Il fiordo dell'eternità

Voto medio di 62
| 13 contributi totali di cui 6 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Roberto
Ha scritto il 05/05/15
Ecco il fondo, era ora! Ma al fondo non c'è mai fine. C'è sempre un altro fondo, sotto
Il fiordo dell'eternità è un romanzo ambientato tra la Danimarca e la Groenlandia nella seconda metà del Settecento. Il protagonista è Morten Falck, un ragazzo norvegese che, obbligato dal padre, va a studiare teologia a Copenhagen. Morten è uno spir...Continua
Grazia
Ha scritto il 13/04/15
"Tutti abbiamo qualcosa da cui fuggire, ma prima o poi siamo costretti a tornare"
"Il fiordo dell'eternità" è un romanzo in cui il protagonista, Morten Falck, affronta un lungo viaggio, un viaggio che non è solo fisico ma è soprattutto un viaggio interiore, un viaggio verso la ricerca della libertà perchè "L'uomo nasce libero e ov...Continua
princess
Ha scritto il 13/01/15

Leggendo questo libro ho imparato qualcosa che non sapevo sulla Groenlandia, ma mi ha complessivamente deluso in quanto incentrato sulla storia di un personaggio per il quale è impossibile provare la minima empatia...

Leodefrenza
Ha scritto il 30/08/13
Non è quella che definirei una "bella storia": un giovane di belle speranze diventa prete e non medico per volere paterno e viene spedito in una colonia in Groenlandia dove finisce per diventare "brutto sporco e cattivo". Con il ritorno in patria spe...Continua
Bruno Acciarri
Ha scritto il 20/08/13

Ci sono spunti interessanti ma è troppo lento inverosimile e con poco spessore psicologico nei personaggi .


Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 01, 2013, 17:53
La matrigna gli prepara la sua vecchia stanza. Lui si stende ancora completamente vestito sul letto e guarda il soffitto, studia le travi, i cui disegni di ramoscelli e remi, nota malinconico, corrispondono al ricordo che ne aveva. Una sacca di tempo...Continua
Pag. 518
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 01, 2013, 17:47
A volte pensa agli anni a Copenaghen. E' come se si fossero fatti più vicini da quando è tornato dalla Groenlandia, al contrario degli anni lassù, che sembrano più lontani. Chi sono io veramente? pensa. Perchè d'improvviso mi trovo qui, con degli est...Continua
Pag. 511
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 01, 2013, 17:43
Le valli tiepide e le fattorie giacciono sotto di lui, o almeno gli sembrava fossero tiepide fin quando supera il recinto dei boschi, dove il vento è gelido. Oltre una cima ce n'è sempre un'altra, e i passi che si snodano lungo la cresta sono pozze d...Continua
Pag. 501
Occhi di velluto
Ha scritto il Sep 01, 2013, 14:10
«Tutti abbiamo qualcosa da cui fuggire» dice. «Ma prima o poi siamo costretti a tornare. E' così.»
Pag. 470
Occhi di velluto
Ha scritto il Aug 30, 2013, 11:38
Casa, pensa, un altro luogo, non importa dove, purchè non sia qui. Dall'altra parte del mare del Nord. Un luogo in cui crescono alberi che si possono toccare, boschi in cui si può entrare e uscire. La nostalgia dei boschi è enorme in questa terra pri...Continua
Pag. 126

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi