Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il diario del vampiro. Il risveglio - La lotta - La furia - La messa nera

Di

Editore: Newton Compton Editori

3.4
(111)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8854139599 | Isbn-13: 9788854139596 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il diario del vampiro. Il risveglio - La lotta - La furia - La messa nera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La saga Il diario del vampiro è ora diventata una serie TV. Scoprite tutto su Lisa Jane Smith visitando i siti www.ljanesmith.net e www.lasettadeivampiri.com
Ordina per
  • 2

    Ho letto questo libro dopo aver visto la prima stagione del telefilm... Mi sono detta "La serie mi è piaciuta un casino, il libro sarà sicuramente un capolavoro!". Mi sbagliavo. Ecco uno dei rarissimi casi in cui la versione "film" ha decisamente migliorato la storia originale dei libri.

    ha scritto il 

  • 2

    non so bene come recensire questo libro. premetto che ho visto prima la serie tv (che adoro) e che ero a conoscenza del fatto che era liberamente ispirata alla saga, quindi ho cercato di leggere come se non conoscessi minimamente le vicende. non so di preciso cosa non mi ha convito di questi libr ...continua

    non so bene come recensire questo libro. premetto che ho visto prima la serie tv (che adoro) e che ero a conoscenza del fatto che era liberamente ispirata alla saga, quindi ho cercato di leggere come se non conoscessi minimamente le vicende. non so di preciso cosa non mi ha convito di questi libri. forse mi aspettavo di più, avevo delle aspettative troppo alte. fatto sta che ho dovuto abbandonarlo prima di arrivare alla metà. davvero non ce la facevo a continuare, non mi prendeva, per quanto fossi (e sono) ancora curiosa di sapere come si svolgerà la storia, mi sembra di costringermi a continuare ancora la lettura

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    (in lettura)

    Premetto che ho visto la serie tv questa estate, quindi ho un po' di pregiudizi, vedremo!

    1. Il Risveglio: *** stelle.
    Scorre bene anche se i personaggi sono un po' stereotipati e in 150 pagine racconta ben poco. I dettagli non sono molto curati ed Elena mi sta alquanto indig ...continua

    Premetto che ho visto la serie tv questa estate, quindi ho un po' di pregiudizi, vedremo!

    1. Il Risveglio: *** stelle.
    Scorre bene anche se i personaggi sono un po' stereotipati e in 150 pagine racconta ben poco. I dettagli non sono molto curati ed Elena mi sta alquanto indigesta. Ma ho bisogno di una lettura leggera in questo momento quindi vado avanti.

    2. La Lotta: ** stelle e mezzo
    Pochi dettagli, personaggi sempre piatti, dialoghi che lasciano un po' a desiderare. Penso che il cambiamento di Elena sia avvenuto troppo presto. Vado avanti perché mi aspetto la comparsa di Klaus da un momento all'altro e non vedo l'ora! :)

    3. La Furia: *** stelle
    I personaggi sono sempre gli stessi, come le altre caratteristiche, ma devo ammettere che la fine mi ha colta di sorpresa. No me l'aspettavo affatto. Adesso sono proprio curiosa di vedere come la Smith intende procedere.

    ha scritto il 

  • 2

    Per ora ho letto solo il primo, ma non continuerò, perchè mi è sembrato terribilmente simile a Twilight, anche se scritto prima di quest'ultimo. Odio Elena! >.<, la classica ragazza perfettina voluta da tutti. L'unica cosa positiva è Damon, per il resto nulla

    ha scritto il 

  • 4

    Bello, coinvolgente, ma... troppi libri!

    La storia di Elena e le vicende paranormali che si verificano nella sua cittadina sono senza alcun dubbio interessanti. Il volume, essendo composto dal primo ciclo, rende un'idea più chiara. Come se si trattasse di un unico romanzo. Proprio per questo, ritengo inutile la suddivisione in più roman ...continua

    La storia di Elena e le vicende paranormali che si verificano nella sua cittadina sono senza alcun dubbio interessanti. Il volume, essendo composto dal primo ciclo, rende un'idea più chiara. Come se si trattasse di un unico romanzo. Proprio per questo, ritengo inutile la suddivisione in più romanzi, da circa 170 pagine, assolutamente brevi e inconcludenti. L'idea, invece, dei volumi composti da quattro capitoli, è migliore per chi vuole capire "qualcosa" della saga. Ci sono spesso ripetizioni, per ricordare ovviamente cosa è accaduto nei prequel, ma le ho trovate inutili appunto perchè ripetitive. La narrazione, per il resto, è fluida e molto coinvolgente. L'intricarsi delle vicende di Elena Gilbert, della sua mutazione e il suo atto di altruismo, è meraviglioso.
    Stefan e Damon iniziano a costruire un rapporto tra loro, legati sempre da una donna, in questo caso Elena. L'amore tra lei e Stefan è struggente, sofferente.
    Il modo di amare dei vampiri l'ho trovato affascinante, solo in quanto ho trovato alcuni punti in comune con un romanzo per me più importante.
    Nel complesso, se dovessi tenere conto dell'intero ciclo, quindi i primi quattro romanzi, mi è piaciuto molto. Per il resto, trattandosi di una saga molto lunga, acquisterò gli altri romanzi solo in formato economico.

    ha scritto il 

  • 2

    solo per curiosità vorrei continuare a leggere l'intera saga... ma poi penso "chi me lo fa fare? è solo uno spreco di soldi!" ... mmmm non lo so.. ci devo riflettere bene perchè ora è un pò come guardare un telefilm,... vuoi sapere come va a finire!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Anche se li sto leggendo solo perchè ADORO il telefilm,devo ammettere che,anche se c'è poca corrispondenza, mi sono piaciuti e leggero' anche gli altri della serie!

