Il diario di Mr. Darcy

Di

Editore: Tre60

3.7
(217)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: eBook

Isbn-10: 8867021702 | Isbn-13: 9788867021703 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Gabriella Parisi

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace Il diario di Mr. Darcy?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il diario di Mr. Darcy è un rispettoso omaggio al capolavoro di Jane Austen, e un'occasione imperdibile per rivivere ancora una volta le emozioni e le atmosfere che ha saputo creare.
Ordina per
  • 4

    Oh Mr. Darcy...

    Un libro consigliato a tutte le amanti di Jane Austen e di Orgoglio e Pregiudizio. La scrittrice è riuscita a soddisfare la mia curiosità, e devo dire che l'ha fatto nei migliori dei modi. Innanzitutt ...continua

    Un libro consigliato a tutte le amanti di Jane Austen e di Orgoglio e Pregiudizio. La scrittrice è riuscita a soddisfare la mia curiosità, e devo dire che l'ha fatto nei migliori dei modi. Innanzitutto la scrittura sotto forma di diario aiuta molto e rende il tutto più interessante, e Mr. Darcy è decisamente in linea con il carattere descrittoci da Jane Austen. Decisamente l'ideale per innamorarsi di nuovo dell'irraggiungibile Mr. Darcy.

    ha scritto il 

  • 3

    A Mr Darcy non so dire mai di no...

    Chi mi conosce sa che sono da sempre un'estimatrice di Jane Austen sia per la sua produzione letteraria che per le versioni cinematografiche che nel tempo hanno ispirato i suoi romanzi.
    Orgoglio e pr ...continua

    Chi mi conosce sa che sono da sempre un'estimatrice di Jane Austen sia per la sua produzione letteraria che per le versioni cinematografiche che nel tempo hanno ispirato i suoi romanzi.
    Orgoglio e pregiudizio ha in assoluto la mia predilezione, per cui faccio sempre un po' fatica ad avvicinarmi ai sequel o ai retelling della storia originale.
    Il libro di cui sto per parlare mi ha invece piacevolmente sorpreso. La storia non è altro che il diario privato di Mr Darcy e degli eventi, ben noti, che lo porteranno alla conoscenza di Miss Elizabeth e dell'originale famiglia Bennet. Per quanto la Austen non abbia fatto molti riferimenti cronologici nel suo romanzo, la Grange invece, utilizzando la forma narrativa del diario, ha seguito un preciso schema temporale restando comunque fedele alla storia originale.
    La narrazione inizia nel mese di luglio 1799 con la sistemazione della sorella di Darcy, Georgiana, a Ramsgate e si conclude nel dicembre del 1800, con un finale frutto della creatività dell'autrice. Ripercorrendo gli eventi del capolavoro della Austen, il libro della Grange offre un resoconto della storia attraverso il punto di vista di Mr Darcy che viene presentato in tutta la sua arroganza e supponenza. Dopo aver consigliato al caro Bingley di affittare la tenuta a Netherfield Park, dove l'amico intende trasferirsi, Darcy parteciperà insieme a lui e alle sue sorelle al ricevimento pubblico di Meryton. Qui farà il primo incontro con la bella e impertinente Miss Elizabeth e conoscerà l'intera famiglia Bennet rimanendo atterrito per i comportamenti della madre e delle sorelle minori. L'atteggiamento iniziale di Mr Darcy sarà dettato dal pregiudizio nei confronti delle nuove conoscenze non ritenute alla sua altezza. Scoprendo in Elizabeth una personalità stimolante i sentimenti di Darcy nei suoi confronti si trasformeranno portandolo successivamente a chiedere la sua mano. Elizabeth, come noto, rifiuterà con sdegno la proposta di matrimonio.
    Le impressioni di Darcy, trascritte nel diario, metteranno in evidenza in un primo momento il suo smisurato ego e in seguito il conflitto interiore e il tormento nei riguardi dell'amata Elizabeth. Inizierà qui la trasformazione di Darcy il quale, interrogandosi sul comportamento da lui tenuto fino a quel momento, mostra il suo lato più tenero, quello tanto amato anche nel libro della Austen.
    Ho iniziato a leggere questo particolarissimo libro con una iniziale diffidenza e qualche difficoltà portata proprio dallo stile narrativo in forma di diario. Devo però riconoscere l'ottimo risultato raggiunto dall'autrice per essere riuscita a rimanere in linea con il romanzo della Austen interpretando questa straordinaria storia d'amore con l'occhio del protagonista maschile, Mr Darcy.
    L'unico appunto riguarda la decisione, che ho trovato poco verosimile, di inserire dialoghi in forma diretta in una narrazione di questo tipo. Ho apprezzato la caratterizzazione di Elizabeth fatta dalla Grange nella quale lei rimane l'esempio di donna a cui siamo abituate nell'originale, anche in una narrazione che non la vede in primo piano.
    Concludendo il libro della Grange è una piacevole lettura che riporta alle belle atmosfere narrate dalla Austen e risponde a quelle domande che molte appassionate come me si sono fatte leggendo il suo straordinario romanzo. Orgoglio e pregiudizio è una storia d'amore che continua ad incantare nel tempo ed è quasi impossibile non voler legger tutto quello che la ricorda.

