Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il formaggio con le pere. La storia in un proverbio

Di

Editore: Laterza

3.9
(49)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 884209336X | Isbn-13: 9788842093367 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Cooking, Food & Wine , History , Social Science

Ti piace Il formaggio con le pere. La storia in un proverbio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Come prendere un proverbio notissimo e dipingere grazie a esso un affresco della società europea nello svolgersi di alcuni secoli. Un dotto divertissement che avvince dall'inizio alla fine.

    ha scritto il 

  • 4

    Non è un saggio. E' un viaggio, spesso ben documentato, alla scoperta delle origini di un noto proverbio. Per chi, come me, ha questo genere di curiosità, una lettura gradevole. Ringrazio l'amica aNobiana che me l'ha consigliato! :-)

    ha scritto il 

  • 3

    Al contadino non far sapere, quant'é buono il formaggio con le pere ...

    Massimo Montanari conduce il lettore attraverso un'analisi che, partendo dall'arcinoto proverbio del mondo agro-alimentare, scandaglia i riflessi alimentari di una società basata sull'ideologia della differenza: quale quella dei secc. compresi tra XIV e XVIII. Particolare attenzione è dedicata ai ...continua

    Massimo Montanari conduce il lettore attraverso un'analisi che, partendo dall'arcinoto proverbio del mondo agro-alimentare, scandaglia i riflessi alimentari di una società basata sull'ideologia della differenza: quale quella dei secc. compresi tra XIV e XVIII. Particolare attenzione è dedicata ai secc. XIV e XVI dato il campo d'interesse del medievista.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro breve, decisamente di piacevole lettura, ma non un libro di storia, bensì di antropologia, forse addirittura di sociologia. L'autore fa sì la storia del proverbio (non in senso diacronico, ma correndo avanti indietro fra i secoli), anzi la storia del rapporto uomo formaggio e uomo pere. Ma ...continua

    Libro breve, decisamente di piacevole lettura, ma non un libro di storia, bensì di antropologia, forse addirittura di sociologia. L'autore fa sì la storia del proverbio (non in senso diacronico, ma correndo avanti indietro fra i secoli), anzi la storia del rapporto uomo formaggio e uomo pere. Ma lo fa - è la mia impressione, da profano di antropologia - con gli strumenti dell'antropologia; presenta e studia proverbi diversi, attinenti al tema, qualche volta si arrampica in interpretazioni audaci ed esagerate (o assurde?) come nel capitolo nono, dal titolo "villani e cavalieri", commentando il proverbio "Formaio, pero, pan pasto da villan - Formaio pan e pero, pasto da cavaliero", o quando individua, in certe situazioni, una parvenza di lotta di classe.
    Opera senz'altro valida, anche se Montanari ormai da' l'impressione di arrovellarsi intorno agli stessi argomenti (addirittura le stesse citazioni) in troppe delle sue opere. Forse è arrivato il momento che ritorni alla storia e al suo medioevo, nel quale era grande.

    ha scritto il 

  • 4

    Il formaggio con le pere

    Lo storico Massimo Montanari, docente di Storia medievale e Storia dell'alimentazione, prende spunto dal notissimo proverbio " Al villan non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere" per accompagnare il lettore in un affascinante percorso tra i modi di pensare, di vivere e di mangiare d ...continua

    Lo storico Massimo Montanari, docente di Storia medievale e Storia dell'alimentazione, prende spunto dal notissimo proverbio " Al villan non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere" per accompagnare il lettore in un affascinante percorso tra i modi di pensare, di vivere e di mangiare dall'antichità ai nostri tempi. Col metodo di un investigatore ricostruisce i passaggi che hanno trasportato fino a noi questo curioso imperativo.
    Un piccolo saggio divertente e colto, un complemento degli altri testi più corposi, ma sempre godibili, dello stesso autore.

    ha scritto il 

  • 3

    Sì, un testo interessante, ricco di curiosità ... ma in fondo è proprio una cosina piccola, magari da pubblicare in una raccolta di saggi più che come libro a sé (del "libro", comunque, ha sicuramente il prezzo)

    ha scritto il 

  • 2

    Montanari riesce nell'epica impresa di dilungarsi per un centinaio di pagine sulle alterne vicende storiche del formaggio e delle pere senza dire in sostanza nulla di nuovo e senza per questo annoiare il lettore. È un virtuosismo piacevole, probabilmente rielaborato dalla tesi di qualche alunno.< ...continua

    Montanari riesce nell'epica impresa di dilungarsi per un centinaio di pagine sulle alterne vicende storiche del formaggio e delle pere senza dire in sostanza nulla di nuovo e senza per questo annoiare il lettore. È un virtuosismo piacevole, probabilmente rielaborato dalla tesi di qualche alunno.

    ha scritto il