    ha scritto il 

  • 3

    Ho deciso di fare un'unica recensione per questi primi volumi della famosa saga di Lisa Jane Smith perché credo fermamente che questi quattro romanzi siano in realtà quattro parti di uno stesso libro. Oltre al numero estremamente breve di pagine per ogni libro, la trama è talmente lineare e conti ...continua

    Ho deciso di fare un'unica recensione per questi primi volumi della famosa saga di Lisa Jane Smith perché credo fermamente che questi quattro romanzi siano in realtà quattro parti di uno stesso libro. Oltre al numero estremamente breve di pagine per ogni libro, la trama è talmente lineare e continua da proseguire tra un libro e l'altro come se finisse un capitolo o, addirittura, una frase.
    Prima di cominciare a parlare della saga, vorrei precisare che, per quanto ci abbia provato, il mio giudizio è stato inevitabilmente deviato dalla visione della serie tv The Vampire Diaries, ispirata a questi romanzi, con cui ha in comune solo il titolo e i nomi dei personaggi (solo alcuni, tra l'altro). Dopo aver visto la seconda stagione della serie tv e aver tanto sentito parlare della saga, la curiosità di vedere da dove venisse tanto successo è diventata enorme, così ho deciso di dare una possibilità alla Smith, per vedere quale dei pareri contrastanti che avevo sentito (di odio e amore verso la saga) fosse quello giusto per me.

    Dopo aver concluso la lettura del primo volume, ero leggermente confusa. Non perché ci fosse qualcosa di complicato nella trama, ma perché la mia prima impressione su questo libro è stata quasi completamente assente. Né odio né amore, insomma. Solo vuoto e un senso di leggerezza assurdo. Poi, proseguendo con la lettura, ho scoperto che lo sviluppo della saga va di pari passo con quello della protagonista: vuoto e superficiale all'inizio, diventa più sopportabile col proseguire della storia, senza però mai riuscire a conquistare veramente il lettore.

    Elena, come dice la trama stessa, è una ragazza bella, brillante e alla ricerca di un brivido che scuota la sua vita fin troppo perfetta. Punto. Non c'è altro dietro alla protagonista, una ragazza superficiale e senza carattere, che sceglie di volere Stefan, il misterioso e affascinante ragazzo nuovo, solo per curiosità. E magicamente dopo poche pagine si trova a dichiarargli amore eterno e rischiare il tutto e per tutto solamente perché sente di amarlo, anche se praticamente se ne accorge solo lei.
    Non c'è un vero sentimento tra loro: da parte di Elena perché l'evolversi dei suoi sentimenti è talmente superficiale da sfiorare il ridicolo e da parte di Stefan perché come personaggio è praticamente assente, senza voce in capitolo. Non si capisce che carattere abbia, che emozioni provi, niente di niente.
    Estremamente irritante è l'adorazione verso Elena, idolatrata come una dea anche quando in realtà l'unica cosa che io avrei voluto fare sarebbe stato entrare nel libro e strangolarla.

    Damon, da parte sua, è un punto a favore dell'autrice. Certo, non raggiunge il fascino creato dall'attore Ian Somerhalder, ma sto tentando il più possibile di distaccarmi dalla serie tv per dare un giudizio che riguardi interamente i libri. Col suo fascino intramontabile da cattivo ragazzo, risulta sicuramente più gradevole del fratello. Le amiche di Elena hanno più carattere della stessa protagonista, risultando più simpatiche di lei, tanto da sperare che il loro ruolo sia sempre maggiore, cosa che, nel caso di Bonnie, avviene.
    Eppure, nonostante alcuni personaggi più reali di altri, non ho saputo immedesimarmi in nessuno in particolare, tanto da leggere la storia con un senso di estraneità e freddo distacco.
    Ho apprezzato particolarmente i flashback sul passato dei fratelli Salvatore e Katherine, anche se la fine dedicata a quest'ultima è stata secondo me alquanto insulsa, considerato tutto quello che l'aveva vista coinvolta nei primi due romanzi.

    Un punto a favore della Smith è lo stile. Niente di impegnativo, ma almeno non pesante o difficile da digerire. La trama non è male, semplicemente lo sviluppo della storia è a mio parere affrettato e sconclusionato. Se l'autrice avesse sviluppato la storia in modo più abile, avrebbe potuto contemporaneamente illustrare l'evoluzione dei personaggi, rendendo più gradevole al lettore la presenza di Elena e company.

    Alla fine non so bene dire se la saga mi sia piaciuta o meno. Lo stile fresco e limpido della Smith rendono il romanzo leggibile in poche ore, facendo trascorrere un pomeriggio tranquillo senza però colpire particolarmente. Senza dubbio non leggerò le numerose aggiunte che la saga ha ricevuto con il passare degli anni, fermandomi alla serie originale composta da questi quattro libri (Il Risveglio, La Lotta, La Furia e La Messa Nera).

    So che questa non è una delle mie migliori recensioni, specialmente considerando che è la recensione di ben quattro libri, ma la verità è che non so cosa dire. Non ho provato sentimenti particolarmente profondi verso la serie, tanto da poter dire la trama e non molto altro. Non voglio nemmeno svelare troppo a chi non abbia ancora iniziato la serie e abbia intenzione di farlo, perciò mi limito a questo: lo consiglio? Non lo so. Personalmente, non la vedo come una saga per cui spendere soldi, ma nemmeno una così terribile. Qualcosa di leggero (molto leggero) per passare un pomeriggio tranquillo, senza aspettarsi niente di entusiasmante.

    http://clary-booktime.blogspot.it/2012/07/recensione-il-diario-del-vampiro-primo.html

    ha scritto il