Il giardino dei Finzi Contini

Voto medio di 6894
| 570 contributi totali di cui 538 recensioni , 29 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
La famiglia dei Finzi-Contini vive in una grande villa con uno splendido giar- dino. I figli Alberto e Micol invitano un gruppo di ragazzi, loro amici israe- liti, estromessi dal tennis-club cittadino, a giocare presso il campo da ten- nis della vill ...Continua
Davidetaglia
Ha scritto il 23/05/18

Purtroppo, o per fortuna, il mondo pieno di Micòl e anche io, come molti, ho avuto la mia.

juri_kid_a
Ha scritto il 21/05/18

Ricordi di una gioventù poi spazzata via.

Micol Palma
Ha scritto il 11/04/18
Micol
Questo romanzo è, a mio parere, una pietra miliare della letteratura italiana. Probabilmente il mio giudizio è inficiato dall'omonimia con la co-protagonista, dal mio identificarmi col suo personaggio, dai ricordi meravigliosi che mi legano a Ferrara...Continua
Avida Capra
Ha scritto il 07/04/18
Doppio travaglio, grande maestria
Molto bello. Ho adorato la figura di Concetta. Libro che è riuscito a intrecciare quella che chiamo la vita-storica (che attiene alle vicende dell'esistenza) e la vita-sentimentale (che attiene all'interiorità). Entrambe, in questo caso, travagliate....Continua
DarkShadowSlayer
Ha scritto il 28/03/18
null
È un romanzo ricco di fascino e stile, dalla scrittura elegante e coinvolgente. Inizialmente può sembrare troppo descrittivo ma con lo srotolarsi dell'intreccio la storia diventa molto coinvolgente: si desidera veder sbocciare un amore e si finisce a...Continua

Monica Bisazza
Ha scritto il Nov 12, 2017, 22:33
"L'amore era roba per gente decisa a sopraffarsi a vicenda, uno sport crudele, feroce, ben più feroce e crudele del tennis! Da praticarsi senza esclusione di colpi e senza mai scomodare, per mitigarlo, bontà d'animo e onestà di propositi".
Pag. 162
Monica Bisazza
Ha scritto il Nov 01, 2017, 09:50
"La verità è che a furia di far collezioni, di cose, di piante, di tutto, si finisce a poco a poco col volerle fare con le persone"
Monica Bisazza
Ha scritto il Oct 13, 2017, 20:14
"Chissà come nasce e perché una vocazione alla solitudine"
Cleo
Ha scritto il Oct 09, 2017, 15:35
Soltanto la parola dialetteva le permetteva, nominando alberi e frutta, di piegare le labbra nella smorfia tra intenerita e sprezzante che il cuore le suggeriva.
Pag. 93
Chiara Arrigoni
Ha scritto il Jul 21, 2017, 10:17
Piena di noia e insieme d' affetto.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Sep 23, 2016, 11:18
853.91 BAS 519 Letteratura italiana
Biblioteca...
Ha scritto il Nov 25, 2015, 11:20
Collocazione: NR 30 (4 copie)
Absit
Ha scritto il Sep 22, 2015, 09:15
n. 673 - 1° ediz. Oscar Mondadori maggio 1976 - In serie generale - Buono.
Pag. 1

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi