Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il disubbidiente

Di

Editore: Longanesi

3.9
(15)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8830415367 | Isbn-13: 9788830415362 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Ti piace Il disubbidiente?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Mi hanno messo in totale isolamento. Hanno paura che qualcuno mi chiuda la bocca e la memoria. E così passo il tempo scrivendo, con una gloriosa Lettera 35."
E' l'Agosto del 1996 quando Francesco Pazienza - detenuto nel carcere di Alessandria per aver depistato le indagini sulla strage di Bologna e aver contribuito al crack del Banco Ambrosiano - comincia a lavorare a questo libro. A distanza di tre anni il volume appare e, sin dal titolo, il lettore può farsi un'idea del suo contenuto. Colui che è stato definito dalle cronache italiane degli ultimi vent'anni "il Faccendiere" ("una definizione che accetto", scrive l'autore, "se con essa s'intende un brasseur d'affaires") espone in queste pagine le sue verità di uomo dei servizi segreti e di mediatore d'affari che sa di essersi macchiato di una colpa imperdonabile: la disubbidienza nei confronti dei diversi poteri che hanno retto le sorti dell'intelligence e della finanza italiane nell'ultimo quarto di secolo.
Come e da chi è stato ucciso Roberto Calvi, il "banchiere di Dio"? Chi ha voluto il fallimento del Banco Ambrosiano? Chi ha realmente organizzato la strage di Bologna? Che cos'era realmente la Loggia P2 di Licio Gelli? Perché Ali Agca, l'attentatore di Giovanni Paolo II, ha dato diverse contrastanti versioni del suo gesto? Chi sono stati i veri protagonisti del sequestro Cirillo? Quale era, e quale è tuttora, la reale natura dei servizi segreti italiani? Tutte domande che vanno al cuore di molti cosidetti "misteri d'Italia" e che sono state al centro di accese polemiche sui mezzi di informazione. Pazienza non si limita, però, a sollevare il lembo della propria verità su queste oscure vicende, che toccano alcuni dei nervi più sensibili (e ancora scoperti) della nostra storia recente. Come le spy stories ci hanno mostrato - al di là dei numerosi saggi comparsi sull'argomento - il vero volto della "guerra fredda", così questo libro ci svela la vera natura del conflitto che si è combattuto in Italia.
Ordina per
  • 4

    Il Disubbidiente

    Un libro molto interessante che offre uno spaccato a tratti inquietante della Storia Patria nella Prima Repubblica. In alcuni frangenti diventa autoapologetico, in altri autoriabilitativo, ...continua

    Un libro molto interessante che offre uno spaccato a tratti inquietante della Storia Patria nella Prima Repubblica. In alcuni frangenti diventa autoapologetico, in altri autoriabilitativo, confidando forse nel fatto che i temi trattati siano di tale complessità, coperti da Segreto di Stato, comunque avallabili o confutabili solo da documenti irreperibili. Interessante è che in alcune interviste rilasciate nel 2009 l'autore racconti il contrario di quanto scritto da lui stesso nel presente libro...

    ha scritto il