Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il deserto di ghiaccio

La guerra delle streghe Vol.2

Di

Editore: Salani

4.0
(361)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Catalano , Spagnolo

Isbn-10: 8884517907 | Isbn-13: 9788884517906 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: A. Benvenuti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il deserto di ghiaccio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Anaì'd, quattordici anni, si mette sulle tracce della madre misteriosamente scomparsa e scopre non solo di essere una strega, ma la predestinata per mettere fine a una guerra che dura da secoli. In questo secondo libro la ritroviamo in lotta con una temibile avversaria mentre la madre ritrovata le narra la propria storia e la mette in guardia affinché non commetta i suoi stessi errori.
Ordina per
  • 4

    Decisamente meglio del primo volume. Questo è intrigante, appassionante e spazia tra il fantasy, il romanzo e qualche sprazzo di giallo. Molto piacevole. Adesso vediamo come si concluderà la trilogia.

    ha scritto il 

  • 3

    Tutto il libro è incentrato sulla storia di Selene e, nonostante questo risponda a molti quesiti irrisolti, non mi è piaciuto più di tanto. Anche perchè la narrazione si interrompe ovviamente proprio quando la storia inizia, cosa che io trovo un pò scorretta.

    ha scritto il 

  • 4

    Està molt bé, però que molt bé. M'ha semblat molt emocionant. En aquest llibre es descobreixen tots els secrets de la Selene i ajuda molt a entendre el primer llibre. La veritat és que quan l'acabes et deixa moltes ganes de llegir La Maledicció d'odi. Us el recomano!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Nonostante questo secondo volume sia nettamente migliore del primo non raggiunge pienamente le 4 stelle.


    Questo secondo libro ha il pregio di tutti i seguiti: non ti devono spiegare la maggior parte delle cose, quindi il libro viene snellito di tutte le spiegazioni relative ai diversi clan ...continua

    Nonostante questo secondo volume sia nettamente migliore del primo non raggiunge pienamente le 4 stelle.

    Questo secondo libro ha il pregio di tutti i seguiti: non ti devono spiegare la maggior parte delle cose, quindi il libro viene snellito di tutte le spiegazioni relative ai diversi clan e ai loro poteri.

    La storia fa un salto indietro svelando il passato di Selene. Scopriamo così che la bella Selene era una ragazzina ribelle in costante attrito con la madre Demetra. Demetra appare una donna dura troppo occupata con le lotte di potere interne al clan per mostrare un pò d'affetto alla figlia.

    Selene appare desiderosa di allontanarsi dal clan e di essere indipendente ma, ben presto, capirà che ottenere la libertà sarà più difficile del previsto.

    L'amicizia con Meritxell e l'amore per Gunnar renderanno le cose più difficili. Selene è disposta a tutto pur di portar via Gunnar all'amica, perfino ricorrere alla magia... Tuttavia, un travestimento ardito finirà per risvegliare la malvagia Baalat, una potentissima odish che cercherà con ogni mezzo di possedere Selene per poter dare alla luce l'eletta della profezia.

    Selene, accusata della morte di Meritxell, decide di fuggire con Gunnar, assieme i due attraverseranno terre fredde e inospitali fino alla Groenlandia. I panorami, le case e le diverse popolazioni che lo abitano sono descritte abbastanza bene, quel tanto che basta per dare l'impressione di luoghi freddi e selvaggi. Come nel libro precedente il problema della trama si rivela essere il colpo di scena o, almeno, quello che dovrebbe essere tale e non lo è. Gunnar dovrebbe essere un semplice mortale del tutto ignaro dell'esistenza delle streghe e della magia ma, ben presto, numerosi indizi fanno capire al lettore che quest'ultimo è a conoscenza di fin troppe cose.

    Mi ha colpito, invece, scoprire che Cristine, la dolce odish del primo libro, è in realtà la nonna di Anaid... Il clichè della prescelta che ha il sangue di tutte e due le stirpi e che potrà quindi pacificarle, non è così fastidioso come potrebbe essere se l'autrice ci si fosse soffermata ulteriormente.

    Questo volume lascia volutamente aperta la questione della crudele Baalat. Ormai essa è stata risvegliata da Anaid che adesso dovrà scendere negli inferi per domandare aiuto agli spiriti dei morti come già un tempo fece Selene...

    L'ultimo libro dovrebbe quindi chiudere una volta per tutte la faccenda di Baalat a portare a compimento la profezia... staremo e vedere...

    ha scritto il 

  • 5

    Mágico.

