Il diario di Bridget Jones

Di

Editore: Sonzogno

3.7
(5521)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Tedesco , Olandese , Catalano , Svedese , Ceco , Giapponese , Portoghese , Polacco , Rumeno , Danese

Isbn-10: A000010761 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Rosa

Ti piace Il diario di Bridget Jones?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cose da evitare: bere piu di 14 superalcolici la settimana, fumare, spendere piu di quel che guadagno, deprimermi perche non sono fidanzata. Cose da fare: smettere di fumare, essere piu sicura di me, ridurre di 8 cm la circonferenza cosce. Questi sono solo alcuni dei buoni propositi per l'anno nuovo di Bridget Jones, una trentenne o giu di li, single non certo per scelta, un po' soprappeso, molto stressata. Insomma, il ritratto sputato di una donna di oggi che cerca di sopravvivere non solo a se stessa e alla cellulite, ma anche a una mamma invadente che la sogna rispettabilmente sposata. L'irresistibile attrazione che Bridget prova per gli uomini inaffidabili ed egoisti o per gli assatanati di sesso e pari soltanto alla convinzione che se solo riuscisse a scendere fino a 54 chili e mezzo, a smettere di fumare e a sviluppare la Calma Interiore tutti i suoi problemi sarebbero risolti. Ma non ci riesce. Cosi si trova regolarmente stressata dai ripetuti tentativi della madre di accasarla con un ricco giovanotto che indossa orribili maglioni a rombi, frustrata da un lavoro che non la soddisfa e che la fa stare quotidianamente a contatto con un capo belloccio e appetibile che, inutile dirlo, e il campione degli inaffidabili. Be' ci sono sempre gli amici... Gia, la femminista che le dice tutto quello che non si deve fare on gli uomini (mentre lei per averne uno farebbe proprio di tutto), la "schiacciasassi" che quando la vede finalmente dimagrita la trova "sciupata", l'omosessuale nevrastenico ossessionato dall'estetica, la coetanea che pur essendo bella e magra e stata tradita dal marito. Cosi non restano che le sigarette (sempre troppe) per consolarsi e qualche bicchierino (sempre troppi) per dimenticare. Questo diario e la cronaca delirante, divertente e appassionata della vita di una donna qualunque e percio di qualunque donna; perche tutte, prima o dopo, sono state single.
Ordina per
  • 3

    Divertente, sa come tirarti su di morale. L'autrice ti cattura con le disgrazie che capitano alla povera Bridget, riesce a farti avvicinare alla protagonista grazie alla sua ironia, al suo essere cini ...continua

    Divertente, sa come tirarti su di morale. L'autrice ti cattura con le disgrazie che capitano alla povera Bridget, riesce a farti avvicinare alla protagonista grazie alla sua ironia, al suo essere cinica in molte situazioni.
    Libro scorrevole, frizzante, che sa come strapparti un sorriso.

    ha scritto il 

  • 3

    Onestamente divertente. Non è identico al film come ci si potrebbe immaginare, è comunque una lettura gradevole anche se ovviamente è da considerare un passatempo. Impossibile non trovare simpatica la ...continua

    Onestamente divertente. Non è identico al film come ci si potrebbe immaginare, è comunque una lettura gradevole anche se ovviamente è da considerare un passatempo. Impossibile non trovare simpatica la voce narrante, prototipo dell'essere umano difettoso che è in tutti noi.
    Consigliato come lettura leggera.

    ha scritto il 

  • 3

    Ammettiamolo, in ogni donna c'è una "Bridget Jones" alla ricerca di un uomo romantico ed affidabile come Mark Darcy che incappa in un uomo inaffidabile per quanto attraente come Daniel. Le avventure d ...continua

    Ammettiamolo, in ogni donna c'è una "Bridget Jones" alla ricerca di un uomo romantico ed affidabile come Mark Darcy che incappa in un uomo inaffidabile per quanto attraente come Daniel. Le avventure di una trentenne che osserva ed affronta la vita con ironia. Una lettura più leggera non fa mai male ogni tanto.

    ha scritto il 

  • 2

    Essere una donna è peggio che essere un contadino...è un continuo potare e spruzzare antiparassitari: ci sono le gambe da depilare, le ascelle da rasare, le sopracciglia da strappare, i piedi da strof ...continua

    Essere una donna è peggio che essere un contadino...è un continuo potare e spruzzare antiparassitari: ci sono le gambe da depilare, le ascelle da rasare, le sopracciglia da strappare, i piedi da strofinare con la pomice, la pelle da esfoliare e idratare, i punti neri da schiacciare, le radici dei capelli da colorare, le ciglia da tingere, le unghie da curare, la cellulite da massaggiare, gli addominali da esercitare...

    ha scritto il 

  • 3

    ...quasi 4 stelline (con la vecchia valutazione)

    Diciamoci la verità, in ogni donna, giovane o attempata, single o sposata, c'è una "Bridget Jones" alla ricerca del suo Darcy, che puntualmente incappa in un Daniel.
    FANTASTICO!!! ;o)

    ha scritto il 

  • 3

    Carino, divertente, a tratti esilarante.
    Un vero resoconto delle insicurezze, difficoltà e problematiche che ci si trova ad affrontare se si è single, superati i 30 anni e ... con una madre da ricover ...continua

    Carino, divertente, a tratti esilarante.
    Un vero resoconto delle insicurezze, difficoltà e problematiche che ci si trova ad affrontare se si è single, superati i 30 anni e ... con una madre da ricovero!
    Il tutto condito con tanta simpatia.

    ha scritto il 

Ordina per