Il dilemma dell'onnivoro

Voto medio di 929
| 153 contributi totali di cui 150 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Che cosa mangiamo e perché? Sono domande che ci poniamo ogni giorno, convinti che per rispondere basti sfogliare la rubrica di un giornale, o ascoltare per qualche minuto l'ultimo imbonitore nutrizionista ospitato in tv. Ma se quelle domande le si gu ...Continua
Gau82
Ha scritto il 16/09/18
Alcuni libri vanno letti, discussi e... amati. Probabilmente uno dei testi più "necessari" di questo secolo folle. Una riflessione (definirlo buon giornalismo è riduttivo, non solo per paggeria) sul tema dell'alimentazione umana. Quanto impatta sull'...Continua
Donnamarino
Ha scritto il 12/09/18
Tre "viaggi" sul cibo, tre mondi, tre esperienze diverse. Tre relazioni diverse col cibo e la natura. Viaggi non solo "materiali" e culinari, ma anche culturali, filosofici e interiori. Magari non per tutti, ma chi è interessato almeno un po' all'arg...Continua
Umberto Stradella
Ha scritto il 12/09/18
Alla fine mangia carne, a certe condizioni
Fast food contro Slow food; industrializzazione della produzione alimentare contro metodologie naturali e biologiche (anche quest'ultime messe in discussione con il genere ibrido del "biologico industriale"); soprattutto, una sorta di saggio "fisiocr...Continua
Stefano Menon
Ha scritto il 31/08/17
Una corrispondenza dal fronte di una guerra autodistruttiva che stiamo combattendo con le fondamenta della nostra evoluzione: il cibo. L'industria alimentare e i governi da un lato, il bisogno di ricostruire un rapporto diretto e sensato con la nostr...Continua
Blake
Ha scritto il 14/11/16
Se dovete leggere un solo libro sull'argomento cibo leggete questo.
La distanza abissale che può passare da una tipologia di pasto ad un'altra, da un punto di vista culturale, antropologico, sociale, politico, ambientale ed economico. Quattro pasti elaborati con i mezzi dell'industria basata su mais, soia e petrolio;...Continua

J.Tavernier
Ha scritto il Sep 11, 2016, 18:56
Dubito che si possa costruire un'agricoltura autenticamente sostenibile senza la presenza degli animali, che mettono in circolo le sostanze nutritive e tengono in piedi la produzione locale. Se ci occupiamo per la salute della natura, più che della c...Continua
Pag. 350
J.Tavernier
Ha scritto il Sep 11, 2016, 18:48
Pensare alla domesticazione come a una forma di schiavitù o di sfruttamento equivale a travisare la nostra relazione con gli animali, a proiettare l'idea umana di dominio su quello che è un classico esempio di mutualismo, di simbiosi tra specie.
Pag. 343
J.Tavernier
Ha scritto il Sep 11, 2016, 15:47
Da un punto di vista biologico, coltivare è sempre stato un processo di conversione della luce solare in una fonte alimentare; oggi è diventato in misura significativa un processo di trasformazione dei combustibili fossili in cibo. [...] Il vecchio m...Continua
Pag. 57

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi