Il dio alieno della bibbia. Dalle traduzioni letterali degli antichi codici masoretici

Di

4.1
(52)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 340 | Formato: Altri

Isbn-10: 8897013104 | Isbn-13: 9788897013105 | Data di pubblicazione: 

Genere: Mistero & Gialli , Da consultazione , Religione & Spiritualità

Ti piace Il dio alieno della bibbia. Dalle traduzioni letterali degli antichi codici masoretici?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Molto interessante...

    Libri interessanti quelli di Biglino, l'idea e' semplice: cosa succede se si legge la bibbia senza interpretare quello che c'e' scritto come metafore, togliendo le modifiche e le traduzioni che sono s ...continua

    Libri interessanti quelli di Biglino, l'idea e' semplice: cosa succede se si legge la bibbia senza interpretare quello che c'e' scritto come metafore, togliendo le modifiche e le traduzioni che sono state inserite appositamente per incanalare il racconto in determinate direzioni, se ci si limita a leggere letteralmente quello che c'e' scritto senza forzature esterne?

    La risposta e' la storia di un gruppo disomogeneo e numeroso di persone che fa un accordo con un personaggio potente, per occupare con il suo supporto un determinato territorio. Ne' piu' ne' meno, non si parla di divinita', di poteri sovrannaturali, di miracoli, angeli, inferno e paradiso.

    L'unica nota stonata, a mio parere, e rifarsi alle teorie di Stichin per cercare di spiegare chi erano e da dove venivano questi personaggi potenti e tecnicamente avanzati che determinavano le vicende degli uomini.

    Purtroppo queste ultime teorie sono facilmente impugnabili da chi vuole denigrare tutta l'opera. Mentre finche' ci si limita a raccontare la bibbia in senso letterale tutto fila in modo perfettamente coerente.

    ha scritto il 

  • 5

    Sono tra Noi. Esegesi di Una creazione.

    "Qual è il mio Dio , chi sono io?" Questa è la domanda che in maniera naturale mi sono posta , alla fine di questa splendida e illuminante lettura. Merito del nostro esegeta biblico , che pone e riso ...continua

    "Qual è il mio Dio , chi sono io?" Questa è la domanda che in maniera naturale mi sono posta , alla fine di questa splendida e illuminante lettura. Merito del nostro esegeta biblico , che pone e risolve con dovizia di particolari molti quesiti che un comune mortale porrebbe a un uomo di "fede " , se non dovesse scontrarsi con un' omertà ilare , dettata a volte da una reale ignoranza , e a volte da un' omertà 'indotta e perniciosa. Il viaggio vetero testamentario con Biglino diventa un viaggio ,un'avventura extra spaziotemporale . Lui traspone le parole del libro dei libri e scioglie i nodi delle profonde incomprensioni.Cita tutte le fonti storiche a nostra disposizione , le raccoglie e insieme alla traduzione letterale del testo biblico e le svela . Non ha intenzione di inculcare verità o di ridicolizzare la mancanza di spiritualità del testo, Il Patto che si prefigura è un Patto di Fedeltà e non di Fede , è l' Alleanza di un arcano e potente Signore chiamato Yahweh che si fa Dio del popolo ebraico , e racconta la loro sudditanza ad esso . Biglino lo rilegge per noi , ne traccia i passi salienti , addirittura meno tecnicistici , poichè è un libro totalmente tecnicista , e ce ne rivela il significato o i significati più realisticamente possibili . Il libro dei libri , non è una favola , e non è un poema epico , non racconta un' epopea. La Bibbia è un libro storico , e racconta una storia che si perde nei tempi dei tempi , agli albori delle prime civiltà stanziali erudite o "edotte" , facendone il mezzo anello mancante alla nostra ricerca di conoscenza, sentimento connaturato con l'essere uomo-divino. Noi discendenti inconsapevoli di un peccato originale che non è peccato , frutto di una sperimentazione genetica , creature partorite da un pensiero schiavista . Ebbene , Il problema si pone dopo aver letto questo libro. Aldilà di tutto ...Ma noi di chi saremmo veramente figli ? La Genesi dell'umanità si fa tutt'uno con la Genesi e la Sopravvivenza degli Universi. Buona Lettura :)

    ha scritto il 

  • 5

    Lavoro Eccellente!!

