Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il generale nel suo labirinto

By Gabriel Garcia Marquez

(268)

| Others | 9788804555131

Like Il generale nel suo labirinto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Non ancora vecchio ma stremato dalle malattie, dalle delusioni e dal tradimento, il generale Simón íó, "el Libertador", l'uomo che ha scosso l'America Latina dal giogo spagnolo, rivive come in un sogno i giorni eroici delle sue battaglie e le appassi Continue

Non ancora vecchio ma stremato dalle malattie, dalle delusioni e dal tradimento, il generale Simón íó, "el Libertador", l'uomo che ha scosso l'America Latina dal giogo spagnolo, rivive come in un sogno i giorni eroici delle sue battaglie e le appassionate notti dei suoi numerosi amori. Nel lungo viaggio che lo riporta nei luoghi che lo videro trionfatore, Bolívar, ormai morente e circondato solo da un pugno di seguaci, riflette sul fallimento dell'ideale che ha perseguito per tutta la vita: l'unità politica delle terre che lui ha liberato e che gruppi di profittatori dominano ormai senza possibilità di riscatto. Un romanzo epico e drammatico, velato di una tristezza fatale e pervaso da un poetico senso di ineluttabilità del destino con il quale García Márquez rende onore al più illustre e sfortunato degli eroi del suo paese.

61 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Sicuramente non la migliore opera di Marquez, ma che lascia comunque con un grande, fondamentale enigma per tutti: "Come farò ad uscire da questo labirinto?".

    Is this helpful?

    Sekilu said on Jul 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Questo libro mi ha profondamente annoiata, sulla linea dell'Autunno del Patriarca. Mi è, però, piaciuto il fatto che, ad ogni meta del viaggio, ricollegasse vari ricordi della sua vita, soprattutto amorosi.

    Is this helpful?

    Amelia Peabody said on Jun 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Noioso

    Amo Marquez, ha scritto libri che considero tra i più belli che abbia mai letto, ma questo l'ho trovato noioso e l'ho terminato a fatica.

    Non so eccessive ripetizioni barocche, ma, trattandosi di Gabo, forse sono stato io un lettore poco valido quel ...(continue)

    Amo Marquez, ha scritto libri che considero tra i più belli che abbia mai letto, ma questo l'ho trovato noioso e l'ho terminato a fatica.

    Non so eccessive ripetizioni barocche, ma, trattandosi di Gabo, forse sono stato io un lettore poco valido quella volta.

    Is this helpful?

    OrsoCurioso said on May 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il crepuscolo del Libertador.

    Riletto sulla scia della rilettura di "Cent'anni di solitudine".
    Sicuramente, e non poteva essere diversamente,al di sotto del capolavoro pluripremiato.
    E' il crepuscolo privato, soprattutto privato, del Libertador. Tra risposte fulminanti dell'eroe ...(continue)

    Riletto sulla scia della rilettura di "Cent'anni di solitudine".
    Sicuramente, e non poteva essere diversamente,al di sotto del capolavoro pluripremiato.
    E' il crepuscolo privato, soprattutto privato, del Libertador. Tra risposte fulminanti dell'eroe e una storia non sempre raccontata all'altezza dell'immenso Gabo.

    Is this helpful?

    Vincenzobenvenuto said on May 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Muy probablemente, no es el mejor libro de Gabo.
    Un ensayo de novela històrica, presentada bajo una forma de relato biogràfico.

    Lo que se cuenta son los ultimos tiempos de Bolìvar, presentado en la magnitud de la derrota.
    Sin embargo, algo arranca m ...(continue)

    Muy probablemente, no es el mejor libro de Gabo.
    Un ensayo de novela històrica, presentada bajo una forma de relato biogràfico.

    Lo que se cuenta son los ultimos tiempos de Bolìvar, presentado en la magnitud de la derrota.
    Sin embargo, algo arranca mal en la primera parte del libro, en la cual ciertos "gabismos" estéticos no ayudan a entender donde estamos, y porque.

    Is this helpful?

    Baltic Man said on May 13, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Spiace fare questa recensione oggi, nel giorno dei suoi funerali, ma il caso ha voluto che dopo ben 15 anni tornassi a leggere Garcia Marquez proprio questa settimana. Così come ho tanto amato "L'amore ai tempi del colera" e "Cent'anni di solitudine" ...(continue)

    Spiace fare questa recensione oggi, nel giorno dei suoi funerali, ma il caso ha voluto che dopo ben 15 anni tornassi a leggere Garcia Marquez proprio questa settimana. Così come ho tanto amato "L'amore ai tempi del colera" e "Cent'anni di solitudine", così ho mal digerito questo libro a cavallo tra romanzo e biografia. Vi è narrato l'ultimo viaggio di Simon Bolivar nel 1830, morto a 47 anni circondato da pochi amici, dopo una vita gloriosa. Il problema è che non sono mai riuscita ad entrare in empatia né col personaggio, né con la vicenda, forse a causa della scarsità di tracce storiche introduttive che avrebbero reso più agevole e piacevole la lettura. Il personaggio è illustre e non si poteva certo chiedere a Marquez di spiegare chi fosse Bolivar "El Libertador", padre dell'America Latina, ma un minimo di descrizione delle vicende che portarono alla liberazione e dei rapporti di forza tra i capi politici e militari sarebbe stata preziosa. Non è del tutto assente, ma avendola inglobata nel racconto del presente sotto forma di ricordo o evocazione, a volte risulta confusa e incompleta.
    Perfetta invece la risposta (illuminante rispetto al temperamento del soggetto) di Bolivar ad un francese intenzionato a provocarlo:
    "Sicchè smettetela di farci il favore di dirci quello che dobbiamo fare. Non cercate di insegnarci come dobbiamo essere, non cercate di far sì che siamo uguali a voi, non pretendete che facciamo bene in vent'anni quello che voi avete fatto così male in duemila. Per favore, cazzo, lasciateci fare tranquillamente il nostro Medioevo!".
    In ogni caso, grazie Gabo.

    Is this helpful?

    Crash said on Apr 19, 2014 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book