    Il mio giudizio tre stelle e mezzo su cinque.

    ha scritto il 

  • 2

    Ok io mi aspettavo molto molto di più quindi ne sono rimasta delusa.
    Non so perché ma leggendo orgoglio e pregiudizio o addirittura orgoglio pregiudizio e zombie ero stata catapultata nella storia nei ...continua

    Ok io mi aspettavo molto molto di più quindi ne sono rimasta delusa.
    Non so perché ma leggendo orgoglio e pregiudizio o addirittura orgoglio pregiudizio e zombie ero stata catapultata nella storia nei sentimenti dei protagonisti nella scrittura scorrevole e rapitrice, qui tutto questo non é avvenuto forse perché scritto in modo da sembrare un diario io mi ero aspettata un racconto uguale all'originale ma dal punto di vista del protagonista Mr Darcy. La lettura é scorrevole ma a me non è sembrata molto approfondita mi sarei aspettata più spazio stato ai sentimenti di Darcy, più descrizione dei suoi desideri nei confronti di Elizabeth, più descrizione del suo carattere re e invece nulla di questo é stato fatto. Si ok la storia é raccontata dal suo punto di vista ma tantissimi particolari o sfumature presenti nel libro originale qui non sono nemmeno sfiorate addirittura mi sono ritrovata a pensare che nel film alcuno tratti sono stati descritti con maggior attenzione ai dettagli.
    Nel complesso un libro buono ma non vale i soldi spesi per averlo dopo una lunghissima attesa.

    ha scritto il 

  • 4

    Io e i classici non abbiamo un buon rapporto....
    Di solito mi addormento o mi annoio profondamente....
    Le trame alla fine mi piacciono e sono interessanti ma poi il libro in sè... non ce la faccio pro ...continua

    Io e i classici non abbiamo un buon rapporto....
    Di solito mi addormento o mi annoio profondamente....
    Le trame alla fine mi piacciono e sono interessanti ma poi il libro in sè... non ce la faccio proprio.
    Ma grazie a una sfida di lettura ecco che è capitato tra le mie mani: Il diario di Mr. Darcy.
    Ok, con le premesse precedenti mi sarei dovuta annoiare anche qui, invece no! In poche ore ero già alla fine.
    La storia la sappiamo tutti, niente di nuovo, ma scoprirla attraverso gli occhi di Darcy, mi è piaciuta molto!
    Darcy mi ha fatto grande tenerezza, così bloccato, con tutti i suoi dubbi se i suoi sentimenti sono ricambiati da Elizabeth.
    Certo che le convenzioni di una volta erano terribili...

    Sinceramente non so se agli amanti della Austen possa piacere questo libro...
    Mah, a me è piaciuto!

    ha scritto il 

  • 4

    Orgoglio e pregiudizio dalla penna di Darcy. Spin off riuscitissimo, lo stile è impeccabile ed è interessante rivedere le vicende dal punto di vista di lui. Altezzoso e antipatico all'inizio, deve ben ...continua

    Orgoglio e pregiudizio dalla penna di Darcy. Spin off riuscitissimo, lo stile è impeccabile ed è interessante rivedere le vicende dal punto di vista di lui. Altezzoso e antipatico all'inizio, deve ben presto cedere ai sentimenti che prova. Molto belli gli ultimi capitoli, con la loro vita coniugale...solo che adesso, a furia di leggere (e tradurre :P) spin off, ho una gran confusione sul destino dei personaggi secondari! :)

    ha scritto il 

  • 3

    Sì legge davvero rapidamente. È un romanzo carino e più volte mi ha strappato un sorriso. Ci impiega un po' a carburare: le prime 30 pagine scoraggiano un po', ma poi la trama decolla. Anche il final ...continua

    Sì legge davvero rapidamente. È un romanzo carino e più volte mi ha strappato un sorriso. Ci impiega un po' a carburare: le prime 30 pagine scoraggiano un po', ma poi la trama decolla. Anche il finale secondo me avrebbe potuto essere un po' più stringato. La mia valutazione complessiva comunque è positiva.

    ha scritto il 

  • 4

    Il diario di Mr Darcy è la storia di Orgoglio e Pregiudizio vista attraverso gli occhi, o meglio, le pagine di diario, del protagonista maschile.
    E' uno dei primi romanzi austeniani di cui abbia mai s ...continua

