Alfonso Nitti
Ha scritto il 04/06/18
Uno dei pochi libri che rileggerei
Romanzo bellissimo, che si muove su più livelli. Efficace sia come romanzo (quasi) picaresco, sia come riflessione su l'identità, la fuga dalla realtà, l'inganno delle speranze, ma anche la necessità di accettare e affrontare la verità, per quanto pr...Continua
Francesco Giudici
Ha scritto il 24/05/18

Mi sono piaciute tanto le parole che appaiono ripescate dal linguaggio del passato e dalla fantasia pirandelliana: un esempio fra tutti... ASSERPOLATO!

2C_LICEO_NP
Ha scritto il 18/02/18
Mattia, l'uomo che morì tre volte
Il fatto: Matta Pascal è figlio di una coppia di abbienti signori originari di un piccolo paese di nome Miragno. Dopo la morte del padre si ritova a dover badare alla madre, con lo scarso aiuto di suo fratello Roberto. Essendo sempre impegnati, i due...Continua
Paolo Gibellini
Ha scritto il 12/12/17

Lo stile è indiscutibilmente elevato, la trama è leggibile a più livelli, mi è piaciuto, ma preferisco ancora i racconti ai romanzi del grande Autore.

Alice D.
Ha scritto il 27/10/17
Considerato anche il fatto che è stato scritto nel 1904, è piacevolissimo da leggere. La descrizione puntuale dei moti d'animo, dei ragionamenti anche tortuosi, delle fissazioni rende Mattia/Adriano quasi un amico, un nostro contemporaneo, che ci rac...Continua

Marina
Ha scritto il Apr 13, 2017, 11:33
"- Ma immagini un pianoforte e un sonatore: a un certo punto, sonando, il pianoforte si scorda; un tasto non batte più; due, tre corde, si spezzano; ebbene, sfido! Con uno strumento così ridotto, il sonatore, per forza, pur essendo bravissimo, dovrà...Continua
Katia
Ha scritto il Nov 16, 2016, 00:11
Era un fuggevole sguardo, come il lampo d’una grazia dolcissima; era un sorriso di commiserazione per la ridicola lusinga di quella povera donna; era qualche benevolo richiamo ch’ella mi accennava con gli occhi e con un lieve movimento del capo, se i...Continua
Loredana Consoli
Ha scritto il Sep 23, 2016, 16:30
Sono ancora vivo per la morte e morto per la vita.
Meis Adriano
Ha scritto il Aug 22, 2016, 14:13
Perché la vita, per tutte le sfacciate assurdità, piccole e grandi, di cui beatamente è piena, ha l'inestimabile privilegio di poter fare a meno di quella stupidissima verosimiglianza, a cui l'arte crede suo dovere obbedire.
Anna
Ha scritto il Aug 21, 2016, 15:03
"Hai mai pensato di andare via e non tornare più? Scappare e far perdere ogni tua traccia, per andare in un posto lontano e ricominciare a vivere, vivere una vita nuova, solo tua, vivere davvero. Ci hai mai pensato?"

JB Berg
Ha scritto il Mar 28, 2016, 21:38
Il Fu Mattia Pascal
Il Fu Mattia Pascal

Luciano Rebora
Ha scritto il Jul 28, 2017, 21:25
Biblioteca...
Ha scritto il Dec 30, 2015, 13:14
Collocazione : NR 748 (5 copie)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi