Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il gabbiano Jonathan Livingston

Di

Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

4.0
(14774)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 103 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Russo , Chi semplificata , Olandese , Danese , Sloveno , Catalano , Finlandese , Ceco , Coreano , Giapponese , Turco , Greco

Isbn-10: 8817013382 | Isbn-13: 9788817013383 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. F. Paolini

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Education & Teaching , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Il gabbiano Jonathan Livingston?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    CONOSCI TE STESSO!

    All’ingresso del tempio di Delfi, luogo dove, secondo la tradizione greca, si trovava l’antico oracolo del dio Apollo, vi era una scritta, ovvero: “conosci te stesso”.
    Questa, che diventerà uno dei pi ...continua

    All’ingresso del tempio di Delfi, luogo dove, secondo la tradizione greca, si trovava l’antico oracolo del dio Apollo, vi era una scritta, ovvero: “conosci te stesso”.
    Questa, che diventerà uno dei pilastri della filosofia socratica, è l’esortazione che sintetizza, a mio avviso, tutto il contenuto di questa novellette di Bach.
    Il personaggio principale dell’opera, il gabbiano Jonathan Livingston, appunto, assume i caratteri di un rivoluzionario, ponendosi, con il proprio comportamento, in contrapposizione alla “Legge dello Stormo”, ovvero ad una legge basata sulla semplice regola della sopravvivenza e, quindi, sul soddisfacimento degli istinti elementari, primo tra tutti la ricerca di cibo. Ma essere un gabbiano, secondo Jonathan, non può limitarsi a questo, ed allora ecco che il progressivo affinamento della capacità di volo, diventa, per lui, una ricerca di perfezione, un’affermazione di libertà ed un processo di concretizzazione del proprio essere o, come direbbe Heidegger, dell’esserci.
    Il cammino verso la perfezione, quindi, per come la vede Bach, in questo suo scritto, è fondato sull’analisi del proprio “Io” e dell’affermazione di quest’ultimo sulla materia; non a caso, infatti, Jonathan, rivolgendosi al suo allievo ed amico Fletcher Lynd, dice:”[…] Non dar retta ai tuoi occhi e non credere a quello che vedi. Gli occhi vedono solo ciò che è limitato. Guarda con il tuo intelletto, e scopri quello che conosci già, allora imparerai come si vola”. Diventa, dunque, te stesso!
    Non male.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    VOLARE

    Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach è un romanzo breve in cui il protagonista è un volatile che si sente diverso dagli altri e come scopo nella vita non ha solo quello di procacciarsi il ...continua

    Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach è un romanzo breve in cui il protagonista è un volatile che si sente diverso dagli altri e come scopo nella vita non ha solo quello di procacciarsi il cibo, come tutti i suoi compagni, ma desidera imparare l’arte del volo per scoprire tutti i segreti e raggiungere la perfezione.Questa sua passione però è incompresa sia dalla famiglia, che cerca di spiegargli l’importanza di mangiare, per non ridursi penne ed ossa come sta succedendo a Jonathan, sia dagli amici, che con il tempo cominciano ad escluderlo dallo Stormo Buonappetito.Il gabbiano Jonathan Livingston per quanto si sforzi di sembrare simile agli altri e provare a dedicarsi solo alla ricerca del cibo, non riesce ad accontentarsi e continua a desiderare la perfezione del volo, riuscendo sempre di più a fare acrobazie fuori dal comune. Questo suo amore per il volo però lo porta all’esilio, il Consiglio degli Anziani, infatti, lo bolla come reietto e il gabbiano viene allontanato dallo Stormo Buonappetito.Fuori dal gruppo, Jonathan non può fare altro che continuare nella sua impresa e trascorre tutto il tempo che ha ad esercitarsi, ed è proprio durante una delle sue esercitazioni che incontra due gabbiani dalle piume splendenti che volteggiano nell’aria e lo convincono ad andare con loro nel Paradiso dei Gabbiani, dove c’è molto da imparare sul volo per raggiungere la perfezione. Lì incontra Sullivan, che oltre a diventare suo amico è il suo mentore, e lo aiuta a carpire i segreti del volo e della vita.Jonathan Livingston impara velocemente, ma sente sempre il suo corpo come un limite per raggiungere il suo scopo, ed è per questo che chiede al gabbiano più anziano, Chang, di insegnargli a volare alla velocità del pensiero, per riuscire a oltrepassare la soglia del “qui ed ora”.Il gabbiano riesce anche in questo, ma nel frattempo Chang passa al Paradiso superiore lasciandogli un testamento in cui gli spiegherà che l’importante per raggiungere la perfezione non sta nel volo in sé, ma nel cogliere il segreto dell’amore.A quel punto Jonathan decide di ritornare a casa, per insegnare ai suoi vecchi amici dello Stormo Buonappetito ciò che lui ha imparato. Ma prima di rientrare nel suo cielo incontra sul suo cammino Flethcher, un gabbiano reietto molto simile a lui, che diventa il suo discepolo.Quando decide di tornare finalmente a casa, tutti apprezzano le doti, considerate ormai divine di Jonathan, ne restano affascinati, e lui capisce quale sia la sua vera strada, quella da seguire.

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro da far leggere ai nostri omologatissimi adolescenti

    Il giovane gabbiano Jonathan che non vuole rassegnarsi a volare solo per mangiare ma vuole perfezionarsi nel volo viene allontanato dallo stormo che lo vede pericoloso perché diverso.
    Jonathan vola l ...continua

    Il giovane gabbiano Jonathan che non vuole rassegnarsi a volare solo per mangiare ma vuole perfezionarsi nel volo viene allontanato dallo stormo che lo vede pericoloso perché diverso.
    Jonathan vola lontano e si allena a pescare in profondità e a volare veloce, fino a che incontra due gabbiani che lo guidano in un luogo dove ci sono altri gabbiani come lui. Si allena duramente e diventa uno dei migliori allievi del maestro Ciang che gli trasmetterà l’arte di riuscire a spostarsi materializzandosi nel luogo e nel tempo in cui vuole.
    Alla morte di Ciang diventa lui stesso il maestro. Il suo primo allievo sarà Fletcher al quale insegnerà il volo e l’amore per l’insegnamento. Jonathan darà una grande dimostrazione di amore e conoscenza, infatti farà conoscere a tutti i gabbiani del suo vecchio stormo ciò che ha imparato, nonostante loro l’avessero cacciato dal gruppo.
    Superare i propri limiti, imparare a volare anche senza ali, sempre più in alto, sempre più veloce verso la libertà.
    La storia del Gabbiano Jonathan è utile a rendersi conto che i veri limiti sono dentro di noi e tocca a noi stessi di trovare la forza e la volontà di superarli.
    Questo libro attraverso la storia di un Gabbiano un po’ anticonformista che decide di non volare solo per mangiare, ma vuole che il suo volo sia splendido veloce e perfetto, fa una metafora con quello che dovrebbe essere l’atteggiamento dell’uomo che crede in se stesso e riesce in quel che fa proprio perché ci crede.
    Esprime un idea di libertà, che solo la conoscenza e il sapere ti possono regalare.
    Il voler fare le cose il meglio possibile e la sua generosità nel cercare di insegnare agli altri tutto ciò che ha imparato, anche a coloro che l’avevano cacciato dal gruppo per la sua diversità, lo rende un personaggio straordinario.

    ha scritto il 

  • 0

    Recensione "Il gabbiano jonathan"

    Recensione “Il gabbiano Jonathan”
    “Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach è un romanzo breve in cui il protagonista è un volatile che si sente diverso dagli altri e come scopo nella vita non ...continua

    Recensione “Il gabbiano Jonathan”
    “Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach è un romanzo breve in cui il protagonista è un volatile che si sente diverso dagli altri e come scopo nella vita non ha solo quello di procacciarsi il cibo, come tutti i suoi compagni, ma desidera imparare l’arte del volo per scoprire tutti i segreti e raggiungere la perfezione.
    Fuori dal gruppo, Jonathan non può fare altro che continuare nella sua impresa e incontra due gabbiani che volteggiano nell’aria e lo convincono ad andare con loro nel Paradiso dei Gabbiani, dove c’è molto da imparare sul volo per raggiungere la perfezione. Lì incontra Sullivan, che lo aiuta a capire i segreti del volo e della vita.
    Jonathan impara velocemente, ma chiede al gabbiano più anziano, Chang, di insegnargli a volare alla velocità del pensiero.
    Il gabbiano riesce anche in questo, ma nel frattempo Chang passa al Paradiso superiore lasciandogli un testamento in cui gli spiegherà che l’importante per raggiungere la perfezione non sta nel volo in sé, ma nel cogliere il segreto dell’amore.
    A quel punto Jonathan decide di ritornare a casa, per insegnare ai suoi vecchi amici dello Stormo Buonappetito ciò che lui ha imparato.
    Quando decide di tornare finalmente a casa, tutti apprezzano le doti, considerate ormai divine di Jonathan, ne restano affascinati, e lui capisce quale sia la sua vera strada, quella da seguire.
    Lo scrittore Richard Bach nel libro “Il gabbiano Jonathan Livingston” riesce a spiegare quanto sia importante vivere pienamente le proprie passioni, anche quando non vengono capite o condivise e ci mostra il sentimento di libertà. Personalmente questo libro è adatto ad ogni tipo di età, avendo soprattutto un linguaggio semplice e scorrevole.

    Lorenzo Garra, Vincenzo Notaro.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottima lettura!

    Il libro è molto breve, ma allo stesso tempo molto denso.
    Parla della dignità dell'insegnamento, e di come ciò sia un atto di amore verso gli altri, non un ripiego per i mediocri.
    Consigliato a tutti, ...continua

    Il libro è molto breve, ma allo stesso tempo molto denso.
    Parla della dignità dell'insegnamento, e di come ciò sia un atto di amore verso gli altri, non un ripiego per i mediocri.
    Consigliato a tutti, una lettura quasi d'obbligo.

    ha scritto il 

Ordina per