    Il diario di Mr Darcy è la storia di Orgoglio e Pregiudizio vista attraverso gli occhi, o meglio, le pagine di diario, del protagonista maschile.
    E' uno dei primi romanzi austeniani di cui abbia mai sentito parlare, nonché uno dei pochissimi tradotti in italiano che non contenga elementi gotici o soprannaturali.
    Di solito mi piacciono i libri in forma di diario o di raccolta epistole, ma in questo caso, soprattutto all'inizio, e soprattutto per quanto riguarda i dialoghi, il modo di raccontare mi è sembrato un po' inverosimile. C'era naturalmente la necessità di far conoscere al lettore tutta la storia, ma credo che una persona sottintenderebbe di certo degli eventi durante la stesura del proprio diario, e non riporterebbe i dialoghi come se stesse scrivendo un romanzo.
    Malgrado ciò, il libro è stato piacevole; oltre a tutte le scene tra i due protagonisti a Netherfield, che adoro sempre, la mia parte preferita, che ho apprezzato veramente molto, è stata quella riguardante il cambiamento di Darcy dopo la disastrosa dichiarazione ad Hunsford ed il netto rifiuto di Elizabeth. Non si è trattato di una metamorfosi subitanea, ma di un fatto piuttosto graduale, che abbiamo potuto seguire attraverso le riflessioni del protagonista e la sua raggiunta consapevolezza nei riguardi di se stesso e il mondo che lo circonda.
    E poi, che sorpresa leggere di un Darcy che addirittura, per un attimo, pensa che sarebbe possibile un matrimonio con Caroline! Questa è descritta proprio in linea con il personaggio originale: volgare nei suoi tentativi di "accaparrarsi" Darcy - e Pemberley -, ipocrita nel voler dimenticare le sue origini e oltremodo molesta nelle frecciatine contro Elizabeth.
    Mi ha stupito positivamente anche il racconto dei fatti concernenti Lydia e Wickham: per me il nome dell'ufficiale è sinonimo di noia, che spesso viene molto amplificata nei retelling, qual è proprio Il diario di Mr Darcy.
    Invece gli eventi dedicati alla ricerca e al ritrovamento della coppia non occupano troppo spazio, e soprattutto sono verosimili (ed in ciò il romanzo si discosta molto dalla trilogia di Pamela Aidan, in cui la "missione" di Darcy sembra essere una storia di spionaggio dai toni goticheggianti).
    Mi è piaciuto anche il fatto che il Diario non termini con il doppio matrimonio, ma vada avanti a raccontarci eventi riguardanti anche gli altri personaggi (e anche qui, come spesso accade, la povera Anne ottiene la sua rivincita, e Charlotte il suo meritato premio di felicità), aggiungendo così un elemento di novità alla classica storia di Darcy ed Elizabeth.

    http://iltesorodicarta.blogspot.it/2015/04/il-diario-di-mr-darcy.html

    ha scritto il 

  • 5

    Darcy forever ^___________^

    Il primo e-book del mio nuovo Kindle gentilmente ricevuto in regalo dalla mia sorellina Perla. Grazie cara ^______^

    Amanda Grange ha saputo sapientemente farmi rivivere le emozioni del capolavoro asso ...continua

    Il primo e-book del mio nuovo Kindle gentilmente ricevuto in regalo dalla mia sorellina Perla. Grazie cara ^______^

    Amanda Grange ha saputo sapientemente farmi rivivere le emozioni del capolavoro assoluto della Austen. Questo romanzo è scritto benissimo, è scorrevolissimo, ed è affascinante come il suo personaggio. Fitzwilliam Darcy è magnifico sotto i punti di vista. Conoscere i suoi pensieri, le sue paure, le sue fragilità non ha fatto altro che accrescere la mia stima per lui.
    Eppoi diiciamoci la verità chi non amerebbe un uomo così? シ

    ha scritto il 

  • 2

    Non decolla...

    E' veramente saggio scrivere un libro che verrà paragonato ad uno dei classici intramontabili della letteratura? Si,se il tuo scopo è puramente divulgativo.
    Non sono riuscita ad apprezzare nulla nè la ...continua

    E' veramente saggio scrivere un libro che verrà paragonato ad uno dei classici intramontabili della letteratura? Si,se il tuo scopo è puramente divulgativo.
    Non sono riuscita ad apprezzare nulla nè la scrittura (non credo che un uomo,tantomento del XIX secolo scriverebbe così il suo diario),nè il contenuto che nulla aggiunge a quanto già sapevamo. L'unica cosa che viene ben descritta è la nascita in Mr Darcy dei sentimenti per Elisabeth Bennet,ma quelli ce li aveva già fatti sapere Jane Austen,bastava interpretare le sfumature del racconto.
    A volte il non detto è più interessante di quello che viene sbandierato.

    ha scritto il 

Ordina per