Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il fantasma di Canterville - The Canterville Ghost

Short Stories 2010 n°2 - Testo inglese a fronte

Di

Editore: Gruppo Editoriale L'Espresso

4.0
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 95 | Formato: Tascabile economico

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Mauro Formaggio

Genere: Fiction & Literature , Foreign Language Study , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il fantasma di Canterville - The Canterville Ghost?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Dalla satira spassosissima sulle opposte ottusità di inglesi (tradizionalismo, formalismo, snobismo e vena aristocratica) e americani (modernismo spinto, culto delle merci e dei marchi, pragmatismo e disincanto), passando per gli scherzi ai danni del povero fantasma, il racconto piega, con un cam ...continua

    Dalla satira spassosissima sulle opposte ottusità di inglesi (tradizionalismo, formalismo, snobismo e vena aristocratica) e americani (modernismo spinto, culto delle merci e dei marchi, pragmatismo e disincanto), passando per gli scherzi ai danni del povero fantasma, il racconto piega, con un cambio di tono, su una commovente elegia sulla morte e sulla forza del candore e dell’innocenza. Un gioiellino di ironia nella prima parte e di malinconia nella seconda, anche se un po' melensa, scritto in un inglese elegantissimo di aurea semplicitas.

    ha scritto il 

  • 3

    Tradizioni Usa versus tradizioni inglesi...chi vincerà? La vecchia scuola coi fantasmi britannici o quella nuova dei rimedi miracolosi e innovativi a stelle e strisce? Wilde trova una sua ironica soluzione. Light.

    ha scritto il 

  • 5

    Il modo in cui si scioglie la trama del racconto è stupefacente. Un breve racconto del maestro per eccellenza dell'estetismo. Con atmosfera gotica al punto giusto, Wilde regala attimi di stupore e genialità.

    ha scritto il 

  • 4

    Dio,adoro il sarcasmo di Wilde!E mi ha fatto tanta tenerezza il povero Sir Simon,il fantasma che cerca la morte come pace dei sensi. Ma...Virginia,che hai combinato?

    ha scritto il 

  • 4

    " Yes, Death. Death must be so beautiful. To lie in the soft brown earth, with the grasses waving above one's head, and listen to silence. To have no yesterday, and no to-morrow. To forget time, to forgive life, to be at peace..."

    ha scritto il 

  • 4

    Un Oscar Wilde come non lo conoscevo, in vena di divertirsi, niente barocchismi e velluti e gioielli e fiori o perle bianche, per due terzi del racconto mi ha ricordato i Monthy Python, il finale invece delude per la melensaggine e naturalmente compare anche una maeravigliosa collana antica di ru ...continua

    Un Oscar Wilde come non lo conoscevo, in vena di divertirsi, niente barocchismi e velluti e gioielli e fiori o perle bianche, per due terzi del racconto mi ha ricordato i Monthy Python, il finale invece delude per la melensaggine e naturalmente compare anche una maeravigliosa collana antica di rubini...:-)

    ha scritto il