Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il dono

Di

Editore: Rizzoli

3.6
(381)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 340 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8817033758 | Isbn-13: 9788817033756 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Maffi M.

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il dono?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Lou Suffern è un uomo in carriera, in guerra perenne con l'orologio: per lui svegliarsi la mattina vuol dire passare direttamente "dal sonno al lavoro"; vorrebbe, dovrebbe essere sempre in almeno due posti contemporaneamente; e nella sua agenda ormai da anni non ci sono spazi vuoti: nemmeno per i suoi due bambini, che pure amano di un amore testardo quel papà che non c'è. Finché, a pochi giorni dal Natale, ogni cosa cambia. A compiere l'incantesimo è un incontro, inatteso come sanno essere a volte le cose più belle. L'incontro con un uomo misterioso, forse un imbroglione, forse un pazzo, di certo un angelo. Nella notte più magica dell'anno, Lou riceverà da lui il dono più straordinario: un po' di quel tempo che ha così tenacemente sprecato nella sua vita frenetica, proprio mentre pensava di sfruttarlo il più possibile, dimenticando le cose e le persone importanti. Perché il tempo non possiamo comprarlo o ipotecarlo: possiamo solo condividerlo con quelli che amiamo.
Ordina per
  • 3

    3 stelline e mezzo

    in realtà sarebbero 3 stelline e mezzo, perchè 3 sono un po' poche il libro è qualcosina in più di un semplice'così così'. Nonostante dalla storia mi aspettassi di più e in alcuni punti l'abbia trovata leggermente noiosa, il momento di commozione (come sempre con le storie di quest'autrice) c'è s ...continua

    in realtà sarebbero 3 stelline e mezzo, perchè 3 sono un po' poche il libro è qualcosina in più di un semplice'così così'. Nonostante dalla storia mi aspettassi di più e in alcuni punti l'abbia trovata leggermente noiosa, il momento di commozione (come sempre con le storie di quest'autrice) c'è stato anche questa volta, è durato poco, ma c'è stato.

    ha scritto il 

  • 3

    A volte è necessario donarsi a qualcuno per capire sé stessi. A volte è necessario scartare le cose per coglierne l'essenza.

    Leggendo il retro copertina mi ha fatto pensare a quel film di natale “The family man” con Nicolas Cage, ma ero sicura che Cecelia non avrebbe potuto scrivere una storia così banale, ed avevo ragione. Se nei suoi libri cercate il finale da “…e vissero per sempre felici e contenti” non sempre lo t ...continua

    Leggendo il retro copertina mi ha fatto pensare a quel film di natale “The family man” con Nicolas Cage, ma ero sicura che Cecelia non avrebbe potuto scrivere una storia così banale, ed avevo ragione. Se nei suoi libri cercate il finale da “…e vissero per sempre felici e contenti” non sempre lo troverete, ma sicuramente, come in questo caso, potrete gustare un racconto al contempo divertente ma dai temi profondi.
    Probabilmente il finale era leggermente scontato, ma ciò non toglie la bellezza e la piacevolezza dell’intero libro.
    Rispetto gli altri suoi romanzi che ho letto, credo questo sia quello che mi ha coinvolto un pò di meno, ed è solo per questo che gli ho dato tre stelline.
    “Non sapeva di non poter decidere autonomamente quando sarebbe stato pronto a imparare, ma che l'esistenza stessa gli avrebbe impartito un insegnamento al momento opportuno. Non sapeva di non poter premere un pulsante e ricevere subito tutte le risposte, ma che ogni pulsante in lui stava per essere premuto. Lou Suffern era convinto di sapere già tutto. E invece quello era soltanto l'inizio.” (Il dono - Cecelia Ahern)

    ha scritto il 

  • 0

    I was so touched with this book. The start is not very easy to follow. With different stories going on altogether. However as I followed the steps of Lou, or more correctly with the narrations of the author. Watching the magic done by the author.... Totally like the idea it reminds us to treasure ...continua

