Il disprezzo

Voto medio di 420
| 45 contributi totali di cui 37 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Ajmarchi
Ha scritto il 02/11/17
Potrebbe stancare, e invece...

... non lo fa. Nessuno, a parte questo Moravia, sarebbe in grado di scrivere 240 pagine di elucubrazioni rendendo così bene le sfumature dei sentimenti e le giravolte della mente senza annoiare.

Cerendira
Ha scritto il 26/11/16
...
Non sempre la scorrevolezza è indice di qualità letteraria, ma nel caso del "disprezzo" si. Un libro caratterizzato da una tensione narrativa mai calante, che tiene il lettore incollato ad una trama che, seppur esile, è dipanata in modo magistrale....Continua
  • 1 mi piace
Cartesiante
Ha scritto il 21/09/16

Girare tra mercatini di libri usati e trovare questo piccolo gioiello mi ha reso davvero felice.

  • 1 mi piace
Gabril - chiuso...
Ha scritto il 20/04/16
Ora, ecco, quella frase di Emilia mi faceva sospettare per la prima volta di non conoscermi nè giudicarmi qual ero, e di essermi sempre adulato, fuori di ogni verità.
Psicologico, esistenzialista, intimo. Il disprezzo è certamente collocato nel suo tempo, affonda le radici nel realismo degli anni Cinquanta, ne assorbe la visione disincantata, esprime una critica radicale alla mediocrità borghese, alla brama di fam...Continua
  • 15 mi piace
  • 10 commenti
Emilio
Ha scritto il 14/04/16
Capri, non per sempre
Quest'opera pubblicata nel '54 , dopo i testi tipicamente neorealistici dell'autore ed ormai al crepuscolo del Neorealismo stesso, se non è il più bel libro di Moravia, sicuramente è quello di maggior leggibilità. Viene qui rappresentata la crisi del...Continua
  • 21 mi piace
  • 14 commenti

Bubolona
Ha scritto il Jan 19, 2011, 22:34
Era una piccola nave, e per me che la guardavo non più che un punto nero; ma davvicino una grossa cosa piena di gente e di destini umani.
Pag. 210
Bubolona
Ha scritto il Jan 17, 2011, 18:03
Definirlo un silenzio ostile, sarebbe inesatto. In realtà non c'era ostilità fra noi, almeno da parte mia; ma soltanto impotenza. Io mi rendevo conto che volevo parlare, che avevo molte cose da dire, e nello stesso tempo mi rendevo conto che non era...Continua
Pag. 119
Bubolona
Ha scritto il Jan 17, 2011, 17:59
Dicono che noi riusciamo a vivere senza troppa fatica grazie soltanto all'automatismo che ci rende inconsapevoli di gran parte dei nostri movimenti. Per fare un sol passo, a quanto sembra, spostiamo un'infinità di muscoli e tuttavia, in virtù dell'au...Continua
Pag. 118
Bubolona
Ha scritto il Jan 17, 2011, 17:52
Si possono immaginare le cose più spiacevoli e immaginarle con la sicurezza che sono vere. Ma la conferma di queste supposizioni o meglio di queste certezze giungerà sempre inattesa e dolorosa, come se non si avesse immaginato nulla.
Pag. 107
Bubolona
Ha scritto il Jan 17, 2011, 17:50
Mi si opporrà che la mia spiegazione non era rimandata che di un paio d'ore, ma lo stesso provai un senso irritante di delusione e quasi di cattivo presentimento. In quel momento mi sentivo sicuro del fatto mio; chissà se tra due ore avrei saputo ess...Continua
Pag. 99

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Absit
Ha scritto il Nov 05, 2015, 19:15
n. 331 - 1° edizione Gli Oscar aprile 1971 L7 - Buono.
Pag. 1

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi