Il falco maltese

Di

Editore: Mondadori (Oscar gialli)

3.9
(972)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 233 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Spagnolo , Francese , Catalano , Greco , Giapponese , Portoghese , Polacco , Chi semplificata

Isbn-10: 8804612908 | Isbn-13: 9788804612902 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Attilio Veraldi

Disponibile anche come: Copertina rigida , Tascabile economico , Altri

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il falco maltese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
San Francisco, sul finire degli anni Venti, non è certo un luogo tranquillo. Per questo il detective Sam Spade ha imparato che è meglio stare sempre sul chi vive. Anche quando nel suo ufficio sulla Baia si presenta un'incantevole ragazza bionda con un nome che è già un programma: Miss Wonderly. La giovane donna vuole che Spade la aiuti a scoprire che fine ha fatto sua sorella Corinne, che si è legata a un poco di buono, un certo Floyd Thursby. Ma presto Spade si accorgerà che la sua cliente non è l'angelica creatura che appare. E invece una dark lady spietata, ipocrita e manipolatrice, disposta a tutto pur di entrare in possesso di un antico e prezioso manufatto, una statua d'oro e di gemme raffigurante un falco, donata dai Cavalieri di Malta all'imperatore Carlo V nel XVI secolo. Pubblicato nel 1930, "Il falco maltese" è considerato il capolavoro di Hammett, il più bel romanzo del "duro" Spade, portato sul grande schermo da un indimenticabile Humphrey Bogart.
Ordina per
  • 4

    Ben scritto, divertente, ironico. si capisce perchè ha dato origine ad un filone, e anche perchè pur apparendo in questo solo romanzo, il nome di Sam Spade sia entrato nella memoria collettiva. Oltret ...continua

    Ben scritto, divertente, ironico. si capisce perchè ha dato origine ad un filone, e anche perchè pur apparendo in questo solo romanzo, il nome di Sam Spade sia entrato nella memoria collettiva. Oltretutto molto più comprensibile dell'omonimo e famosissimo film reso celebre dalla insuperabile interpretazione del vecchio Bogart. Da leggere assolutamente

    ha scritto il 

  • 5

    bel romanzo poliziesco

    Avendone vista la riduzione cinematografica con bogart ero curioso di leggere il romanzo da cui era stato tratto. Molto bello. La san Francisco degli anni trenta sembra rivivere da queste pagine. As ...continua

    Avendone vista la riduzione cinematografica con bogart ero curioso di leggere il romanzo da cui era stato tratto. Molto bello. La san Francisco degli anni trenta sembra rivivere da queste pagine. Assolutamente consigliato.

    ha scritto il 

  • 3

    Un bel guazzabuglio di fatti e di personaggi tenuti a bada dal cinismo romantico di Sam Spade, detective privato senza peli sulla lingua ma con la pelliccia sullo stomaco. La sensazione è che in giro, ...continua

    Un bel guazzabuglio di fatti e di personaggi tenuti a bada dal cinismo romantico di Sam Spade, detective privato senza peli sulla lingua ma con la pelliccia sullo stomaco. La sensazione è che in giro, in questa categoria, ci sia di meglio ciononostante è una bella lettura.

    ha scritto il 

  • 0

    dal blog Giramenti

    Il libro è datato 1930, prima il testo aveva esordito in quattro puntate su Black Mask. La mia versione è uscita con Repubblica, su licenza Guanda e con traduzione di Attilio Veraldi. Ora, non so come ...continua

    Il libro è datato 1930, prima il testo aveva esordito in quattro puntate su Black Mask. La mia versione è uscita con Repubblica, su licenza Guanda e con traduzione di Attilio Veraldi. Ora, non so come dirvelo e un po’ me ne vergogno, ma credevo che Veraldi fosse nato a Milano. Me lo lasciavano sospettare quel pirla a pagina 82 – «Non fare il pirla, Dundy», disse l’investigatore –, i due pirla – Pirla una volta pirla sempre – a pagina 210, e quei tre “pirla” a pagina 218: Allora mi giudicherei io un pirla. E se mi giudico un pirla e in più finisco in galera, che dubbio avrò più d’essere effettivamente un pirla?. Il dubbio è lecito, anche sull’uso del pirla.

