Il demone

Voto medio di 152
| 26 contributi totali di cui 21 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 26/09/14
E' molto lontano dall'idea dell'amore e forse anche da quella del sesso, c'è molta paura in questo libro e molto malessere, ma non la gioia di due corpi innamorati o anche solo molto attratti che si uniscono...e la cosiddetta giustizia finale è ..." Continua...
Ha scritto il 15/03/13
Saeki è paranoico, pavido, vittimista. Teruko incarna la femme fatale. Suzuki è folle, di rabbia, di gelosia, di orgoglio ferito. Questi i personaggi di una storia che si svolge per la maggior parte all’interno della stanza di Saeki, il ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 30/12/12
Tanizaki riesce con pochi tratti a farti entrare nel suo mondo ossessivo..."L'insegnante saliva in cattedra e dopo qualche colpo di tosse iniziava:"...Dunque, continuando la lezione precedente..." E all'improvviso tutte le teste si chinavano sui ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/11/12
Paranoia, ossessione e morbosità.
In realtà le stelle sarebbero 2 1/2.E' il primo libro che leggo di Tanizaki.Il personaggio di Saeki è angoscainte e irritante nelle prime pagine, poi piano piano la storia prende forma e il personaggio si arricchisce di sfumature, ma sempre ..." Continua...
Ha scritto il 10/07/12
Superficiale
Leggendo le recensione degli altri utenti, ho deciso di rivalutare il giudizio verso il basso.
Stile sempre elegantissimo peccato che manchi il necessario approfondimento della psicologia dei personaggi.

Ha scritto il Dec 30, 2012, 22:07
Non è un gatto e neppure un topo: non ti sembra strano che abbia paura degli uomini?
Pag. 15
Ha scritto il Dec 30, 2012, 22:06
L'insegnante saliva in cattedra e dopo qualche colpo di tosse iniziava:"...Dunque, continuando la lezione precedente..." E all'improvviso tutte le teste si chinavano sui tavoli e centinaia di mani facevano scorrere contemporaneamente la penna sul ... Continua...
Pag. 13
Ha scritto il Sep 23, 2008, 07:47
Al pensiero che il proprio animo, misteriosamente divenuto così vile, così laido, così corrotto, fosse impudicamente esposto allo sguardo di quella donna e duramente spregiato, provava un'intollerabile senso di angoscia.
Pag. 44
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 23, 2008, 07:46
All'improvviso Saeki immaginò il grasso corpo della zia avvolto nella vestaglia di flanella mentre veniva trascinato pesantemente, inondato di sangue,tra acute strida. Chissà quale sensazione si sarebbe provata conficcando forsennatamente una lama ... Continua...
Pag. 29
  • 1 commento
Ha scritto il Sep 23, 2008, 07:46
In quell'ampia aula immersa nel silenzio tutti i cervelli erano morti, soltanto le mani continuavano a vivere.
Pag. 21
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi