Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il demone

By Junichiro Tanizaki

(66)

| Paperback | 9788887939903

Like Il demone ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

23 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Saeki è paranoico, pavido, vittimista. Teruko incarna la femme fatale. Suzuki è folle, di rabbia, di gelosia, di orgoglio ferito. Questi i personaggi di una storia che si svolge per la maggior parte all’interno della stanza di Saeki, il protagonista. ...(continue)

    Saeki è paranoico, pavido, vittimista. Teruko incarna la femme fatale. Suzuki è folle, di rabbia, di gelosia, di orgoglio ferito. Questi i personaggi di una storia che si svolge per la maggior parte all’interno della stanza di Saeki, il protagonista. L’autore lascia molto, forse troppo, alla fantasia del lettore: le uniche descrizioni sulle quali si sofferma sono dedicate a Teruko, la protagonista femminile, al suo fisico morbido, ai suoi gesti studiati per farsi desiderare. La narrazione è quasi cronaca, distaccata, fredda.
    Lo avevo comprato sperando di trovarvi il delicato erotismo de “La chiave”, ma non è stato così.
    Ci sono libri – lunghi o brevi, brutti o belli – dei quali comunque resta qualcosa a decantare nel cuore del lettore. Questo è uno di quelli che evaporano subito…

    Is this helpful?

    chi said on Mar 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Fa sempre un po’ sorridere il tentativo diffuso di ordinare i testi di Tanizaki Jun’ichiro secondo una classifica di gradimento interna alla sua narrativa.

    Mai, come nel caso di questo autore, ciascuno dei testi sembra costituire un universo a sé s ...(continue)

    Fa sempre un po’ sorridere il tentativo diffuso di ordinare i testi di Tanizaki Jun’ichiro secondo una classifica di gradimento interna alla sua narrativa.

    Mai, come nel caso di questo autore, ciascuno dei testi sembra costituire un universo a sé stante, retto da un solido nucleo di motivazioni intrinseche alla narrazione ed estrinseche alla stessa, che rifuggono ad ogni tipo di tassonomia.

    Il motivo che rende interessante un testo apparentemente insulso, quasi banale, come Il Demone, breve racconto datato 1912, è il tentativo del maestro di confrontarsi con la letteratura europea, in particolar modo inglese, del tardo Ottocento. Ne risulta un racconto ibrido, in cui la tradizionale prosa giapponese, didascalica e sofisticata,.... continua la lettura su

    http://www.i-libri.com/il-demone-di-tanizaki-junichir.h…

    Is this helpful?

    Phania said on Jan 13, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tanizaki riesce con pochi tratti a farti entrare nel suo mondo ossessivo...

    "L'insegnante saliva in cattedra e dopo qualche colpo di tosse iniziava:"...Dunque, continuando la lezione precedente..." E all'improvviso tutte le teste si chinavano sui ta ...(continue)

    Tanizaki riesce con pochi tratti a farti entrare nel suo mondo ossessivo...

    "L'insegnante saliva in cattedra e dopo qualche colpo di tosse iniziava:"...Dunque, continuando la lezione precedente..." E all'improvviso tutte le teste si chinavano sui tavoli e centinaia di mani facevano scorrere contemporaneamente la penna sul quaderno. Le parole dell'insegnante superavano d'un balzo i loro animi per passare dalle mani alla carta. Rimanevano fissate sulla carta con ideogrammi simili a segni indisciplinati, stranamente negligenti, bizzarri e oziosi. Soltanto le mani vivevano e lavoravano. In quell'ampia aula immersa nel silenzio tutti i cervelli erano morti, soltanto le mani continuavano a vivere. Con un impeto forsennato continuavano ad allineare rapidamente e ciecamente gli ideogrammi, e infilavano rumorosamente la penna nel calamaio, mentre fruscianti fogli di carta venivano girati."

    Is this helpful?

    dreca said on Dec 30, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Paranoia, ossessione e morbosità.

    In realtà le stelle sarebbero 2 1/2.

    E' il primo libro che leggo di Tanizaki.
    Il personaggio di Saeki è angoscainte e irritante nelle prime pagine, poi piano piano la storia prende forma e il personaggio si arricchisce di sfumature, ma sempre sottot ...(continue)

    In realtà le stelle sarebbero 2 1/2.

    E' il primo libro che leggo di Tanizaki.
    Il personaggio di Saeki è angoscainte e irritante nelle prime pagine, poi piano piano la storia prende forma e il personaggio si arricchisce di sfumature, ma sempre sottotono nonostante l'esaurimento e la paranoia costante.
    A mio avviso la quarta di copertina è parecchio ingannevole.

    D.

    Is this helpful?

    D. said on Nov 5, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Superficiale

    Leggendo le recensione degli altri utenti, ho deciso di rivalutare il giudizio verso il basso.
    Stile sempre elegantissimo peccato che manchi il necessario approfondimento della psicologia dei personaggi.

    Is this helpful?

    Patrick Bateman said on Jul 10, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lo stile di Tanizaki è sempre lucido, freddo e tagliente; le atmosfere claustrofobiche e torbide. Ma la storia, un racconto breve, questa volta non convince del tutto. Gli interrogativi lasciati aperti e non soddisfatti questa volta straniscono anzic ...(continue)

    Lo stile di Tanizaki è sempre lucido, freddo e tagliente; le atmosfere claustrofobiche e torbide. Ma la storia, un racconto breve, questa volta non convince del tutto. Gli interrogativi lasciati aperti e non soddisfatti questa volta straniscono anzichè coinvolgere.

    Is this helpful?

    lelena (e i libri di carta) said on Sep 5, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (66)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 78 Pages
  • ISBN-10: 888793990X
  • ISBN-13: 9788887939903
  • Publisher: ES
  • Publish date: 2007-01-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book

Collection with this book

Margin notes of this book