    SEGUE su http://gaialodovica.wordpress.com/2014/09/10/il-falco-maltese-di-dashiell-hammett/

    ha scritto il 

  • 0

    Il libro introduce la figura di Sam Spade, investigatore di poche parole. Ingaggiato per svolgere un’indagine da una bella e misteriosa ragazza, il detective Spade si troverà alle prese con una vicend ...continua

    Il libro introduce la figura di Sam Spade, investigatore di poche parole. Ingaggiato per svolgere un’indagine da una bella e misteriosa ragazza, il detective Spade si troverà alle prese con una vicenda che coinvolge una gruppo di avventurieri impegnato in una lotta senza quartiere per il possesso di una antica e preziosissima statuetta raffigurante un falcone. Tra bugie, amori, trafficanti e gangster Sam Spade risolverà il caso.

    ha scritto il 

  • 4

    Genere: hard boiled. Altri scrittori letti: Chandler. Differenze:
    1)La città, San Francisco e non Los Angeles. In Hammett la città, lo sfondo dell’azione si vede poco, le strade sono poco bazzicate d ...continua

    Genere: hard boiled. Altri scrittori letti: Chandler. Differenze:
    1)La città, San Francisco e non Los Angeles. In Hammett la città, lo sfondo dell’azione si vede poco, le strade sono poco bazzicate dai protagonisti, una parte dell’azione si svolge al porto ma non lo si descrive. Chandler ama parlare di una Los Angeles buia, piovosa, notturna e animata da locali notturni, una città che è parte integrante dell’azione raccontata.
    2)Il detective Sam Spade è per prima cosa antipatico, non ho sentito alcun feeling per quel “Satana biondo” che al cinema prese i panni di Humphrey Bogart (non avevano nulla in comune i due). Perché non rimane simpatico? Perché non mostra sentimenti ed emozioni, è una maschera che mostra solo il lato duro, ed anche quando si ammorbidisce con la sua segretaria Effie, l’unica persona verso la quale mostra una certa umanità, rimane lontano, discosto e sta per conto suo, un vero duro. Quando poi si presente all’agenzia una bella e giovane donna dall’aria indifesa e innocente che chiede il suo aiuto, penseresti che sta per cedere; invece no, duro fino al midollo e anche cinico. Se ne innamora? Boh…, non credo, la insegue, la protegge per via dell’oggetto prezioso che tutti cercano, il falcone, anche la liquida senza troppi complimenti.
    Nonostante le differenze con Chandler, che rimane il mio preferito, il romanzo mi è piaciuto, nel susseguirsi di situazioni che lasciano il lettore perplesso, con mille interrogativi che si svelano solo nel finale, tra piccoli gangster e “pistoleri” che uccidono senza fare una piega, scazzottate in cui sono coinvolti anche poliziotti non propriamente amici di Spade, depistaggi vari che non impediscono al nostro personaggio di arrivare in fondo, dialoghi da cinema tra i protagonisti, ma anche dichiarazioni d’amore gridate ai quattro venti (vere? False? ) e un finale in cui il duro,che per un attimo stava cedendo, riveste la sua maschera di sempre. Una lettura coinvolgente, in cui non vedi l’ora di andare avanti per sciogliere i nodi della storia.

    ha scritto il 

  • 4

    Se puede considerar esta novela como la típica del género negro, y su autor como el fundador de esta categoría literaria.
    A partir de la resolución de un caso, nos da una crítica social y, en este cas ...continua

    Se puede considerar esta novela como la típica del género negro, y su autor como el fundador de esta categoría literaria.
    A partir de la resolución de un caso, nos da una crítica social y, en este caso, la “disecciona” para mostrar la corrupción y crueldad que encierra. En cuanto a personajes y características literarias, está compuesto por elementos clásicos del género: el detective duro y cínico, pero honrado, la femme fatal (con un aire de inocencia), tramas oscuras y misteriosas, delincuentes peligrosos, un objeto de deseo, asesinatos, sospechas y engaños, y sobre todo diálogos cortantes, inteligentes y con doble sentido.
    Me parecieron magníficos el inicio y el desarrollo de la novela, mientras que el desenlace “decae” un poco al ser más pausado. Es un final amargo, donde todos pierden.

    La magistral adaptación John Huston para el cine fue la primera película de cine negro.

    ha scritto il 

  • 5

    Come dice Sam Spade a Brigid O'Shaughnessy: "Credo che non si rese nemmeno conto di essersi naturalmente risistemato nello stesso trantran da cui era evaso da Tacoma. Ma questa era la parte della stor ...continua

    Come dice Sam Spade a Brigid O'Shaughnessy: "Credo che non si rese nemmeno conto di essersi naturalmente risistemato nello stesso trantran da cui era evaso da Tacoma. Ma questa era la parte della storia che mi è sempre piaciuta. Lui si era adeguato a una situazione di travi che cadevano, e quando queste smisero di cadere si adeguò a una situazione di travi che non cadevano".
    Do it again, Sam.

    ha scritto il