    Este libro es, en resumen, una sucesión de sorpresas. La historia gira en torno al pasado de Selene y el origen de Anaíd. Éste libro realmente me ha encantado, porque aparte de descubrir una personalidad tan fuerte y sólida como la de Selene, está plagado de la magia del ártico. El escenario de e ...continua

    Este libro es, en resumen, una sucesión de sorpresas. La historia gira en torno al pasado de Selene y el origen de Anaíd. Éste libro realmente me ha encantado, porque aparte de descubrir una personalidad tan fuerte y sólida como la de Selene, está plagado de la magia del ártico. El escenario de esta hermosa pero trágica historia de amor maldito es Islandia, un paraje inhóspito confeccionado en diferentes matices de blanco y de un frío aterrador.

    La documentación de la autora es rica, se ve en las descripciones del paraje, así como las leyendas que dotan de magia y fantasía el ártico. Apasionantes sagas vikingas que, por lo menos a mí, me ha despertado curiosidad por la cultura de los vikingos y estoy dispuesta a conocer más sobre ellos.

    Como ya he dicho, la historia ante todo es una historia de amor entre Selene y Gunnar. Selene es una adolescente rebelde que se rebela constantemente contra su condición de bruja. Ella desea una vida normal, desea ser una simple mortal y deshacerse así de sus compromisos de bruja, del sacrificio que en muchas ocasiones acompaña a las brujas Omar y contra el control que tienen sobre ella. Además, detesta de un modo muy personal la brujería, ya que su madre Deméter no estuvo con ella tanto como le habría gustado por culpa de sus compromisos. La ambición de su madre era ascender a lo más alto, y antepuso esa ambición a la atención que debiera brindarle a su hija. Selene pues, vio en primera fila el sacrificio que suponía ser una bruja.

    Selene era una joven excéntrica, y tal vez a causa de la poca atención maternal que recibió, se empeñaba siempre en ser el centro de atención. Era ambiciosa, egoísta e independiente, y estaba empeñada en conseguir sus propósitos y a cumplir sus expectativas. Aunque aquello supusiera tener que arrollar a alguien a su paso. Y cuando se enamoró de Gunnar, el novio de su compañera de piso, pasó precisamente eso.

    La tragedia que ya andaba acechando de antes de manera sigilosa, se desata de forma palpable a partir de entonces, afectando a todas las brujas. Sin embargo, quien más sufre el efecto es Selene. El destino le tiene encomendada una tarea importante. Importante y dolorosa.

    Personalmente, la personalidad de Selene me encandiló. Me admiró su fuerza y su fortaleza, su capacidad para no rendirse ante nada, ni siquiera ante su dolor. La valentía que demuestra durante todo el libro. Y el amor tan intenso que muestra. No es fácil llegar al corazón de Selene, pero aquel que entra, tendrá la fortuna de tener a una mujer fuerte y leal que vele por él o ella.

    El libro es una travesía llena de secretos y misterios, de entereza y desconfianza. Es un recorrido de emociones y sentimientos que desemboca en el fin del mundo. Es un relato fascinante y estremecedor que ayuda a comprender mejor el universo de Anaíd.

    Sin duda alguna, recomendable.

    ha scritto il 

  • 3

    Seguito di "Il clan della lupa", in questo secondo romanzo della Guerra delle Streghe la protagonista indiscussa è Selene, madre dell'Eletta. Torna il tema del viaggio fuori e dentro di sé, questa volta alla scoperta della propria storia: Anaïd conoscerà le circostanze del suo concepimento e fina ...continua

    Seguito di "Il clan della lupa", in questo secondo romanzo della Guerra delle Streghe la protagonista indiscussa è Selene, madre dell'Eletta. Torna il tema del viaggio fuori e dentro di sé, questa volta alla scoperta della propria storia: Anaïd conoscerà le circostanze del suo concepimento e finalmente saprà che è suo padre. Troviamo una Selene adolescente, festaiola, che desidera con tutto il cuore essere una ragazza normale: vuole studiare, scegliere la propria strada indipendentemente dal clan, innamorarsi e magari formare una famiglia. Come tutte le sue coetanee, vive anche lei un momento di ribellione nei confronti della madre Demetra, che sente oppressiva, intransigente ed egoista. In un moto di sfida, evoca l'antica dea Baalat, sanguinaria Odish, e per sfuggirle sarà costretta a intraprendere un lungo viaggio verso il Nord.

    Continua su http://www.lastambergadeilettori.com/2011/03/il-deserto-di-ghiaccio-maite-carranza.html

    ha scritto il