Il dio della bicicletta

Voto medio di 3
| 2 contributi totali di cui 2 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«La bicicletta ha un dio per conto suo», un soggetto particolare che si diverte a ispirare imprese folli, trasformare gregari in campioni o ridurre assi delle tappe a pedalare con la morte nello sguardo.

Marco Ballestracci – cantore-scrittore c

Marco Ballestracci – cantore-scrittore che dalle vicende di uomini e biciclette trae un’epica inesauribile – si muove sulle tracce della capricciosa divinità, scovandone lo zampino nelle imprese più celebri come in quelle più misconosciute, sulle strade delle grandi gare e sulle colline dietro casa. Partendo da un pellegrinaggio sul Mont Ventoux, il dio del male che nelle parole di Roland Barthes «esige un tributo di sofferenza», Ballestracci inanella storie di gambe e di mitiche gesta, trova consonanze tra i campioni del passato e gli eroi omerici, incontra corridori che conoscono Dante a memoria e collezionisti che sanno riconoscere una bici di Coppi al primo sguardo. Di volta in volta accompagnato da ciclisti amatoriali o ex maglie gialle, passando da una casa del popolo sugli Appennini a un caffè dell’Alvernia, fa scintillare con piglio da cantastorie i miracoli e dispetti del dio che governa le due ruote. ...Continua

Ha scritto il 02/06/16
Sorie di bici. Ma se si è letti tutti gli altri suona un po' ripetitivo.
Ha scritto il 09/10/14
Un vero e proprio atto d'amore. Commovente.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi