Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il fu Mattia Pascal

By Luigi Pirandello

(56)

| Others | 9788818024036

Like Il fu Mattia Pascal ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

859 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    ri-letto, ri-piaciuto. certo, dopo svevo era facile.

    Is this helpful?

    terra said on Jul 23, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Interessante questo Pirandello. Val la pena continuarne la lettura.

    Is this helpful?

    Elisabetta said on Jul 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Storia molto bella, soprattutto la parte della marionetta di Oreste, sopra la quale si squarcia il cielo, o quella del lanternino, MA la narrazione è troppo lenta, troppo descrittiva, e ciò non rientra nei miei gusti. Certi parti quindi mi hanno anno ...(continue)

    Storia molto bella, soprattutto la parte della marionetta di Oreste, sopra la quale si squarcia il cielo, o quella del lanternino, MA la narrazione è troppo lenta, troppo descrittiva, e ciò non rientra nei miei gusti. Certi parti quindi mi hanno annoiato moltissimo e infatti ci ho messo un'infinità per terminarlo.

    Is this helpful?

    elecut said on Jul 3, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un senso di libertà infinito

    I primi due terzi del libro ti regalano un senso di liberta inesauribile che ti gasa letteralmente...il libro poi viene concluso in una direzione che in qualche modo sciupa le altre infinite possibilità secondo me...Comunque parliamo di Pirandello e ...(continue)

    I primi due terzi del libro ti regalano un senso di liberta inesauribile che ti gasa letteralmente...il libro poi viene concluso in una direzione che in qualche modo sciupa le altre infinite possibilità secondo me...Comunque parliamo di Pirandello e non c'è nulla da aggiungere.

    Is this helpful?

    Rustyjamesrumblefish08 said on Jun 27, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il fu Mattia Pascal è una originalissima storia di un uomo che fugge dalla sua vita, optando di vivere all'ombra, salvo poi rendersi conto che vivere all'ombra non era cmpatibile con l'essere felici.
    Un tale si suicida, ed i suoi "cari" pensano che s ...(continue)

    Il fu Mattia Pascal è una originalissima storia di un uomo che fugge dalla sua vita, optando di vivere all'ombra, salvo poi rendersi conto che vivere all'ombra non era cmpatibile con l'essere felici.
    Un tale si suicida, ed i suoi "cari" pensano che sia lui, data la sua condizione Mattia scappa, convinto di inventarsi una vita.
    Pur con un colpo di fortuna (vincita del denaro) non riesce ad essere felice perchè i limiti che la società impone (carta di identità per fare la denuncia o per sposarsi) lo impedisce.
    Nell'intreccio della storia è bella la metafora dei lanternini e dei limiti che sono solo illusori ma che in natura non esistono.
    L'introspezione in questo romanzo stimola molte riflesioni.
    E' certamente uno di quei libri che ogniuno di noi dovrebbe leggere.

    Is this helpful?

    Nasten'kà said on Jun 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non c'è vita al di fuori dell'anagrafe

    Adriano Meis è lo pseudonimo di un’ombra che il protagonista Mattia Pascal sceglie per vivere un’ eccessiva quanto esasperante libertà. Un uomo sciolto dalla vita, superstite di se stesso, sperduto e in attesa di esistere anche oltre la mor ...(continue)

    Adriano Meis è lo pseudonimo di un’ombra che il protagonista Mattia Pascal sceglie per vivere un’ eccessiva quanto esasperante libertà. Un uomo sciolto dalla vita, superstite di se stesso, sperduto e in attesa di esistere anche oltre la morte. Approfittando di una serie di coincidenze che aderiscono perfettamente in suo favore, si lascia alle spalle dissesti finanziari, una suocera insopportabile, una moglie che ormai non riesce più a tollerare. Coglie il lato positivo di circostanze funeste per ricominciare una nuova vita sotto mentite spoglie. Ma la condizione che lo elegge attore di una tragedia buffa, inizia a procurare il suo disagio quando si accorge che il bisogno di fuga e di riscatto si scontra con una realtà fatta di ostacoli insuperabili. Per la società civile Adriano Meis, purtroppo, non esiste: la libertà accattivante, che si è spalancata davanti a lui come un’improvvisa luce abbagliante, non serve a nulla senza l’anagrafe. È un fantasma che non può concedersi nemmeno piaceri innocenti perché tutto è regolato dalla supremazia della legge a cui deve necessariamente sottostare. La barchetta della finzione, che gli permette di mantenersi a galla tra la gente, avanza con i remi della menzogna che servono da leva e da puntello per evitare domande imbarazzanti alzando la vela della fantasia. Non può rimanere nel mondo senza assoggettarsi alle sue regole perché al di fuori di esso non c’è possibilità di vita, ma deve accontentarsi di vivere alla giornata barcamenandosi, come a bordo di un guscio di noce, tra le decisioni della sorte. Amareggiato e frantumato nella sua identità, Mattia Pascal, comprenderà in seguito che si è liberi unicamente nella propria integrità, e non potendo più tornare indietro, continuerà ad interpretare la parte del morto, di un individuo morto per la vita ma sempre vivo per la morte. Un romanzo dalla sconvolgente attualità che, tra riflessioni e analisi introspettive, non rinuncia a quell’ironia che sempre contraddistingue l’opera di Pirandello, dalla prosa al teatro. Un sapiente umorismo che prende forma non solo attraverso il carattere e la costruzione dei protagonisti, ma nelle parole, nelle espressioni, negli scambi di battute. Alla fine di questa esperienza, Mattia Pascal resta escluso e sconfitto dal mondo, affidato alla sola compagnia di se stesso e, come un fantoccio logoro, condannato alla solitudine e all’oblio di una polverosa soffitta.

    Is this helpful?

    Martin Eden said on Jun 22, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book