Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il fu Mattia Pascal

Di

Editore: Mondadori

4.1
(17465)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Cofanetto | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Sloveno , Ungherese , Portoghese

Data di pubblicazione:  | Edizione 10

Illustratore o Matitista: Fabrizio Clerici

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Il fu Mattia Pascal?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Collana “Il ponte – i più grandi narratori italiani e stranieri”.
Ordina per
  • 2

    Un fardello, un macigno, un grave! La lanterninosofia e lo strappo nel cielo di carta sono temi interessanti, ma che noia! Non so come sia riuscito ad arrivare fino alla fine, so solo che 100 pagine de I Malavoglia sono meno pesanti e più piacevoli di una di questo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Esistere o essere liberi?

    Romanzo di una modernità sconcertante, si può dire che il fu Mattia Pascal è annuncia i grandi temi del secolo novecento: la crisi d’identità sociale dell’uomo, la nascita della psicanalisi e dell’esistenzialismo, le ribellioni a modelli di comportamento prestabiliti. Per la prima volta nella ...continua

    Romanzo di una modernità sconcertante, si può dire che il fu Mattia Pascal è annuncia i grandi temi del secolo novecento: la crisi d’identità sociale dell’uomo, la nascita della psicanalisi e dell’esistenzialismo, le ribellioni a modelli di comportamento prestabiliti. Per la prima volta nella storia l’uomo del novecento prende coscienza della la propria condizione esistenziale, non si sottomette più ad un destino che appare immodificabile, pensa se stesso in relazione al mondo.

    Nel 1904, quando Pirandello trentasettenne scrive il romanzo, la psicoanalisi è appena nata eppure il Fu Mattia Pascal è un romanzo profondamente psicologico, che attraverso un paradosso narrativo geniale racconta la difficile dialettica tra identità e libertà e i limiti ad entrambe per un individuo all’interno della società.

    In questo, Mattia Pascal è parente stretto del Kees Popinga di Simenon, nonostante i trent’anni di differenza tra i due romanzi. Ma mentre in Simenon la ribellione sfocia in una lucida follia omicida, ove il desiderio di veder riconosciuta la propria identità si esprime in un narcisismo autodistruttivo, Pirandello ci regala un personaggio più misurato, nel quale è facile riconoscersi. E se la prosa di Simenon è ricca di suspense, quella di Pirandello è venata di umorismo e di una profonda pietas per la condizione umana, così disperatamente in bilico tra esistenza e libertà.

    ha scritto il 

  • 4

    "Folle! Come mi ero illuso che potesse vivere un tronco reciso dalle sue radici?"

    Capolavoro assoluto della letteratura italiana. Un libro che indaga in profondità l'animo umano in tutte le sue mille sfaccettature, che analizza la vita e la morte e che giunge inevitabilmente alla sconfitta del genere umano e alle mille gabbie in cui siamo imprigionati e a cui nessuno può sfugg ...continua

    Capolavoro assoluto della letteratura italiana. Un libro che indaga in profondità l'animo umano in tutte le sue mille sfaccettature, che analizza la vita e la morte e che giunge inevitabilmente alla sconfitta del genere umano e alle mille gabbie in cui siamo imprigionati e a cui nessuno può sfuggire. Voto finale **** 1/2.

    ha scritto il 

  • 4

    Assolutamente da leggere

    Libro assolutamente da leggere: Pirandello si conferma un genio della letteratura italiana e mondiale.
    In questo libro, profondamente psicologico, lottano il desiderio di libertà, le convenzioni sociali, l'inevitabile confronto con il genere umano, l'insoddisfazione, l'impossibilità di esse ...continua

    Libro assolutamente da leggere: Pirandello si conferma un genio della letteratura italiana e mondiale.
    In questo libro, profondamente psicologico, lottano il desiderio di libertà, le convenzioni sociali, l'inevitabile confronto con il genere umano, l'insoddisfazione, l'impossibilità di essere pienamente felici.
    Do, però, 'solo' quattro stelle a questo bellissimo libro perché me lo ricordavo più scorrevole e intrigante. Il fatto è che non l'ho divorato, come invece faccio abitualmente con i miei libri del cuore. La lettura è comunque assolutamente consigliata: il lettore rimarrà affascinato da questo testo, ricco di mille sfaccettature e che indaga in profondità l'animo umano.

    ha scritto il 

  • 3

    Storia molto interessante che fa riflettere. Sicuramente non a caso considerato uno dei capolavori della latteratura italiana. Tuttavia non è riuscito ad accattivare troppo il mio interesse...

    ha scritto il 

  • 4

    Sarebbero 3 stelle e mezzo.
    Uno dei pochi, forse l'unico libro decente che lessi a scuola.

    Pirandello non è di facilissima lettura: troppe e troppo pesanti le divagazioni filosofiche-esoteriche-politiche, come insegna il borioso professor Umberto Eco.
    Tuttavia, credo che chiun ...continua

    Sarebbero 3 stelle e mezzo.
    Uno dei pochi, forse l'unico libro decente che lessi a scuola.

    Pirandello non è di facilissima lettura: troppe e troppo pesanti le divagazioni filosofiche-esoteriche-politiche, come insegna il borioso professor Umberto Eco.
    Tuttavia, credo che chiunque debba leggere Il fu Mattia Pascal, opera piacevolissima e, per certi versi, illuminante.

    Avrei dato 5 stelle, se non fosse così leeeeeeeeeeeento in certi capitoli.

    ha scritto il 

Ordina per