver dopo riescono a trascinare il lettore nel mondo un pò vecchio, un pò contemporaneo, nel quale la protagonista vive e sogna. L'unica pecca è che in una o forse due parti mi sono un pò persa, ecco perchè ho messo quattro stelle... un paio di parti si potevano anche saltare. Nonostante tutto resta comunque un bel libro, a tratti poetico.

    ha scritto il 

Ordina per