Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il domani che verrà

The tomorrow series

Di

Editore: Fazi (Lain)

3.5
(189)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 250 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8876250808 | Isbn-13: 9788876250804 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: C. Arnone

Disponibile anche come: eBook

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace Il domani che verrà?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Australia, contea di Wirrawee. Nella campagna vicino Melbourne la vita scorre lenta e monotona, ma otto ragazzi hanno trovato un modo di sconfiggere la noia che li assale ogni estate: una gita nella natura selvaggia del bush australiano. Macchina, bagagli, tende, provviste: è tutto pronto. La loro destinazione è Hell, un paradiso chiamato Inferno, una radura luminosa e isolata che sarà la loro casa per una settimana. Davanti al fuoco a raccontarsi storie, a scambiarsi i primi baci e leggere classici di altri tempi, i ragazzi non sanno che al ritorno la loro vita non sarà più la stessa. Le case vuote, gli animali domestici morti, un'aura di desolazione che avvolge ogni cosa. L'Australia è stata occupata da forze militari sconosciute e i civili sono scomparsi, costretti in enormi prigioni all'aperto: tra i detenuti ci sono i genitori, i fratelli e le sorelle. Sconfitte la paura e l'incertezza, l'angoscia e la fragilità, i ragazzi sceglieranno di combattere per riprendersi il proprio avvenire, sapendo che l'unica possibilità di salvezza è nelle loro mani.
Ordina per
  • 4

    Uno YA che per una volta mi è piaciuto bella la scelta di allontanare i ragazzi con un espediente naturale e realistico come un campeggio di due giorni al rientro dal quale è tutto cambiato, belli i personaggi e la storia aspettavo un seguito di cui non ho avuto più notizie ma anche così merita d ...continua

    Uno YA che per una volta mi è piaciuto bella la scelta di allontanare i ragazzi con un espediente naturale e realistico come un campeggio di due giorni al rientro dal quale è tutto cambiato, belli i personaggi e la storia aspettavo un seguito di cui non ho avuto più notizie ma anche così merita davvero

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho adorato!

    Il romanzo mi è piaciuto davvero molto. Mantiene un ritmo sostenuto e un buon livello di suspense per tutta la sua durata. Consiglio davvero la lettura agli amanti degli scenari post-apocalittici e non!


    Recensione completa sul blog ...continua

    ">http://readbelieve.blogspot.it/2013/04/recensione-il-do…

    Il romanzo mi è piaciuto davvero molto. Mantiene un ritmo sostenuto e un buon livello di suspense per tutta la sua durata. Consiglio davvero la lettura agli amanti degli scenari post-apocalittici e non!

    Recensione completa sul blog http://readbelieve.blogspot.it/2013/04/recensione-il-domani-che-verra-di-john.html

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Storia interessante, lettura scorrevole e semplice.Questo e Hunger games, in caso di necessità, potranno essere le mie guide alla sopravvivenza... ok adesso sto dicendo mezze stupidaggini.


    Dei semplici ragazzi, contadini e non, trasformatisi in guerriglieri alle prime armi, che organizzano ...continua

    Storia interessante, lettura scorrevole e semplice.Questo e Hunger games, in caso di necessità, potranno essere le mie guide alla sopravvivenza... ok adesso sto dicendo mezze stupidaggini.

    Dei semplici ragazzi, contadini e non, trasformatisi in guerriglieri alle prime armi, che organizzano attacchi, razionamenti, percorsi e vita nei boschi a mente quasi fredda, con intelligenza e scrupolo (Homer, cavolo, sembra non abbia fatto altro nella vita). C'è comunque spazio per le questioni di cuore, per i dubbi dei sentimenti. Ma la tiritera della protagonista divisa fra due ragazzi mi sta scocciando. Ma per il trattamento della questione, assomiglia più al già sopra-nomintato Hunger Games, perchè ovviamente ci sono altre priorità, anche se la voce narrante (Ellie) ci si sofferma di più, per ovvi motivi. La dura vita di campagna li ha forgiati, li ha allenati (come riflette Ellie verso la fine), ma la grande dose di coraggio, adrenalina e quel sangue freddo che si fa vivo li aiuta più di altra ogni cosa. Come sempre mi chiedo, se in simili circostanze, mi rintanerei sotto il letto del capanno dell'Eremita, o mi armerei di benzina e autopompa.