    ..solo chi ha la mente predisposta ad accettare che forse non tutto è come vogliono farci credere, può intraprendere questo viaggio con Biglino!!! ..secondo libro di una trilogia di capolavori..!! Chi ...continua

    ..solo chi ha la mente predisposta ad accettare che forse non tutto è come vogliono farci credere, può intraprendere questo viaggio con Biglino!!! ..secondo libro di una trilogia di capolavori..!! Chiarificatore e davvero incredibile!! Ne consiglio la lettura a tutti coloro che vogliono andare oltre ai dogmi imposti dalla fede cristiano cattolica!!

    ha scritto il 

  • 5

    sconvolgente

    Io consiglio la lettura solamente a chi è aperto mentalmente e ancor prima di leggerlo, ritengo opportuno informarsi bene sull'autore, Mauro Biglino.

    Scoprirete, così, che (scusate se ve lo anticipo) ...continua

    Io consiglio la lettura solamente a chi è aperto mentalmente e ancor prima di leggerlo, ritengo opportuno informarsi bene sull'autore, Mauro Biglino.

    Scoprirete, così, che (scusate se ve lo anticipo) che lo stesso autore aveva già scritto numerose edizioni della Bibbia "ufficiale" per una nota casa editrice del Vaticano.

    Preparatevi psicologicamente se veramente avete deciso di affrontare questa straordinaria lettura.

    ha scritto il 

  • 5

    Naturale proseguimento del lavoro precedente “Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia”, questo libro approfondisce alcuni temi precedentemente appena accennati, ma di fatto la tes ...continua

    Naturale proseguimento del lavoro precedente “Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia”, questo libro approfondisce alcuni temi precedentemente appena accennati, ma di fatto la tesi è sempre la stessa. Biglino va in continua ricerca nel testo antico testamentario di ulteriori indizi che corroborino quanto sostiene.
    E’ impossibile, pertanto, dare un voto diverso tra primo e secondo libro perché è come se fosse un’unica opera come, immagino, sarà anche il terzo libro del cofanetto.
    Sicuramente apre prospettive interessanti nella lettura della Bibbia a condizione che ci si avvicini a questi testi con mente aperta e priva di pregiudizi.
    Consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 2

    Sempre suggestivo. Solo uno studioso di ebraico potrebbe valutare l'attendibilità dell'ipotesi

    Sulle tracce di Sichtin e di altri che tentano di accreditare un'interpretazione esoterica all'Antico Testamento della Bibbia, Biglino da' un seguito al suo testo precedente proponendo una lettura vic ...continua

    Sulle tracce di Sichtin e di altri che tentano di accreditare un'interpretazione esoterica all'Antico Testamento della Bibbia, Biglino da' un seguito al suo testo precedente proponendo una lettura vicina il più possibile al tenore letterale dell'ebraico della Bibbia masoretica.
    Nella sostanza, come è noto, si attribuisce - col beneficio del dubbio - un'origine extraterrestre al popolo di Sumer (Anunnaki), del quale sarebbe derivato, in virtù di una trasmissione del codice genetico, anche il popolo ebraico. Elohim ("gli dei") sarebbero i governanti o guerrieri e Jahvè uno di loro. La gloria di Dio, il carro, sarebbe l'oggetto UFO usato come trasporto e i Cherubini avrebbero formato una sorta di milizia ausiliaria (anzi, sarebbero stati le stesse astronavi al servizio degli Elohim).
    Le suggestive ipotesi in questione andrebbero verificate con un'attenta analisi linguistico filologica del testo ebraico. Cosa che non sono in grado di fare

    ha scritto il 

  • 5

    stimolante!

    certo Biglino non s'è posto alcun problema nel perseguire la teoria che oramai spopola sempre di più negli ultimi anni secondo cui in un passato storicamente sconosciuto dal punto di vista accademico ...continua

    certo Biglino non s'è posto alcun problema nel perseguire la teoria che oramai spopola sempre di più negli ultimi anni secondo cui in un passato storicamente sconosciuto dal punto di vista accademico la terra sia stata visitata e abitata da esseri viventi in carne ed ossa provenienti da altri mondi (o realtà parallele? n.d.r.) che hanno portato conoscenze scientifiche, agricole etc...

    La teoria non è nuova già Sitchin ne ha scritto e parlato in tempi forse non ancora maturi per tali prospettive tuttavia ha posto basi importanti che alla luce di nuove scoperte archeologiche danno sempre più credito a queste teorie di cui Biglino offre una inedita e preziosa testimonianza poiché per i suoi studi parte proprio da quell'antico testamento basato sugli antichi codici ebraici (di cui riporta fedelmente lo scritto, la pronuncia e la traduzione letterale) che null'altro riportano se non ciò che i vari redattori hanno visto in quelle epoche, lontani da qualsivoglia rappresentazione metaforica e testimoni di eventi straordinari...

    una lettura consigliata se non altro per evitare che il cervello si instupidisca dietro alla quotidianità del vivere.

    ha scritto il