Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il delta di Venere

Di

Editore: Sonzogno

3.5
(1748)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 286 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Tedesco , Spagnolo

Isbn-10: 8845404692 | Isbn-13: 9788845404696 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Il delta di Venere?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    La Parigi erotica anni '40

    Nei 15 racconti contenuti in questo libro si può trovare veramente di tutto: prostituzione, feticci, incesto, necrofilia, omossessualità, sadomasochismo, orgie (caratteristiche che spesso si presentano sommate una all'altra). Il libro coinvolge quel tanto che basta, facendoci assaporare per qualc ...continua

    Nei 15 racconti contenuti in questo libro si può trovare veramente di tutto: prostituzione, feticci, incesto, necrofilia, omossessualità, sadomasochismo, orgie (caratteristiche che spesso si presentano sommate una all'altra). Il libro coinvolge quel tanto che basta, facendoci assaporare per qualche ora la Parigi degli "artisti" anni '40, merito di una scrittura leggera e senza eccessi di descrittività. Certo alcune storie sono sottotono rispetto ad altre, alcune di esse infatti non riescono a sviscerare la giusta dose di perversione necessaria a rendere ficcante il racconto, divenendo una sorta di Dawson's Creek con i peli pubici. Non c'è da preoccuparsi però, le poche sparate infelici non rovinano la scorrevolezza, attestando il libro su un buon livello, piacevole da leggere.
    PS: spassose le uscite del buon Henry Miller, facilmente identificabili dalla narrazione di pensieri, azioni e abitudini che solo un uomo che ha vissuto pesantemente la perversione può conoscere.

    ha scritto il 

  • 0

    Se proprio volete abbandonarvi ad una lettura piccante, leggete IL DELTA DI VENERE di Anaïs Nin. Questo libro sì che merita di esser definito "letteratura erotica", altro che le centocinquanta sfumature di bianco, rosso e verdone!

    ha scritto il 

  • 0

    "Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d'animo non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all'estero, di facce nuove, di romanzi ...continua

    "Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d'animo non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all'estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino. "(dalla prefazione)

    ha scritto il 

  • 4

    Secondo l'autrice, il primo esperimento di letteratura erotica scritta da una donna

    A volte noioso vista l'inevitabile ripetitività delle situazioni, sempre inverosimile, narrativamente liberissimo e incoerente, spesso davvero poetico. E soprattutto ti mette voglia di scopare tutto e tutti.

    ha scritto il 

  • 1

    Ero li' pronta per una scorpacciata porcona e mi ritrovo con le barzellette tipo "c'è un cinese, un americano, un tedesco e un italiano ..."
    Ma dico?
    Ma sei scema?
    Anais: MO' TE LO BUCO QUER PALLONE!!!!!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Non so quanto sia vero quello che racconto l'autrice nel testo usato come prefazione e cioè che i racconti siano stati scritti a pagamento per un amante del genere che chiedeva ripetutamente "less poetry". Certo, soprattutto nei primi è stato davvero accontentato. Noiosi, piatti, grotteschi e per ...continua

    Non so quanto sia vero quello che racconto l'autrice nel testo usato come prefazione e cioè che i racconti siano stati scritti a pagamento per un amante del genere che chiedeva ripetutamente "less poetry". Certo, soprattutto nei primi è stato davvero accontentato. Noiosi, piatti, grotteschi e persino più ripetitivi del necessario.
    Andando avanti migliorano, c'è maggior contesto, descrizioni più ricche e alcune parti sono addirittura belle.
    Interessante la riflessione iniziale che l'autrice si è scontrata con una lingua che non era fatta perché la pornografia fosse scritta da donne.
    Bellissimo il finale con la guerra che chiude "a marvelous summer" quando sembrava che ognuno sapesse che "it would be the last drop of pleasure."

    ha scritto il 

  • 5

    Tra i capolavori della letteratura erotica

    Superbo, duro, estremo, appassionante. Sesso, sesso e ancora sesso. C'è di tutto: omosessualità, voyeurismo, necrofilia, incesto, zooerastia. Ma la Nin ci avverte: dobbiamo dimenticare la poesia in quanto trattasi di racconti scritti su commissione a un dollaro a pagina per un anonimo "collezioni ...continua

    Superbo, duro, estremo, appassionante. Sesso, sesso e ancora sesso. C'è di tutto: omosessualità, voyeurismo, necrofilia, incesto, zooerastia. Ma la Nin ci avverte: dobbiamo dimenticare la poesia in quanto trattasi di racconti scritti su commissione a un dollaro a pagina per un anonimo "collezionista". Al quale si rivolge così: "Lei ci ha insegnato più di chiunque altro quanto sia sbagliato non mescolarlo [il sesso] all'emozione, all'appetito, al desiderio, alla lussuria, al caso, ai capricci, ai legami personali, a relazioni più profonde che ne cambiano il colore, il sapore, i ritmi, l'intensità". Nonostante ciò, lo stile della Nin è riconoscibile e, come sempre, impareggiabile.

    ha scritto il 

  • 3

    Fattore Delta

    A forza di sentirlo citare ogni volta che si parlava di letteratura erotica mi è venuta la curiosità di leggerlo, tanto più che lo avevo già pronto sullo scaffale, certamente c'è del buon erotismo ma spesso e volentieri si trascende nella pura pornografia, non si sa se e quanto voluta dall'autric ...continua

    A forza di sentirlo citare ogni volta che si parlava di letteratura erotica mi è venuta la curiosità di leggerlo, tanto più che lo avevo già pronto sullo scaffale, certamente c'è del buon erotismo ma spesso e volentieri si trascende nella pura pornografia, non si sa se e quanto voluta dall'autrice, conoscendo anche le circostanze che la indussero a scrivere queste storie, in conclusione lo stile mi è piaciuto ma in futuro mi piacerebbe leggere altre cose della Nin per conoscere meglio questa scrittrice e giudicarla più oggettivamente

    ha scritto il 

Ordina per