    Voglio il seguito, dannazione.

    ha scritto il 

  • 3

    http://dreamfanny223.blogspot.it/2013/07/il-domani-che-verra-di-john-marsden.html

    Ho atteso a lungo di lggere questo libro, letta la trama ne sono stata subito attratta: la lotta alla sopravvivenza per riprendersi la propria vita, ambientato nell'Australia dei nostri tempi e con protagonisti un gruppo di adolescenti, che di punto in bianco si ritrovano a pensare a come liberar ...continua

    Ho atteso a lungo di lggere questo libro, letta la trama ne sono stata subito attratta: la lotta alla sopravvivenza per riprendersi la propria vita, ambientato nell'Australia dei nostri tempi e con protagonisti un gruppo di adolescenti, che di punto in bianco si ritrovano a pensare a come liberare i propri genitori invece di come scampare al compito in classe di storia del lunedì dopo. Insomma, ero lì con tutti loro a pensare a come sopravvivere, indecisa se restare nascosta all'Inferno o tornare in città e cercare di dare il mio contributo e aiutare i miei, imprigionati insieme a tutti gli altri abitanti. Unici punti a sfavore sono lo stile, che non mi è piaciuto molto, e la protagonista principale, la narratrice, Ellie, che non mi è molto simpatica. E' comunque stata una lettura molto piacevole e attendo il seguito, anche se la vedo lunga visto che in Italia è stato pubblicato solo questo primo libro della saga.

    ha scritto il 

  • 2

    Giovani adulti non vuol dire di bocca buona

    Basta, la definizione young adults è una fregatura. E' un modo per proporre libri che sarebbero semplicistici per gli adulti e improponibili ai bambini. Anche questo non fa eccezione. Tutto qui è schematico: i personaggi, la situazione, le reazioni, i buoni sentimenti. Persino il politically corr ...continua

    Basta, la definizione young adults è una fregatura. E' un modo per proporre libri che sarebbero semplicistici per gli adulti e improponibili ai bambini. Anche questo non fa eccezione. Tutto qui è schematico: i personaggi, la situazione, le reazioni, i buoni sentimenti. Persino il politically correct è semplicistico. Secondo me si sottovaluta l'intelligenza dei ragazzi.

    ha scritto il 

  • 4

    Trovo interressante il modo di scrivere in prima persona in cui la protagonista Ellie racconta i fatti avvenuti; da come finisce direi che l'autore ha lasciato la porta aperta per un nuovo libro, dato che il destino dei sette ragazzi è lasciato in sospeso.


    Interessante l'ambientazione: in ...continua

    Trovo interressante il modo di scrivere in prima persona in cui la protagonista Ellie racconta i fatti avvenuti; da come finisce direi che l'autore ha lasciato la porta aperta per un nuovo libro, dato che il destino dei sette ragazzi è lasciato in sospeso.

    Interessante l'ambientazione: in Australia, questi sette ragazzi partono per una vacanza nel bush australiano, lontano da tutti e dalla tecnologia. Al loro ritorno, dopo cinque giorni, si troveranno la brutta sorpresa che l'Australia è stata invasa e conquistata da una potenza sconosciuta, tutta la gente del loro paese è stata catturata durante la fiera cittadina ed è tenuta sotto sorveglianza. A questo punto inizierà una corsa per la sopravvivenza e si ritroveranno a dover prendere decisioni importanti in tempi strettissimi, decidere di resistere all'occupazione organizzando la guerriglia contro i conquistatori, oppure nascondersi nel bush per non farsi catturare aspettando che tutto sia passato. In mezzo ai problemi per sopravvivere si intreccieranno le storie d'amore tra Lee e Ellie e Homer e Fi, perchè nonostante si debbano comportare e decidere da adulti, sono pur sempre adolescenti con tutti i loro problemi, sentimenti e irrazionalità.

    ha scritto il 

  • 3

    Lettura molto piacevole e scorrevole. Ma la fine ti lascia sul più bello, bel trucchetto per farti proseguire le serie... Probabilmente, se i protagonisti fossero stati più adulti, sarebbe stato molto più interessante.

    ha scritto il