    I was so touched with this book. The start is not very easy to follow. With different stories going on altogether. However as I followed the steps of Lou, or more correctly with the narrations of the author. Watching the magic done by the author.... Totally like the idea it reminds us to treasure those we love. You never know when is the last time you could say kind words to them, hug them tightly, kiss them on the cheek. We do not have Gabe with us after all. We have to do it ourselves.

    ha scritto il 

  • 3

    In realtà sarebbero state 3 stelle e mezza....il libro non è niente male, la storia all'inizio stenta un pò a decollare ma poi diventa interessante...forse un pò troppo descrittivo ma sicuramente un libro piacevole con un insegnamento importante: il tempo è molto più prezioso di quanto si creda e ...continua

    In realtà sarebbero state 3 stelle e mezza....il libro non è niente male, la storia all'inizio stenta un pò a decollare ma poi diventa interessante...forse un pò troppo descrittivo ma sicuramente un libro piacevole con un insegnamento importante: il tempo è molto più prezioso di quanto si creda e sprecarlo è un vero peccato

    ha scritto il 

  • 5

    La mattina di Natale le case sono scrigni di verità nascoste.


    Le persone, come le case, hanno dei segreti. A volte sono i segreti a vivere dentro le persone, altre volte accade il contrario. Sono le persone a tenersi i segreti stretti tra le braccia, trattenendo con la lingua la verità. ...continua

    La mattina di Natale le case sono scrigni di verità nascoste.

    Le persone, come le case, hanno dei segreti. A volte sono i segreti a vivere dentro le persone, altre volte accade il contrario. Sono le persone a tenersi i segreti stretti tra le braccia, trattenendo con la lingua la verità.

    ha scritto il 

  • 4

    Una lezione ha un denominatore comune che ci lega l’uno all’altro come in una catena. In fondo alla catena è appeso un orologio che segna lo scorrere del tempo.


    Udiamo il tic tac attutito che spezza il silenzio e spesso lo vediamo, ma non lo ascoltiamo. Ogni secondo lascia un segno nella ...continua

    Una lezione ha un denominatore comune che ci lega l’uno all’altro come in una catena. In fondo alla catena è appeso un orologio che segna lo scorrere del tempo.

    Udiamo il tic tac attutito che spezza il silenzio e spesso lo vediamo, ma non lo ascoltiamo. Ogni secondo lascia un segno nella vita di ciascuno; arriva e se ne va, svanendo senza squilli di tromba, disperdendosi nell’aria come il fumo che si leva da un dolce di Natale appena sfornato. Il tempo ci riscalda e, quando è finito, ci lascia al freddo. E più prezioso dell’oro, dei diamanti, più prezioso del petrolio o di qualsiasi tesoro. Il tempo non ci basta mai; il tempo crea conflitti nei nostri cuori e quindi dobbiamo usarlo saggiamente. Non possiamo impacchettarlo, mettergli un fiocco e lasciarlo sotto l’albero per la mattina di Natale.

    Non possiamo regalare il tempo, ma possiamo condividerlo.

    ha scritto il 

  • 4

    Per una buona metà di questo libro mi sono chiesta “Ma dove vorrà andare a parare l’autrice con questo libro?” Sembrava davvero sconclusionato, la storia di una ragazzino arrabbiato con il mondo, due poliziotti e di un padre di famiglia troppo impegnato a far carriera da accorgersi di quanto è be ...continua

    Per una buona metà di questo libro mi sono chiesta “Ma dove vorrà andare a parare l’autrice con questo libro?” Sembrava davvero sconclusionato, la storia di una ragazzino arrabbiato con il mondo, due poliziotti e di un padre di famiglia troppo impegnato a far carriera da accorgersi di quanto è bello vedere i propri figli crescere. Tre storie che sembrano non aver niente in comune… e invece…
    Con il finale ci viene spiegato tutto. Tutti dovrebbero avere un Gabe, anche se per poco tempo, nella propria vita.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Non male, una sroria natalizia a giugno!!
    Però il finale mi ha lasciata un po' perplessa. Ecco il finale non è natalizio per niente.

    ha scritto il 

  • 4

    Not what I expected

    Somehow I thought this would be chick lit - but it was a much better story than that - about relationships being more important than success and work. A good read.

    ha scritto il 

Ordina per