Il deserto dei Tartari

Novecento italiano. I grandi della narrativa, 2

Voto medio di 10142
| 1294 contributi totali di cui 1169 recensioni , 122 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
Supplemento a Fam. Crist. n.16 del 16 aprile 1997.
Ha scritto il 13/08/17
a tratti è lento e prolisso, è vero, ma il senso di inquietudine che emana a testimoniare l'influsso della passività che sovente ci aggroviglia a mo di melassa appiccicosa e ci incatena inerti al volere dello scorrere del tempo, vale tutto il libro
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 09/08/17
Ho concluso la lettura di “Il deserto dei Tartari”, ecco il mio non nuovo pensiero dopo aver seguito “la carriera”del protagonista di questo romanzo: la gloria e la grandezza in ogni nostra povera e solitaria vita umana non le si deve ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 18/07/17
La Fuga del Tempo
Lento e cadenzato come l'Abitudine che narcotizza e permette al Tempo di fuggire.Per una vita intera il bravo ragazzo Drogo aspetta inutilmente la gloria e la realizzazione di un'esistenza speciale, attende l'occasione per dimostrare il suo coraggio ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 28/06/17
Si capisce fin dalle prime pagine il motivo per cui questo romanzo sia annoverato fra i migliori del '900. L'ingresso nel suo corpo vivo è pressochè immediato. Un senso di magone, di attesa, di pessimismo e di tristezza permea, riga dopo riga, la ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 27/06/17
Emozione pura, da brividi.
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 21, 2017, 14:08
"Sempre così, i nuovi arrivati dapprincipio vincono sempre. A tutti capita lo stesso, ci si illude di essere veramente bravi, invece è solo questione della novità, anche se gli altri finiscono per imparare il nostro sistema e un bel giorno non si ... Continua...
Pag. 71
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 13, 2016, 21:17
A poco a poco la fiducia si affievoliva. Difficile è credere in una cosa quando si è soli, non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che se ... Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 24, 2016, 09:32
A poco a poco la fiducia si affievoliva. Difficile è credere in una cosa quando si è soli, e non se ne può parlare con alcuno. Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; che ... Continua...
Pag. 217
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 24, 2016, 09:26
Il tempo intanto correva, il suo battito silenzioso scandisce sempre più precipitoso la vita, non ci si può fermare neanche un attimo, neppure per un'occhiata indietro. "Ferma, ferma!" si vorrebbe gridare, ma si capisce ch'è inutile. Tutto quanto ... Continua...
Pag. 216
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 24, 2016, 09:20
A una certa età sperare costa grande fatica, non si ritrova più la fede di quando si aveva venti anni.
Pag. 134
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Dec 29, 2015, 10:29
Collocazione: NR 705 (2 copie)
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 09, 2015, 22:07
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
e la speranza, ormai
è un'abitudine.
(L. Tenco)
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 07, 2015, 09:12
Proprio in quel tempo Drogo si accorse come gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangono sempre lontani: che se uno soffre il dolore è completamente suo... che se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l'amore è ... Continua...
Pag. 98
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi