Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il giardino del tempo e altri racconti

Il terzo libro della fantascienza

Di ,,,,,,,,,,

Editore: Einaudi (Supercoralli)

3.8
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 236 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8806055976 | Isbn-13: 9788806055974 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Sergio Solmi

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il giardino del tempo e altri racconti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questa scelta di racconti compiuta in modo strettamente personale da Sergio Solmi gli elementi più vistosi e gli ingredienti tipici della letteratura fantascientifica lasciano soprattutto il posto a più tematiche più intime. Nei tredici racconti di cui si compone il libro si alternano il tema della pluralità dei mondi possibili o degli universi laterali in cui si può scivolare inavvertitamente e una concezione della fantascienza come elemento evocatore di effetto lirico e nostalgico o come satira della realtà contemporanea. Così in questo insieme di elevata perfezione la grande orgia fantastica della science-fiction sembra concludersi con un ripiegamento sul tempo presente e sui destini individuali. La raccolta comprende: Tutto il tempo del mondo, di Arthur C. Clarke. Valle Stretta, di R. A. Lafferty. Al di là del lutto, di Peter Tate. Soluzione impossibile, di Gordon R. Dickson. Errata corrige, di Fredric Brown. Vacanze sulla Terra, di Thomas Disch. Luce di altri giorni, di Bob Shaw. Destinazione Verna, di Jack Finney. Il contastorielle, di Isaac Asimov. Il magazzino dei mondi, di Robert Sheckley. Il giardino del tempo, di J.G. Ballard. Appendice: Voci Ancestrali, di Nat Schachner.
Ordina per
  • 4

    Bello, forse un filo sotto i primi due "Libri della fantascienza" della Einaudi ma superiore all'ultimo. Volevo leggerlo da un sacco di tempo, ma era fuori catalogo (è dell'83)... allora ho tirato dalla rete i racconti che lo componevano, tutti in ligua originale, e l'ho messo insieme sul mio Kin ...continua

    Bello, forse un filo sotto i primi due "Libri della fantascienza" della Einaudi ma superiore all'ultimo. Volevo leggerlo da un sacco di tempo, ma era fuori catalogo (è dell'83)... allora ho tirato dalla rete i racconti che lo componevano, tutti in ligua originale, e l'ho messo insieme sul mio Kindle. Letture affascinanti, dall'ultra classico IL MAGAZZINO DEI MONDI alla utopia di DESTINAZIONE VERNA (il titolo italiano è più bello dell'originale, che è OF MISSING PERSONS). Algido, ma bello, il racconto di Ballard finale, che dà il titolo al libro. Il racconto di Brown ha poco senso in italiano, dato che si basa tutto su giochi linguistici: what do an ANGELIC ANGLEWORM, HEAT, A DUCK, An HAWAIAN FLOWER GARLAND, LYE, A MYSTERIOUS FOLDER, A MONKEY WRENCH, A STRANGE STORE and an OLD VILLA have in common? You might find out reading this anthology of MASTERS of CLASSIC SCI-FI. PS: Talking about Ballard I can't help mentioning his MASTERPIECE, CRASH, though it is a very different kind of sci-fi than this one; well it's not even exactly sci-fi, buy you GOTTA READ IT all the same (see next book in my library).

    ha scritto il 

  • 2

    l'avevo già letto qualche tempo fa.
    l'ho preso in biblioteca pensando fosse un altro libro che volevo rileggere XD
    un paio di racconti molto belli, alcuni carini, ma la media è piuttosto bassa -.-

    ha scritto il