Il destino del leone

di | Editore: TEA
Voto medio di 1166
| 88 contributi totali di cui 75 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Una sfida tregua di fronte al dolore, all'amore, all'avventuraÈ il Sudafrica il grandioso palcoscenico sul quale Sean Courteney muove i suoi primi passi. E sono anni di libertà, avventure ed esplorazioni, di amicizie, amori e scoperte. Ma poco ...Continua
Ha scritto il 11/12/17
un romanzo "d'avventura" che non scende mai nel banale, nello scontato e nel james rollins.la narrazione inizia con quello che sembra una saga familiare, anche se poi in realtà perderemo le tracce di Garry Courtney per concentrarci su gesta e ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/11/17
"Il tuo destino è quello del leone. Perché il leone viva, qualcuno deve morire."E dopo una pausa di 12 anni torno a leggere Wilbur Smith. Di lui avevo adorato la trilogia egizia che nel frattempo è diventata una pentacologia . Questo è il suo ...Continua
Ha scritto il 05/11/17
"Il tuo destino è quello del leone. Perché il leone viva, qualcuno deve morire."E dopo una pausa di 12 anni torno a leggere Wilbur Smith. Di lui avevo adorato la trilogia egizia che nel frattempo è diventata una pentacologia . Questo è il suo ...Continua
Ha scritto il 26/07/17
L’esordio di Wilbur Smith, che lo ha consacrato al successo, è un romanzo che si può ascrivere al genere avventuroso dalle tinte decisamente storiche e che racconta le vicende della famiglia Courteney, a cui poi conseguiranno sia una saga di ...Continua
Ha scritto il 08/05/16
Non è proprio il tipo di libri che fa per me. Mi ha dato la sensazione di un Harmony (scritto sicuramente meglio, per carità!). Il solito protagonista maschile macho, che sa fare tutto, che conquista le donne con il solo sguardo...
  • 1 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Nov 15, 2010, 15:25
E' finita, pensò Sean. Tutto finito... tutti i sogni, l'allegria e l'amore. Era troppo stordito per provare dolore... sarebbe arrivato più tardi.-Perché mi stringi così, babbo?Sean allentò la stretta e guardò il bambino che teneva in grembo. E ...Continua
Pag. 470
Ha scritto il Nov 15, 2010, 15:21
Se le lacrime potessero pagare i nostri debiti, pensò Sean, se con le mie lacrime potessi comperarti un'indulgenza nei confronti di ogni dolore, se piangendo adesso potessi fare in modo che tu non debba mai piangere... allora piangerei fino a ...Continua
Pag. 471
Ha scritto il Nov 15, 2010, 12:23
-E tu, cos'hai fatto della tua vita, fino a ora? -L'ho vissuta.
Pag. 442
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 15, 2010, 12:17
Sean sentì Duff ridere e si girò rapidamente sul sedile per scoprire la sorgente di quel suono; [...] dal tono Sean capì che non era la risata di Duff. Molto simile, ma non uguale. E tutto quanto era così: simile, ma leggermente cambiato. ...Continua
Pag. 439
Ha scritto il Nov 15, 2010, 11:47
-Dobbiamo tornare qui, un giorno. Ci siamo stati tanto felici. -La felicità non è un posto, tesoro mio, non stiamo abbandonandola qui, ce la portiamo con noi.
Pag. 426
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi